USB dead drop

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un esempio di USB dead drop installata a Brooklyn

L'USB dead drop è un sistema di file sharing offline, peer-to-peer e anonimo che si basa sulla condivisione pubblica di una chiave USB.

Tipicamente la chiave USB viene inserita in un muro e fissata con il cemento. Inizialmente è vuota eccetto che per il file README.txt che ne spiega l'utilizzo, e chiunque la può utilizzare per caricare e scaricare files[1].

Il nome deriva dal metodo dead letter box usato nello spionaggio.

Wireless dead drop[modifica | modifica wikitesto]

Basandosi sul concetto di USB dead drop, è stato sviluppato anche il Wireless dead drop[2][3][4]

Pro e contro[modifica | modifica wikitesto]

Essendo drive raggiungibili sia privatamente che pubblicamente danno a ciascuno l'abilità di salvare e trasferire dati in maniera anonima e del tutto gratuita. Proprio come i network offline, questo sistema è però vulnerabile a certi fattori:

  • Distruzione fisica: chiunque può danneggiare un dead drop utilizzando arnesi, alti voltaggi o elevate temperature.
  • Distruzione del software: chiunque può cancellare tutti i dati formattando il drive, oppure può crittografarli con una chiave segreta.
  • Spionaggio: chiunque può aggiungere trojan o keylogger al drive.
  • Divulgazione: chiunque può segnalare la locazione di un dead drop privato, pubblicandone le coordinate geografiche online.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ How to make your own
  2. ^ PirateBox
  3. ^ WIDROP
  4. ^ Wireless dead drop

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica