Uccello del tuono

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un uccello del tuono scolpito in un totem americano

Nella mitologia e nel folklore di diverse tribù di nativi americani, l'uccello del tuono è un gigantesco rapace. In Lakota viene detto Wakinyan, unione di kinyan ("alato") e wakan ("sacro"); i Kwakiutl lo chiamavano Hohoq e i Nootka Kw-Uhnx-Wa. Si dice che abbia un'apertura alare pari a due volte la lunghezza di una canoa, e viene identificato con la tempesta: le nubi si addensano perché spinte dal vento creato dalle sue gigantesche ali (i cui movimenti creano il rombo dei tuoni), il lampeggiare sono bagliori dei suoi occhi, e i fulmini sono serpenti luminosi che il thunderbird porta con sé e lascia cadere a terra. Nelle maschere rituali, viene rappresentato come un uccello dal piumaggio multicromatico, con due corna ricurve, e denti nel becco.

Nelle varie culture[modifica | modifica sorgente]

A seconda delle tradizioni, l'uccello del tuono viene inteso come un mostro individuale o come un'intera specie di creature simili. I Nootka, che lo intendevano come mostro singolo, pensavano che fosse uno dei servi del Grande Spirito, e che fosse un messaggero divino. I Kwakiutl e i Cowichan credevano invece che esistessero molti esemplari di uccello del tuono; pensavano che potessero trasformarsi in esseri umani spigendo indietro il becco (come nell'atto di togliersi una maschera) e togliendosi le piume (come un costume). In forma umana, gli uccelli del tuono talvolta si sposavano con donne umane; per una famiglia di nativi americani, avere sangue d'uccello del tuono era evidentemente un vanto.

Nella tradizione Sioux, nei "tempi antichi" i thunderbird avevano distrutto i mostruosi rettili detti Unktehila.

Avvistamenti moderni[modifica | modifica sorgente]

C'è chi dice che gli uccelli del tuono siano pterodattili sopravvissuti all'estinzione[senza fonte]

Alcuni testimoni hanno sostenuto di aver avvistato l'uccello del tuono in tempi recenti. Un episodio celebre riguarda due cowboy che nell'aprile del 1890, in Arizona, avrebbero ucciso un enorme uccello simile a uno pterodattilo. Della carcassa esisterebbe anche una fotografia, ma non è mai stata sottoposta a un esame scientifico. Negli anni sessanta e settanta, altri presunti avvistamenti di un uccello delle dimensioni di un aereo da turismo furono riportati a Washington, nello Utah, e nell'Idaho. Sebbene i criptozoologi siano propensi ad accogliere come affidabili queste testimonianze, la posizione ufficiale della scienza è di diverso segno.[senza fonte] In alcuni casi, i presunti avvistamenti sono stati interpretati come possibili descrizioni di condor o di aquile marine.

Interpretazioni del mito[modifica | modifica sorgente]

I paleontologi sono in genere propensi a ritenere che i primi esseri umani che giunsero nell'America settentrionale abbiano incontrato gli enormi uccelli della specie Teratornis merriami, oggi estinta. Di conseguenza, il mito dell'uccello del tuono potrebbe corrispondere al lontano ricordo di queste creature, così come altre leggende amerindiane sembrano riferirsi ai mammuth o ad altri grandi animali del Pleistocene.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mitologia