USB On-The-Go

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da USB OTG)
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Connettore}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.
Logo USB On-The-Go

L'USB OTG (USB On-The-Go) è un una specifica che permette ad un qualsiasi dispositivo capace di agire come host (ad esempio uno smartphone), di comunicare con periferiche USB come HDD esterni, pendrive, tastiere, mouse o joypad attraverso un opportuno cavo. A differenza dell'USB normale i dispositivi collegati sono driver-free.[1][2] L'utilizzo di USB OTG permette a questi dispositivi (normalmente smartphone, tablet e altro) di assumere il ruolo di host (o master) e peripheral (o slave). Ad esempio, un telefono cellulare può leggere da supporti removibili agendo da dispositivo host, o presentarsi come una memoria di massa USB quando è collegato a un computer host.

Specifiche[modifica | modifica wikitesto]

Le specifiche iniziali risalgono al 2000 con l'uscita dell'USB 2.0,[3] ma le specifiche ricevettero numerose modifiche tra cui la versione 1.3, risalente al 2006, la 2.0 risalente al 2008, e la 3.0 risalente al 2011.

La versione 3.0, Denominata "High-Speed USB On-The-Go" è la prima compatibile con i nuovi pin dell'USB 3.0 consentendo un trasferimento dati di ben 4,8 Gbit/s, invece le precedenti sono limitate a 480 Mbit/s (velocità dell'USB 2.0).[4]

Panoramica[modifica | modifica wikitesto]

Cavo USB OTG

L'USB On-The-Go è utilizzato in ambito mobile, tramite un file-manager, per leggere, copiare, incollare, eliminare o spostare qualsiasi file. Ma le potenzialità dell’OTG non finiscono qui: è possibile collegare ai vostri dispositivi anche tastieremousejoypad, fotocamere digitali e molto altro.[5]

L'OTG introduce un nuovo concetto: cioè un dispositivo può svolgere sia il ruolo di host che quello di client. La scelta se essere host o cliente è gestita tramite software. Un cavo OTG non è un classico cavo con una spina Micro-USB (Mini-USB per i dispositivi più vecchi) perché i pin dei segnali devono essere ovviamente invertiti.[6]

L'USB On-The-Go non vieta l'utilizzo di hub, ma nell’hub devono essere collegati solo dispositivi client (mouse, memorie di massa, tastiere) e non host.[7] Nell'hub non possono essere utilizzati, in contemporanea, dispositivi MHL e USB OTG; nel dispositivo (telefono) può essere usato uno solo dei protocolli in contemporanea.[8]

Alcuni dispositivi utilizzano un connettore USB On-The-Go a 11 pin (contro i 5 pin normali): la versione a 11 pin consente di utilizzare l'USB OTG in contemporanea all'MHL o al classico USB, ma nonostante questo adesso si utilizza sempre di più il classico Micro-USB tipo B (a 5 pin nella versione 2.0).[9] L'OTG supporta anche i nuovi connettori della versione 3.0 dell'USB, a patto che il telefono disponga di quel tipo di connettore.

Protocolli[modifica | modifica wikitesto]

L'USB On-The-Go supporta solo dispositivi driver-free gestiti tramite il protocollo Host Negotiation Protocol (HNP),[10] prima dell'introduzione dell'HNP venivano utilizzati protocolli proprietari.

I nuovi protocolli introdotti dall'USB OTG 2.0 sono i seguenti:[11][12]

  • Attach Detection Protocol (ADP): Consente che un dispositivo host controlli lo stato e il collegamento dell'altro dispositivo, consentendo di fornire energia tramite il bus. Il secondo dispositivo utilizzerà Session Request Protocol per avviare la comunicazione dati.
  • Session Request Protocol (SRP): Consente alla periferica (dispositivo cliente) di richiedere all'host di alimentare la linea VBUS e iniziare una sessione. Il dispositivo può terminare una sessione spegnendo la linea per abbassare il consumo, come richiesto in tutti i dispositivi alimentati a batteria come un telefono cellulare.
  • Host Negotiation Protocol (HNP): Consente la commutazione dei ruoli di host e client purché entrambi siano dispositivi OTG dual-role devices.  Quindi, qualsiasi dispositivo OTG è in grado di avviare il trasferimento dati su bus USB OTG. 

Invece l'USB On-The-Go non supporta alcuni protocolli utilizzati per i dispositivi driver-free nell'USB: Enhanced Host Controller Interface (EHCI); Open Host Controller Interface (OHCI); Universal Host Controller Interface (UHCI).[13]

Con la terza release dell'USB On-The-Go viene introdotto un nuovo protocollo: Role Swap Protocol (RSP).

  • Role Swap Protocol (RSP) È una alternativa all'HNP utilizzando però le novità introdotte dall'USB 3.0, funziona più o meno allo stesso modo ma utilizza i nuovi pin dell'USB 3.0.[14]

SuperSpeed OTG (SS-OTG)[modifica | modifica wikitesto]

La seconda release dell'OTG (USB On-The-Go 2.0) è uscita dopo dello standard USB 3.0, nonostante ciò le nuove caratteristiche introdotte (i nuovi Pin e la velocità molto più elevata) non sono ancora supportate, così nel 2011 viene lanciato il SuperSpeed OTG (OTG 3.0), con questa release il termine USB è in secondo piano, questa release oltre al supporto della nuova release introduce novità sui protocolli[14] e altre piccole novità.[15]

Utilizzo e supporto[modifica | modifica wikitesto]

La possibilità di inviare i dati senza utilizzare un USB master (tipicamente un computer) controllore apre un vasto campo di applicazione: per esempio, una fotocamera in grado di inviare le immagini direttamente a una stampante, un telefono in grado di leggere un disco rigido, videocamere collegate a lettori DVD, ecc permette un ampio utilizzo nel mondo del mobile.[16]

I primi dispositivi che supportano il protocollo OTG sono i Nokia con symbian,[1] il supporto all'OTG è in tutti i principali sistemi operativi (Android, iOS, Windows Phone) ma nonostante ciò il supporto, in molti dispositivi, è disattivato (tra cui i Nexus, con android stock, dove il codice è disponibile sull'AOSP), non è utilizzabile senza root (iOS), oppure è stato introdotto ma non è utilizzabile (introdotto con Windows Phone 8.1, ma inattivo).

 Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Discussione: USB OTG: facciamo chiarezza, 31 giugno 2014. URL consultato il 14 agosto 2014.
  2. ^ SB OTG: Cos’è e Come Si Usa, 13 dicembre 2013. URL consultato il 14 agosto 2014.
  3. ^ (EN) On-The-Go and Embedded Host Supplement to the USB 2.0 Specification. URL consultato il 14 agosto 2014.
  4. ^ (EN) USB.org - USB On-The-Go. URL consultato il 14 agosto 2014.
  5. ^ Cos’è l’OTG? USB On-The-Go, 30 gennaio 2014. URL consultato il 14 agosto 2014.
  6. ^ (EN) Make Your Own USB On-The-Go (OTG) Cable, p. 3. URL consultato il 14 agosto 2014.
  7. ^ (EN) Note 2: OTG cable + USB hub?, 1 novembre 2013. URL consultato il 14 agosto 2014.
  8. ^ (EN) MHL with USB OTG?, 29 giugno 2012, pp. 27. URL consultato il 14 agosto 2014.
  9. ^ (EN) 5-pin vs. 11-pin micro USB connectors for the Galaxy Note 2, 27 ottobre 2012, pp. 2. URL consultato il 14 agosto 2014.
  10. ^ (EN) USB OTG Drivers (Compact 2013), 26 marzo 2014. URL consultato il 14 agosto 2014.
  11. ^ (EN) Dan Harmon, USB On-The-Go oveview (PDF), pp. 32. URL consultato il 14 agosto 2014.
  12. ^ (EN) Jane Cohen, OTG protocols. URL consultato il 14 agosto 2014.
  13. ^ (EN) Features of the USB OTG Controller (PDF), 31 luglio 2014. URL consultato il 14 agosto 2014.
  14. ^ a b (EN) USB 3.0 SuperSpeed OTG (PDF). URL consultato il 15 agosto 2014.
  15. ^ (EN) USB OTG 3.0 Lets Smartphones, Tablets Transfer at SuperSpeed. URL consultato il 15 agosto 2014.
  16. ^ (FR) The Hilal Post, USB OTG – Connectez vos périphériques à vos smartphones et tablettes, 27 agosto 2013. URL consultato il 14 agosto 2013.
informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica