USS Wasp (CV-7)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USS Wasp
La Wasp in entrata ad Hampton Roads il 26 maggio 1942. Sullo sfondo il cacciatorpediniere USS Gleaves
La Wasp in entrata ad Hampton Roads il 26 maggio 1942. Sullo sfondo il cacciatorpediniere USS Gleaves
Descrizione generale
Flag of the United States.svg
Tipo Portaerei
Classe unica
Proprietà U.S. Navy
Identificazione CV 3
Ordinata 1917 come incrociatore
1922 come portaerei
Cantiere Fore River Shipyard, Quincy (Massachusetts)
Impostata 25 settembre 1920
Varata 7 aprile 1925
Entrata in servizio 16 novembre 1927
Destino finale Silurata il 15 settembre 1942 dal sommergibile giapponese I-19 durante la campagna di Guadalcanal
Caratteristiche generali
Dislocamento standard: 14.700 t
pieno carico: 19.116 t
Lunghezza Linea di galleggiamento: 209,7 m
Globale: 225,9 m
Larghezza Linea di galleggiamento: 24,6 m
Globale: 33,2 m
Pescaggio 6,1 m
Propulsione 6 caldaie a 585 psi, turbine Parsons, 2 assi elica
55.000 shp
Velocità 29,5 nodi  (64,8 km/h)
Autonomia 12.000 mn a 15 nodi (22.000 km a 28 km/h)
Equipaggio 1.800 ufficiali e marinai (tempo di pace), 2.167 (tempo di guerra)
Equipaggiamento
Sensori di bordo Radar CXAM
Armamento
Artiglieria alla costruzione:
  • 8 pezzi da 5 in (127 mm)/38
  • 16 cannoni da 1.1 in (27 mm)/75 (affusti quadrupli)
  • 24 mitragliere calibro 0,50"
Corazzatura 50 libbre sull'isola, 3,5" sulla fiancata e da 50 libbre sul ponte sopra il timone Ponte di volo: da 76 mm fino a 110 mm
3° ponte: 51 mm
Scafo: da 130 mm a 180 mm
Mezzi aerei 76 aerei
3 elevatori
2 catapulte idrauliche sul ponte di volo, 2 sul ponte inferiore

[senza fonte]

voci di portaerei presenti su Wikipedia

La USS Wasp (hull classification symbol CV-7) fu una portaerei di squadra statunitense costruita per riempire un vuoto nel tonnellaggio destinato nel settore portaerei dal trattato navale di Washington agli Stati Uniti. Questo comportò la diminuzione del numero di caldaie e conseguentemente della potenza motrice.

Perdita[modifica | modifica wikitesto]

La Wasp in fiamme subito dopo essere stata colpita

La Wasp fu affondata il 15 settembre 1942 dal sommergibile giapponese I-19 con una salva di 6 siluri mentre recuperava una pattuglia aerea nei pressi di Guadalcanal, durante l'omonima campagna.

La USS Wasp nella finzione[modifica | modifica wikitesto]

La USS Wasp compare all'interno del manga Zipang, di Kaiji Kawaguchi, e nella relativa trasposizione anime. La nave viene inviata a stanare e sconfiggere la Mirai, il cacciatorpediniere giapponese arrivato dal Giappone del XXI secolo a causa di una tempesta magnetica. Per tentare di averne ragione, il comandante della Wasp lancia una ondata di 40 aerei in direzione della nave nemica, ma tutti i velivoli vengono intercettati e distrutti dal moderno apparato difensivo della Mirai, che riporta solo un lieve danno superficiale. Successivamente, prima che possa essere lanciata una seconda ondata, la Wasp viene affondata da un siluro lanciato da un sommergibile giapponese, che nella realtà storica fu il vero responsabile dell'affondamento della nave appare solo come "supervisore" per conto della marina imperiale dalle immense potenzialità belliche della Mirai.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]