Ulmus glabra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ulmus glabra
Ulmus glabra nf.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Hamamelidae
Ordine Urticales
Famiglia Ulmaceae
Genere Ulmus
Specie Ulmus glabra
Nomenclatura binomiale
Ulmus glabra
Huds.
Nomi comuni

Olmo montano

L'Ulmus glabra o olmo montano è una pianta della famiglia delle ulmacee.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'olmo montano può essere alto fino a 25 metri fusto dritto.

I rami possono partire dal tronco a breve altezza.

La corteccia quando è giovane è liscia, poi diventa squamosa.

Le foglie cadono in autunno, hanno forma ellittica e picciolo breve; sono facilmente riconoscibili per l'asimmetria della base.

I fiori compaiono dopo le foglie verso marzo-aprile e sono ermafroditi composti in 5-6 stami di colore fra il rosa ed il porpora.

I frutti vengono chiamati samare di forma simil ovale ed hanno un seme centrale.

La pianta deve essere piantata in terreni fertili profondi calcarei o silicei.

Si tratta di una specie d'importanza secondaria forestale.

Molto sensibile alla grafiosi, che può portare l'ulmus glabra alla morte.

Il colore del legno va dal bianco rosato fino a colori più scuri nel durame può essere usato per impallacciature ed essere impiegato per la fabbricazione compensati e mobili.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Lo si può trovare in tutta Europa.

In Italia lo si trova nelle Alpi e negli Appennini centrale e settentrionale ad una quota che varia dai 400 m ai 1400 m s.l.m. insieme ad altre latifoglie.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica