Una vita violenta (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una vita violenta
Titolo originale Una vita violenta
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1962
Durata 115 min
Colore B/N
Audio mono
Genere drammatico
Regia Paolo Heusch, Brunello Rondi
Soggetto Pier Paolo Pasolini
Sceneggiatura Paolo Heusch, Brunello Rondi, Pier Paolo Pasolini, Franco Solinas
Casa di produzione Zebra Film
Fotografia Armando Nannuzzi
Montaggio Nino Baragli
Musiche Piero Piccioni
Interpreti e personaggi

Una vita violenta è un film del 1962 diretto da Paolo Heusch e Brunello Rondi, tratto dall'omonimo romanzo di Pier Paolo Pasolini.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La vicenda è ambientata come Ragazzi di vita in una della tantissime borgate di Roma, sorte nei bassifondi della città nel secondo dopoguerra. Il protagonista è il ragazzo diciottenne Tommaso, detto "Tommasino", pieno di lentiggini e di capelli rossicci scarmigliati e lunghi che gli ricadono spesso sugli occhi. Egli possiede altri amici nella borgata, incluso il moro e ricciuto Lello, suo compagno di ruberie e di partite a calcetto. La giornata di questi ragazzi consiste nell'andare a scuola la mattina ad imparare a stento qualche nozione di italiano o matematica (visto che tutti parlando in dialetto stretto) e di andare a rubare la sera. Tommaso e i suoi amici trafugano nelle immondizie della città pezzi ammaccati di ferro e lamiere varie che vanno a rivendere dentro sacchi laceri a dei modesti carrozzieri della zona. Con le poche centinaia di lire che guadagnano con questo lavoro che dura tutta la notte, Tommaso e Lello si pagano nottate dalle prostitute per strada oppure la visione di film d'azione o d'avventura al cinema di terza classe.

Per qualche anno ancora Tommaso vive con questi espedienti assieme al compagno, tornando in casa soltanto per cenare e andando nelle notti a prostituirsi come una puttana solo per guadagnare più soldi. Un giorno però dopo un furto Tommaso viene arrestato e quando esce dalla prigione le sue idee cambiano. Specialmente quando egli si prende anche la tubercolosi ha un travaglio interiore che lo porta a ragionare sul suo futuro di essere umano e a cambiare vita. Divenuto onesto, Tommaso si fidanza con la bella Irene e decide anche di partecipare all'attività politica, entrando a far parte del Partito Comunista. Tuttavia un improvviso incidente tronca la giovane vita di Tommaso e tutti i suoi brillanti progetti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema