Ulrich Seidl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ulrich Seidl alla prima di Import Export in Linz

Ulrich Seidl (Vienna, 24 novembre 1952) è un regista, sceneggiatore e produttore cinematografico austriaco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Seidl è cresciuto nel comune di Horn in Bassa Austria. La sua opera è caratterizzata da uno stile asciutto della messa in scena, in cui tende a far apparire il materiale girato come documentaristico. Non a caso il fulcro della sua ricerca è il documentario, con particolare attenzione alla cifra stilistica e il contenuto documenterastico dell'opera.

I primi riconoscimenti nella sua carriera gli sono stati conferiti per i documentari Good News , Tierische Liebe (Amore animale), Models e Jesus, du weißt (Gesù, tu sai). La notorietà internazionale è arrivata nel 2001 con Canicola, suo primo e sinora maggiore successo. La pellicola è stata premiata con il Gran premio della giuria alla mostra del cinema di Venezia ed ha ottenuto importanti risultati al botteghino raggiungendo circa 250.000 visitatori.[1] Import Export è stato selezionato per il Festival di Cannes nel 2007.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 1980 Einsvierzig, Regia/Sceneggiatura
  • 1982 Der Ball, Regia/Sceneggiatura
  • 1990 Good News, Regia/Sceneggiatura
  • 1992 Mit Verlust ist zu rechnen, Regia/Sceneggiatura
  • 1994 Die letzten Männer, Film TV, Regia/Sceneggiatura
  • 1995 Tierische Liebe, Regia/Sceneggiatura
  • 1996 Bilder einer Ausstellung, Film TV, Regia/Sceneggiatura
  • 1997 Der Busenfreund, Film TV, Regia/Sceneggiatura
  • 1998 Spaß ohne Grenzen, Film TV, Regia/Sceneggiatura
  • 1998 Models, Regia/Sceneggiatura
  • 2001 Canicola, 140 min., Regia/Sceneggiatura
  • 2001 Zur Lage (Situation Report), 105 min., Regia/Sceneggiatura
  • 2003 Jesus, Du weißt (Jesus, tu sai), 87 min.
  • 2007 Import Export, 135 min., Regia/Sceneggiatura/Produzione
  • 2012 Paradise: Love, 120 min., Regia/Sceneggiatura/Produzione
  • 2012 Paradise: Faith, 113 min., Regia/Sceneggiatura/Produzione
  • 2013 Paradise: Hope, 100 min., Regia/Sceneggiatura/Produzione

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ lumiere.obs.coe.int, Lumiere – Banca dati sugli spettatori paganti in Europa ( Link controllato in data 8. Novembre 2007)
  2. ^ (EN) Official Selection 2007, festival-cannes.fr. URL consultato l'11 luglio 2011.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Stefan Grissemann: Sündenfall. Die Grenzüberschreitungen des Filmemachers Ulrich Seidl, Sonderzahl Verlagsgesellschaft, Vienna 2007.
  • Florian Lamp: Die Wirklichkeit, nur stilisiert. Die Filme des Ulrich Seidl, Büchner-Verlag, Darmstadt 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59288129 LCCN: no2004052391

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie