U Nu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
U Nu (al centro) insieme a Moshe Dayan durante la sua visita in Israele

U Nu, altrimenti noto come Thakin Nu (Wakema, 25 maggio 1907Yangon, 14 febbraio 1995), è stato un politico birmano. Egli fu il Primo Ministro Birmano dal 4 gennaio 1948 al 12 giugno 1956 per la prima volta; dal 28 febbraio 1957 al 28 ottobre 1958 per la seconda volta; la terza volta dal 4 aprile 1960 al 2 marzo 1962.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lotta per l'indipendenza[modifica | modifica wikitesto]

La sua vita politica iniziò da studente universitario, quando divenne presidente dell'Unione Studenti dell'Università di Rangoon, con Aung San come segretario dell'Unione. Furono entrambi espulsi dall'Università a causa di un articolo apparso sulla rivista dell'unione e ciò provocò il secondo sciopero degli studenti del 1936. Entrambi divennero poi membri dell'associazione Dobama Asiayone, fondata appunto nel 1930, e guadagnarono il titolo di "padroni della propria terra", in birmano "Thakin".

U Nu rinunciò all'appellativo dopo l'indipendenza della Birmania nel 1948, diventando semplicemente U (Signor) Nu. Cominciò a tradurre i classici marxisti nella sua casa editrice, la Nagani Book Club, fondata assieme a Thakin Than Tun. Divenne poi leader e co-fondatore del PRP, il Partito Rivoluzionario del Popolo, divenuto poi il Partito Socialista, e della Lega Popolare Libera dell'Anti-Fascismo, l'AFPFL, che proclamava la Birmania libera sia dal dominio Giapponese prima e Inglese poi durante gli anni Quaranta.

Fu imprigionato dal regime coloniale nel 1940 con Thakins Soe e Than Tun. Dopo l'omicidio di Aung San, leader militare e politico dell'AFPFL, e dei suoi ministri il 19 luglio 1947, U Nu guidò l'AFPFL e firmò un trattato d'indipendenza (il Trattato di Nu-Atlee) col Primo ministro britannico Clement Attlee nell'ottobre 1947.

Era parlamentare[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che la Birmania divenne indipendente dal Regno Unito il 4 gennaio 1948, U Nu divenne il Primo Ministro della neo-Repubblica birmana. Nu dovette subito trattare coi ribelli armati dai vari gruppi etnici, dai Karen in particolar modo, e dalle fazioni comuniste, comprese alcune fazioni dell'Esercito. Un'altra sfida ancora fu l'esiliato Kuomintang, scacciato dalla Cina dal vincente Partito Comunista. Essi stabilirono delle basi nella Birmania orientale e il Governo impiegò parecchi anni per scacciarli definitivamente dal territorio nazionale.

Un sistema democratico fu costituito, ad ogni modo, e si tennero elezioni parlamentari parecchie volte. Egli abbandonò volontariamente la posizione di Primo Ministro nel 1956, passandola per un anno al membro dell'AFPFL Ba Swe, dal giugno 1956 al giugno 1957. Il 26 settembre 1958, egli chiese al Generale Maggiore delle Forze Armate Ne Win di diventare Primo Ministro come un governo temporaneo. Ne Win giurò da Primo Ministro il 27 ottobre 1958. Nelle elezioni generali del Febbraio 1960, la fazione "Pulita" dell'AFPFL guidata da U Nu ottenne una vittoria schiacciante sull'altra ala dell'AFPFL, guidata da Ba Swe e Kyaw Nyein, ritornando al potere formando un nuovo governo il 4 aprile 1960.

U Thant era stato Segretario del Premier U Nu prima di essere scelto come ambasciatore birmano all'ONU nel 1957. Più tardi, nel 1961, U Thant divenne il terzo Segretario Generale delle Nazioni Unite.

Rivolta 8888[modifica | modifica wikitesto]

Dopo esser stato lontano dalla vita politica, insegnando Buddismo in Birmania e negli Stati Uniti - a seguito di una sua visita alla Northern Illinois University nel 1987 - U Nu divenne ancora una volta politicamente attivo durante la Rivolta 8888 formando un nuovo partito politico, la Lega per la Democrazia e la Pace, abbreviato in LDP. Ripercorrendo quanto fatto a Londra nel 1969, quando si era proclamato il legittimo Primo Ministro, U Nu ritornò il 9 settembre 1988 proclamandosi ancora Primo Ministro.

