U Turn - Inversione di marcia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "U Turn" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi U turn.
U Turn - Inversione di marcia
U Turn - Inversione di marcia Screenshot.jpg
Il titolo alla testa del film
Titolo originale U Turn
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1997
Durata 125 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere thriller, drammatico
Regia Oliver Stone
Sceneggiatura John Ridley (romanzo Come cani randagi)
Produttore Dan Halsted, Clayton Townsend
Fotografia Robert Richardson
Montaggio Hank Corwin, Thomas J. Nordberg
Musiche Ennio Morricone
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

U Turn - Inversione di marcia (U Turn) è un film del 1997 diretto da Oliver Stone, interpretato da Sean Penn, Jennifer Lopez, Nick Nolte, John Voight, Joaquin Phoenix, Billy Bob Thornton, Claire Danes. E' tratto dal romanzo Come cani randagi, dello scrittore John Ridley, che ha anche scritto la sceneggiatura. La colonna sonora della pellicola è firmata da Ennio Morricone.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Arizona. Bobby Cooper (Sean Penn) è uno scapestrato girovago con la mania del gioco d'azzardo che, giocando in un casinò di Las Vegas, ha contratto un debito di 13.000 dollari con Mr. Arkady (Valery Nikolaev) un pericoloso mafioso russo il quale gli ha intimato di pagarlo entro due settimane e, come avvertimento, gli ha fatto tagliare due dita della mano destra. Durante il suo viaggio di ritorno per saldare il debito, la sua macchina si ferma per un guasto a Superior, una cittadina dispersa nel deserto. Dopo averla lasciata alle cure dello strambo meccanico Darrell (Billy Bob Thornton), Bobby si reca nel centro del paese per rifocillarsi, e qui fa la conoscenza della bellissima e ambigua Grace (Jennifer Lopez), giovane donna nativa americana dalla quale Bobby è subito attratto, e che lo invita a casa sua per rifocillarsi. Qui Bobby fa la conoscenza di Jake McKenna (Nick Nolte), marito di Grace e ricco possidente terriero, che picchia Bobby e lo sbatte fuori di casa, salvo poi raggiungerlo con la macchina e offrirgli un passaggio. Durante il breve viaggio Jake (che ha un morboso rapporto di amore-odio con la moglie e dà segno di evidenti squilibri mentali) propone a Bobby di assassinare la moglie, informandolo che lei ha una grossa polizza sulla vita e che sarebbe disposto a fare a metà con lui, nel caso accettasse l'incarico. Bobby ovviamente rifiuta, e si reca in un negozio di alimentari per comprare qualcosa da mangiare, ma si ritrova coinvolto in una rapina, durante la quale, l'anziana proprietaria del negozio si difende sparando ai rapinatori con un fucile a pompa, e colpendo accidentalmente la borsa in cui Bobby teneva i soldi, riducendoli in mille pezzi. Sconvolto da tale perdita, e desideroso di lasciare il più presto possibile il paese, Bobby torna da Darrell per riprendersi la macchina ma il meccanico, dopo aver fatto le dovute riparazioni (il semplice cambio di un manicotto) gli chiede l'assurdo compenso di 150 dollari. Dopo un'accesa discussione con lui, Bobby torna in paese, chiamando alcuni suoi conoscenti nel tentativo di farsi prestare il denaro per ritirare la macchina, ma viene regolarmente respinto da tutti loro. Commette quindi l'errore di chiamare anche Mr. Arkady, con il solo risultato di essere rintracciato e condannato a morte per la perdita del denaro. Così, mentre il malavitoso gli sguinzaglia contro uno dei suoi scagnozzi, Bobby, girovaga senza meta per il paese, cercando una soluzione per quel guaio, e subendo le molestie di due strambi personaggi: Jenny (Claire Danes) una svampita sedicenne che si invaghisce di lui e Toby N. Tucker (Joaquin Phoenix), il gelosissimo e rissoso fidanzato della ragazza, oltre a fare la conoscenza dello sceriffo locale, Virgil Potter (Powers Boothe). Alla fine, messo alle strette, finisce per andare a trovare Jake McKenna ed accettare la sua terribile proposta. Recatosi fuori dal paese con Grace, Bobby si prepara ad ucciderla, ma non riesce a trovare il coraggio di compiere il gesto, e i due finiscono per avere un rapporto sessuale. Grace poi gli racconta di essere la figliastra di Jake, che era stato sposato con la madre e che, alla morte di lei (apparentemente avvenuta per suicidio), aveva abusato ripetutamente di lei. La ragazza svela quindi a Bobby che Jake ha un'enorme somma di denaro e per sottrargliela, propone a Bobby di uccidere il padre adottivo. Spaventato da questa ennesima proposta di assassinio, Bobby se ne torna a piedi in paese dove, dopo un litigio con Toby e Jenny sventato dallo sceriffo, ritorna da Darrell tentando di convincerlo a lasciargli prendere la macchina. Qui scopre che il meccanico, senza avergli chiesto il permesso, ha fatto un altro lavoro sulla macchina, pretendendo di essere pagato anche per esso, oltre ad avergli rubato una pistola che teneva nel cofano. Ciò genera una feroce discussione tra i due, durante la quale Bobby cerca di colpire Darrell con una chiave inglese, e il meccanico, irritato, gli graffia il cofano della macchina con un piede di porco. Sempre più sconvolto e terrorizzato, Bobby, con i pochi soldi rimastigli, riesce ad acquistare un biglietto per andarsene in Messico e riesce per un pelo a sfuggire allo scagnozzo di Mr. Arkady, appena arrivato a Superior e subito arrestato dallo sceriffo. Purtroppo, durante un ennesimo scontro con Toby e jenny, Bobby perde il biglietto, che viene strappato dal ragazzo e, in preda ad una furia cieca, aggredisce il ragazzo picchiandolo a sangue. Comprendendo che non gli è rimasta più nessuna possibilità di andarsene, Bobby chiama Grace e accetta la sua proposta di uccidere Jake. Nottetempo si reca a casa dei due, e qui ha una colluttazione con Jake, che cerca di ucciderlo. Aiutato da Grace, riesce ad avere ragione dell'uomo e ad ucciderlo, dopodiché riescono a trovare i suoi soldi, e si preparano a lasciare per sempre Superior, dopo aver finalmente riscattato la macchia di Bobby e portando con sé il cadavere di Jake, per farlo sparire. Durante il viaggio, però, i due vengono fermati dallo sceriffo Potter che, rivela a Bobby che Jake era il vero padre di Grace, che quindi aveva una relazione incestuosa con lui, e di essere stato a sua volta amante della donna, oltre a volere a tutti i costi farla rimanere con lui. Grace inizialmente tradisce Bobby dicendo allo sceriffo che lui ha ucciso Jake e che l'ha rapita, dopodiché uccide lo sceriffo sparandogli alla testa. A questo punto Bobby, sconvolto e disgustato dalla pazzia e dalla doppia faccia della donna, decide di separarsi da lei dividendo il bottino e dopo aver gettato in un burrone i corpi di Jake e dello sceriffo. Tuttavia Grace, per nulla concorde con la sua decisione, lo spinge nel burrone e cerca di andarsene via con i soldi, salvo poi essere costretta a scendere nel burrone per riprendersi le chiavi, che Bobby aveva in tasca. L'uomo, ancora vivo ma gravemente ferito, l'assale strangolandola a morte, e riesce a ritornare alla macchina riaccendendola, ma il manicotto appena sostituito esplode, negandogli la possibilità di partire. Bobby quindi morirà per le ferite riportate nella caduta, riverso sul sedile della macchina.

Differenze con il romanzo[modifica | modifica wikitesto]

  • Il nome del protagonista della storia nel libro non è Bobby Cooper, bensì John Steward;
  • Nel libro il nome del paese in cui il protagonista arriva è Sierra, ed è un posto fittizio; nel film è Superior, ed è un paese realmente esistente;
  • Il mafioso con cui Bobby/John si indebita nel libro non è russo, ma italiano, e si chiama Mr. Vesci; inoltre nel libro è descritto un flashback in cui il malavitoso e i suoi scagnozzi raggirano John facendogli perdere una partita a carte, John chiede inutilmente aiuto alla fidanzata (furiosa con lui per un tradimento scoperto) e cerca di lasciare la città, venendo intercettato dal suo creditore, che gli fa quindi tagliare due dita della mano destra. Nel film è mostrata solo la scena in cui Arkady lo fa mutilare dai suoi scagnozzi;
  • Nel libro Grace e Jake non sono padre e figlia, ma semplicemente marito e moglie, e quindi non è nemmeno menzionata la storia della madre della donna. Inoltre nel film Jake, in quanto padre di Grace mostra in più di un'occasione un certo affetto nei suoi confronti, dispiacendosi per aver cercato di farla uccidere, chiedendole scusa dopo un rapporto sessuale particolarmente violento e preoccupandosi per lei quando Bobby entra in casa loro durante la notte, mentre nel libro la detesta molto più apertamente, e non le mostra alcuna forma di affetto;
  • Nel film lo sceriffo si chiama Virgil Potter, è alto e magro, apparentemente affetto da alcolismo e, nonostante sia sposato e padre di una figlia, ha una relazione con Grace e cerca di convincerla a restare con lui, dicendole che dei soldi non gli importa nulla; nel libro il suo nome è Ray Potter, è obeso, apparentemente non sposato e non ha alcuna relazione con Grace. Inoltre, dopo aver assistito all'uccisione di Jake, ricatta John e Grace per farsi dare una parte dei soldi dell'uomo e, in entrambi i casi, finisce ucciso;
  • Nel libro l'anziana proprietaria del negozio di alimentari uccide solo uno dei rapinatori, nel film invece li uccide entrambi;
  • L'anziano mendicante cieco nel film è indiano e, durante i suoi dialoghi con Bobby, fa riferimento a fatti storici e usanze riguardanti i nativi americani, oltre a raccontare (mentendo) di essere stato accecato come punizione per essersi innamorato della donna sbagliata; nel libro non dice nulla di tutto questo né apparentemente è di origini native americane;
  • Darrell, nel libro è descritto come molto magro e con capelli lunghi e sudici; nel film è grassoccio, pieno di tatuaggi e con i capelli corti;
  • Nel libro Darrell non cambia la serratura della Mustang di John e non gli ruba la pistola (che nel libro John non possiede);
  • Nel libro John, dopo essere stato rapinato, sfida uno dei camionisti del bar del paese ad un gioco di lancio della moneta, giocandosi il suo orologio Movado e vincendo il magro compenso di 30 dollari; nel film questa scena non avviene;
  • Nel libro Vesci riesce a scoprire dove si trova John facendo rintracciare la sua chiamata; nel film è Bobby che commette l'errore di rivelare ad Arkady la sua posizione;
  • Nel libro Vesci manda due scagnozzi a Sierra per far uccidere John, ed entrambi vengono brutalmente uccisi dallo sceriffo Potter; nel film Arkady manda un solo scagnozzo, che viene arrestato;
  • Nel libro i due scagnozzi di Vesci, fermandosi da Darrell per fare benzina, gli chiedono informazioni su John e, nel vederlo restìo a parlare, lo minacciano di morte;
  • Nel libro Jake, dopo aver scoperto che John ha fatto l'amore con la moglie, si infuria e cerca di ucciderlo, venendo fermato da Grace; nel film, nonostante abbia scoperto la verità, decide di lasciare in vita Bobby per fargli uccidere Grace;
  • Nel libro il bigliettaio da cui John riesce a farsi avere un biglietto per il Messico è un uomo, e la sala d'attesa della biglietteria è vuota; nel film è invece una donna, e nella sala d'attesa insieme a Bobby c'è una ragazza (interpretata da Liv Tyler).
  • Nel film Grace e Bobby, dopo aver ucciso lo sceriffo, si portano via anche il suo cadavere; nel libro lo lasciano morire per strada;
  • Nel libro non è chiaro se Grace abbia spinto John di proposito nel precipizio oppure no; nel film lo spinge di proposito, infuriata per il suo rifiuto a restare con lei;
  • Nel libro Grace dopo che John è caduto nel burrone, prende con sè la sacca dei soldi di Jake e si avvia a piedi per il deserto, lasciando intendere che non sopravviverà al caldo tremendo; nel film, apparentemente pentita di aver cercato di uccidere Bobby, scende nel precipizio e viene strozzata a morte dall'uomo;
  • Nel libro John rimane in fondo al precipizio aspettando la morte e bevendo una delle birre che aveva messo in tasca al cadavere di Jake; nel film Bobby, dopo aver ucciso Grace, riesce a tornare alla macchina ma, nel tentativo di metterla in moto, fa esplodere il manicotto appena sostituito da Darrell, morendo poco tempo dopo riverso sul sedile dell'auto.

Remake[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 è stato fatto un remake non ufficiale del film ad opera del regista Sanjay Gupta: Musafir.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema