USS Pueblo (AGER-2)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USS Pueblo (AGER-2)
La USS Pueblo nel 1967 al largo di San Diego, California
La USS Pueblo nel 1967 al largo di San Diego, California
Descrizione generale
Flag of the United States.svg
Tipo cargo costiero, poi nave da sorveglianza elettronica
In servizio con Flag of the United States.svg United States Navy
Identificazione AGER-2
Impostata 1944
Catturata 23 gennaio 1968
Stato trattenuta dalla Corea del Nord dal 1968
Caratteristiche generali
Stazza lorda standard 550 tsl
a pieno carico 895 tsl
Lunghezza 53,9 m
Velocità 12,7 nodi
Equipaggio 2 ufficiali, 70 uomini

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La USS Pueblo (AGER-2) è stata una nave della United States Navy, dapprima usata come cargo ausiliario leggero (light auxiliary cargo - AKL), poi dal 1967 per spionaggio elettronico. La sua classificazione iniziale era FS-344, come facente parte del progetto di cargo costieri progetto 381. Divenne parte del programma AGER insieme alla USS Banner (AGER-1) e alla USS Palm Beach (AGER-3)[1].

Operatività[modifica | modifica sorgente]

La nave, dopo la sua trasformazione in battello da sorveglianza elettronica in California, traversò il Pacifico per condurre attività di ELINT in Estremo Oriente. Raggiunse il Giappone alla fine del 1967 ed iniziò a condurre crociere di sorveglianza al largo della costa coreana. Le attività erano classificate in generale "a rischio minimo" in quanto venivano condotte in acque internazionali, e questo avvenne anche per la missione che ne comportò la cattura[2] per cui alla nave non veniva assegnata una scorta ravvicinata, ma solo un eventuale appoggio aereo da concordare via radio; d'altronde le connessioni radio erano precarie, e quindi eventuali richieste potevano essere accolte anche con un significativo ritardo. Negli ordini di navigazione veniva stabilito esplicitamente che le eventuali armi di bordo, nello specifico due mitragliere da 12,7mm senza protezione, dovevano essere tenute coperte e con le munizioni non in vista, quindi la nave era virtualmente disarmata[2].

La cattura[modifica | modifica sorgente]

Rotta e posizioni della USS Pueblo prima della cattura.

Il 5 gennaio 1968 la USS Pueblo salpò dal porto giapponese di Yokosuka con l'incarico di effettuare delle ricognizioni sull'attività navale sovietica nello stretto di Tsushima nel Mar del Giappone[3].

Il 23 gennaio l'imbarcazione fu intercettata da un cacciasommergibili nordcoreano, la USS Pueblo tentò di allontanarsi ma fu bloccata dall'intervento di altre unità navali (torpediniere) e da alcuni MiG-21[4]. I nordcoreani tentarono di avvicinarsi per salire a bordo ma l'imbarcazione statunitense compì alcune manovre per impedirlo, dopo circa due ore le unità nordcoreane aprirono il fuoco con colpi di cannone e mitragliatrice. La nave statunitense venne quindi scortata verso la costa e durante il trasferimento venne cannoneggiata una seconda volta. La posizione in cui avvenne la cattura resta controversa, secondo la marina americana l'unità navale si trovava in acque internazionali, mentre secondo le autorità nordcoreane lo scontro avvenne all'interno delle loro acque territoriali[5].

La USS Pueblo venne fatta attraccare al porto di Wŏnsan mentre i membri dell'equipaggio furono trasportati in un campo di prigionia riservato ai prigionieri di guerra[6].

Dopo lunghe trattative tra i due governi, il 23 dicembre 1968 i membri dell'equipaggio vennero condotti nella zona demilitarizzata al confine con la Corea del Sud e rilasciati[7], la nave venne invece trattenuta.

Nel 2009 venne collocata sul fiume Taedong che attraversa la capitale Pyongyang per essere aperta al pubblico diventando in breve tempo una delle maggiori attrazioni turistiche della città. Nel novembre 2012 l'imbarcazione è improvvisamente sparita dalla sua collocazione, le autorità nordcoreane non hanno dato nessuna comunicazione ufficiale in merito e gli organi di stampa stranieri hanno ipotizzato che la nave possa essere stata ricollocata nel vicino museo dedicato alla Guerra di liberazione della Patria[8].

La USS Pueblo ancorata sul fiume Taedong a Pyongyang (agosto 2012).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.usspueblo.org/Background/AGER_Program.html US Navy AGER Program (Auxiliary General Environmental Research)
  2. ^ a b 18 December 1967 0752Z - Operational Orders.
  3. ^ Robert E. Newton, The Capture of USS Pueblo and its effect on SIGINT Operations, Centre For Cryptologic History - National Security Agency, 1992, pp. 39-43.
  4. ^ Newton, op. cit., pag. 51
  5. ^ Newton, op. cit., pp. 61-62
  6. ^ Newton, op. cit., pag. 73
  7. ^ (EN) Dec 23, 1968: Crew of USS Pueblo released by North Korea, History Channel. URL consultato il 25-03-2013.
  8. ^ (EN) USS Pueblo Disappears from Pyongyang, NK News, 29-11-2012. URL consultato il 25-03-2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Marina Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marina