Umm Salama Hind bint Abi Umayya

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Hind bint Abi Umayya (in arabo: هند بنت أبي أمية; 580 circa – 680) è stata la sesta moglie di Maometto.

Nome[modifica | modifica sorgente]

Hind bint Abī Umayya, Hind al-Makhzūmiyya, Hind bint Suhayl, più nota come Umm Salama, ossia "Madre di Salama" (in arabo: أم سلمة هند بنت أبي أمية) ebbe come primo marito ʿAbd Allāh b. ʿAbd al-Asad, uno dei primi a convertirsi assieme a lei all'Islam.

Suo marito cadde per le ferite ricevute a Uhud (23 marzo 625). Da lui ebbe quattro figli: Salama (che le procurò la sua kunya e che più tardi sposò Umāma, figlia di Hamza ibn Abd al-Muttalib), ʿUmar, Zaynab (una delle donne più colte della sua generazione) e Durra.

Quando ebbe finito la sua ʿidda,[1] sia Abu Bakr, sia ʿUmar b. al-Khaṭṭāb la chiesero in moglie, ricevendo però un rifiuto. Quando però Maometto le chiese la mano, Umma Salama - che aveva 29 anni - accettò volentieri.

Umm Salama morì all'età venerabile di 100 anni.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il periodo intermestruale di 4 mesi e 10 giorni, imposto dall'opportunità che non sorgessero dubbi circa la paternità di un eventuale figlio generato con un nuovo marito.

Controllo di autorità VIAF: 90045866