Il suo invito a Aung San Suu Kyi e all'ex-Brigadiere Aung Gyi (un altro oppositore politico durante la crisi dell'8888) di formare un nuovo governo a interim fu rifiutato. Nondimeno egli formò il suo "governo" riammettendo Mahn Win Maung che era stato cacciato nel 1962 dichiarandolo "Presidente". Dopo che il Concilio di Restaurazione dello Stato e delle Leggi (SLORC) acquisì il potere il 18 settembre 1988, lo SLORC continuò a rogare a U Nu di abolire formalmente il suo governo a interim, ottenendo il suo rifiuto. U Nu fu quindi messo agli arresti domiciliari il 29 dicembre 1989.

I portavoce dello SLORC dissero a quel tempo che sebbene U Nu avrebbe potuto essere processato per alto tradimento verso la Patria, a causa della sua anzianità e al suo contributo nella lotta per la libertà, non era stato condannato con quell'accusa. Fu rilasciato il 23 aprile 1992, lo stesso giorno in cui il presidente dello SLORC Saw Maung (morto nel luglio 1997) fu costretto ad abbandonare il suo posto e fu rimpiazzato dall'attuale regime militare (ufficialmente chiamato Concilio di Stato per la Pace e lo Sviluppo - SPDC) guidato dal Generale Than Shwe.

Impegni religiosi[modifica | modifica wikitesto]

U Nu fu un devoto buddista, tanto da essere anche il leader spirituale del suo Paese. Egli fece costruire la pagoda della pace nel mondo, la Kaba Aye, nel 1952, come preparazione del Sesto Sinodo Buddista organizzato e ospitato da lui nel 1954-1956 come Primo Ministro. Il 29 agosto 1961, su pressioni di U Nu, il Parlamento dichiarò il buddismo la religione di Stato fino al mandato di Ne Win nel 1962, che rese la Birmania laica.

La decisione presa nel 1961 alienò le minoranze Cristiane come i Kachin e i Karen. Tra i nuovi divieti, quello di macellare la mucca e di mangiare la carne di manzo, seguendo l'esempio indù. Quando il Generale Ne Win prese il potere uno dei suoi primi atti fu quello di abolire il divieto di macellare la mucca, probabilmente segno anche di un contrasto personale con U Nu.

Opere letterarie[modifica | modifica wikitesto]

U Nu scrisse parecchi libri, alcuni dei quali tradotti anche in Inglese. Tra i suoi lavori ci sono Il popolo trionfa(1951), La Birmania sotto i Giapponesi, Parla un Asiatico e La Birmania guarda avanti, tutti scritti negli anni Cinquanta. Alcune sue biografie sono state stampate in India dalla casa editrice Irrawaddy nel 1975, e furono tradotte solo in Inglese. Prima di divenire Primo Ministro, U Nu aveva tradotto in birmano un libro di Dale Carnegie, negli anni Trenta, ovvero Come trattare gli amici e le persone influenti, in birmanese Lupaw Luzaw Louknee, che significa all'incirca Come trarre vantaggi da ogni persona.

Il testo fu adottato anche dalle scuole con una ri-edizione negli anni Cinquanta che cambiò anche il titolo in Meikta Bala Htika, ovvero Trattato su un contratto sociale amichevole, assieme all'altro suo libro La Birmania guarda avanti. U Nu fondò anche una casa editrice che pubblicò la prima Enciclopedia in birmano nel 1954.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Primi ministri della Birmania Successore
Nessuno 4 gennaio 1948–21 giugno 1956 Ba Swe
Predecessore Primi ministri della Birmania Successore
Ba Swe 28 febbraio 1956–28 ottobre 1957 Ne Win ad interim
Predecessore Primi ministri della Birmania Successore
Ne Win ad interim 4 aprile 1960–2 marzo 1962 Ne Win

Controllo di autorità VIAF: 40307725 LCCN: n50053601