Una settimana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una settimana
Keaton One Week 1920.jpg
Scena dal film
Titolo originale One Week
Paese di produzione USA
Anno 1920
Durata 19 min.
Colore B/N
Audio muto
Genere commedia
Regia Buster Keaton, Eddie Cline
Sceneggiatura Eddie Cline, Buster Keaton
Produttore Joseph M. Schenck
Montaggio Buster Keaton
Interpreti e personaggi

Una settimana (One Week) è un cortometraggio del 1920 diretto da Buster Keaton e Eddie Cline.

Nel 2008 è stato scelto per essere conservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Due sposini, Keaton e Seely, ricevono una "casa fai-da-te" come dono di nozze. Secondo le istruzioni la casa può essere costruita in una settimana, tuttavia vengono intralciati da un pretendente rifiutato che cambia la numerazione delle casse contenenti i pezzi della casa. Buster costruisce la casa secondo la nuova numerazione e si trova alle prese con un edificio totalmente fuori dal comune, con porte che si aprono sul vuoto, pavimenti che cedono e fondamenta poco stabili tanto che, durante una tempesta, la casa comincia a girare su se stessa divenendo una folle giostra che sbalza fuori tutti gli occupanti. La coppia scopre infine che il lotto loro assegnato per costruire la casa era quello sbagliato quindi, fissati dei barili alla base della casa, iniziano a trainarla nel lotto corretto. La fune usata per il rimorchio tuttavia, si spezzerà proprio durante l'attraversamento di un binario dove i due sposini vedranno la loro casa andare in mille pezzi al passaggio del treno.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Joe Roberts compare brevemente nel ruolo di un facchino che trasporta un pianoforte.
  • Sybil Seely aveva 18 anni quando girò il film. Ha recitato in 18 film, l'ultimo nel 1922. Muore nel 1984.
  • Molti effetti speciali, come la casa che gira durante la tempesta e la collisione del treno sulla casa, sono stati girati senza l'utilizzo di modelli.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Cinematic Classics, Legendary Stars, Comedic Legends and Novice Filmmakers Showcase the 2008 Film Registry, Library of Congress, 30 dicembre 2008. URL consultato il 2 gennaio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema