USS Houston (CA-30)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USS Houston
L'incrociatore USS Houston nel 1930 circa
L'incrociatore USS Houston nel 1930 circa
Descrizione generale
US Naval Jack.svg
Tipo incrociatore pesante
Classe Northampton
Proprietario/a Stati Uniti United States Navy
Costruttori Mare Island Naval Shipyard
Varata 7 settembre 1929
Entrata in servizio 17 giugno 1930
Destino finale affondata con siluri da aerei nipponici il 1º marzo 1942
Caratteristiche generali
Dislocamento 9300
Lunghezza 183 m
Larghezza globale:20,1 m
Pescaggio 5,0 m
Propulsione 8 caldaie White-Foster
  • turbine ad ingranaggi a riduzione singola
  • 107,000 shp
Velocità 32 nodi  (59 km/h)
Equipaggio 621 ufficiali e marinai (tempo di pace)
Armamento
Armamento 9 cannoni da 8" (203 mm)/55 , 8 cannoni da 5" (127 mm)/25, 8 mitragliere calibro .50 (12.7 mm)
Mezzi aerei 2 idrovolanti OS2U Kingfisher

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La USS Houston (CA-30) (originariamente designata CL-30) fu un incrociatore pesante della classe Northampton utilizzato dalla United States Navy durante la seconda guerra mondiale. Nella storia della marineria statunitense, è stata la seconda nave ad onorare con il nome la città di Houston nel Texas. La nave è stata affondata da un aerosilurante giapponese durante la battaglia dello stretto della Sonda, tra le isole di Giava e Sumatra, il 1º marzo 1942.

Costruzione[modifica | modifica wikitesto]

La USS Houston fu varata il 7 settembre 1929 alla Mare Island Naval Shipyard da Elizabeth Holcomb (figlia di Oscar Holcombe, l'allora sindaco di Houston). Entrò in servizio il 17 giugno 1930, comandata dal capitano Jesse Bishop Gay.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Il periodo tra le guerre[modifica | modifica wikitesto]

La seconda guerra mondiale[modifica | modifica wikitesto]

L'affondamento e la battaglia dello stretto della Sonda[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La nave fu insignita di due battle star ed una Presidential Unit Citation per il suo servizio durante la guerra.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fahey, James C., "The Ships and Aircraft of the U.S. Fleet", Two-Ocean Fleet Edition, Ships and Aircraft, 1941.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]