Ugo IV di Cipro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ugo IV di Cipro
Armoiries Lusignan Chypre.svg
Re di Cipro
In carica 1324 –
1358
Incoronazione Santa Sofia, Nicosia
15 o 25 aprile 1324
Predecessore Enrico II di Cipro
Successore Pietro I di Cipro
Re titolare di Gerusalemme
In carica 1324 –
1358
Incoronazione San Nicola, Famagosta
13 maggio 1324
Predecessore Enrico II di Cipro
Successore Pietro I di Cipro
Nascita 1295 circa o 1293-1296
Morte Nicosia, 10 ottobre 1359
Dinastia Lusignano
Padre Guido di Lusignano
Madre Eschiva di Ibelin
Figli da Maria d'Ibelin
Guido
da Alice d'Ibelin
Eschive, Pietro I, Giovanni, Giacomo I

Ugo di Lusignano, conosciuto come Ugo IV di Cipro (1295 circa o 1293-1296Nicosia, 10 ottobre 1359), fu Re di Cipro dal 1234 fino alla sua abdicazione, avvenuta il 24 novembre 1358, e Re titolare di Gerusalemme come Ugo II fino alla sua morte.

Figlio di Guido di Lusignano, conestabile di Cipro (figlio a sua volta di Ugo III di Cipro e della moglie Isabella di Ibelin), e di Eschiva di Ibelin, Ugo IV succedette al padre come conestabile nel 1318 e in seguito salì al trono alla morte dello zio Enrico II, dal momento che questi non aveva figli. Egli era un membro della Casa di Lusignano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ugo IV si dimostrò soddisfatto di essere arrivato a governare Cipro, dal momento che fu così in grado di impedire al figlio Pietro I di andare in Europa occidentale a reclutare aiuti per una nuova crociata, volta a riconquistare il loro Regno di Gerusalemme. Nel 1344 Ugo IV strinse un'alleanza con Venezia e i Cavalieri Ospitalieri, che congiuntamente riuscì a sconfiggere la flotta turca a Smirne e occupò la città (v. Crociate di Smirne); l'anno seguente, gli alleati sconfissero i Turchi a Imbro, per mare e per terra, ma Ugo ne trasse poco beneficio, cosicché decise di ritirarsi dalla lega.

Venne incoronato re di Cipro nella cattedrale di Santa Sofia, a Nicosia, il 15 o 25 aprile 1324; lo stesso anno, il 13 maggio, venne incoronato nella cattedrale di San Nicola, a Famagosta, come re titolare di Gerusalemme. In qualità di governante, re Ugo IV firmò un accordo con i Veneziani al riguardo delle attività dei mercanti della Serenissima che si stabilivano a Cipro; questo creò dei problemi con Genova, avversaria di Venezia, ma Ugo fu in grado di negoziare anche con i genovesi ed arrivò ad un accordo nel 1329, nel quale la Repubblica di Genova chiedeva che il Re di Cipro pagasse i debiti dello zio Enrico II. Durante il suo regno Ugo IV fu molto severo nelle questioni riguardanti la giustizia; quando i suoi due figli lasciarono Cipro per un viaggio in Europa senza permesso, egli arrestò l'uomo che li aveva aiutati a lasciare l'isola, lo imprigionò e torturò, tagliandoli una mano ed un piede prima di impiccarlo nell'aprile 1349. Riuscì infine a catturare anche i figli e li imprigionò.

Alcune fonti testimoniano come egli fosse ben educato, avesse interessi nei campi dell'arte, della letteratura e della filosofia e possedesse una grande conoscenza della letteratura latina. Ugo IV possedeva una residenza estiva a Lapithos, dove organizzava dei convegni filosofici; Giovanni Boccaccio scrisse il Genealogia Deorum Gentilium dietro richiesta di Ugo IV.

Ugo IV cedette la corona al figlio Pietro I, piuttosto che al nipote Ugo, nel 1358 e morì il 10 ottobre 1359 a Nicosia.

Matrimonio e discendenza[modifica | modifica sorgente]

Lavabo (XIV secolo, Egitto o Siria, Museo del Louvre) attribuito a Ugo IV di Cipro.[1]

Ugo IV si sposò due volte con dame della Casata d'Ibelin, i cui padri si chiamavano entrambi Guido, uno Conte di Giaffa e l'altro Siniscalco di Cipro.

Il primo matrimonio venne celebrato tra il 1307 ed il 1310 con Maria d'Ibelin (1294 – prima del 30 giugno 1318), figlia di Guido d'Ibelin, conte di Giaffa, e della moglie, nonché cugina, Maria d'Ibelin, signora d'Ascalona e Naumachia.[2] Ugo IV e Maria ebbero almeno un figlio:

  • Guido (1315 o 1316 – poco prima del 24 settembre 1343), conestabile di Cipro e principe titolare di Galilea; il 29 novembre 1328 si sposò per procura al castello di Borbone, e personalmente a Nicosia, nella cattedrale di Santa Sofia, il 15 o 30 gennaio 1330 con Maria di Borbone (1315-1387), principessa d'Acaia.[3] Essi ebbero un figlio:
Regno di Cipro
Lusignano
Armoiries Lusignan Chypre.svg

Guido (1192 - 1194)
Amalrico I (1194 - 1205)
Ugo I (1204 - 1218)
Enrico I (1218 - 1253)
Ugo II (1253 - 1267)
Ugo III (1267 - 1284)
Giovanni I (1284 - 1285)
Enrico II (1285 - 1306)
Amalrico II (1306 - 1310)
Enrico II (1310 - 1324)
Ugo IV (1324 - 1359)
Pietro I (1359 - 1369)
Pietro II (1369 - 1382)
Giacomo I (1382 - 1389)
Giano I (1389 - 1432)
Giovanni II (1432 - 1458)
Carlotta I (1458 - 1464)
Giacomo II (1464 - 1473)
Giacomo III (1473 - 1474)
Caterina (1474 - 1489)
Modifica

La seconda moglie, sposata il 18 giugno 1318, fu Alice d'Ibelin (1304/1306 – dopo il 6 agosto 1386), figlia di Guido d'Ibelin e della moglie, nonché cugina, Isabella d'Ibelin. Dal secondo matrimonio Ugo IV ebbe quattro figli:

Ugo IV ebbe altre tre figli, di cui non si conosce esattamente la madre:

  • Tommaso (m. 15 novembre 1340), non sposato e senza figli;
  • Perrot (m. 29 giugno 1353), non sposato e senza figli;
  • Margherita, nel 1347/1349 sposò Gautier de Dampierre-sur-Salon, siniscalco di Cipro.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Scheda dell'oggetto su louvre.fr Un'iscrizione in arabo dice: «Creato per ordine di Ugo, favorito da Dio, l'uomo a capo delle truppe scelte dei Franchi, Ugo dei Lusignani». Un'altra iscrizione in francese recita: «Très haut et puissant roi Hugues de Jherusalem et de Chipre que Dieu manteigne» (Molto alto e potente re Ugo di Gerusalemme e cipro, possa Dio conservarlo).
  2. ^ Jerusalem nobility, Chapter 8, Lords of Jaffa, consultato il 10 febbraio 2010
  3. ^ In seguito, il 9 settembre 1347, Maria di Borbone si risposò a Napoli con il principe Roberto di Taranto, imperatore titolare di Costantinopoli, dal quale non ebbe discendenza

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore:
Enrico II di Cipro
Re di Cipro
1324-1358
Successore:
Pietro I di Cipro
Re titolare di Gerusalemme
1324-1358