UFO Robot Goldrake contro il Grande Mazinga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
UFO Robot Goldrake contro il Grande Mazinga
film anime
Titolo orig. UFOロボグレンダイザー対グレートマジンガー,
(UFO Robot Grendizer tai Great Mazinger)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Go Nagai
Regia Osamu Kasai
Sceneggiatura Keisuke Fujikawa
Produttore Toei Animation, Dynamic Planning
Character design Kazuo Komatsubara
Animazione
Studio
Musiche
1ª edizione 20 marzo 1976
Aspect ratio 2.35:1
Durata 27 min
Genere mecha

UFO Robot Goldrake contro il Grande Mazinga (UFOロボグレンダイザー対グレートマジンガー, UFO Robot Grendizer tai Great Mazinger?) è un cortometraggio cinematografico basato sulle serie TV Grande Mazinga e UFO Robot Goldrake, entrambe ideate dal celebre mangaka giapponese Go Nagai. Uscì in Giappone il 20 marzo 1976.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Re Vega invia alla base lunare il comandante Barendos con la missione di distruggere una volta per tutte Goldrake (Grendizer) e conquistare la Terra, missione in cui Gandal e Hydargos (Blaki) hanno sistematicamente fallito. Barendos ammonisce i due Veghiani che, qualora la sua missione fosse coronata da successo, essi saranno immediatamente destituiti. Questa circostanza chiarisce perché, durante il dipanarsi della trama, non giunga alcun aiuto dalla base lunare veghiana. Barendos scende quindi sulla Terra con la sua astronave e con l'aiuto di un primo disco-mostro riesce a catturare Alcor (Koji Kabuto) ed il suo TFO. Distrutto il disco, sottopone il giovane pilota ad un condizionamento mentale grazie al quale riesce a scoprire l'esistenza di Mazinga Z e del Grande Mazinga, creati rispettivamente dal nonno e dal padre di Alcor, e da lui un tempo pilotati. I due potenti robot sono conservati come simboli di pace nel Museo dei Robot, dove Barendos, grazie alle informazioni carpite ad Alcor, riesce ad impadronirsi del Grande Mazinga per impiegarlo contro il sopraggiunto Goldrake. Actarus (Duke Fleed) sta per avere la peggio contro il potente robot terrestre ed un secondo disco-mostro, quando Alcor, riuscito a fuggire dalla nave veghiana, gli suggerisce come colpire il Grande Mazinga per bloccarlo temporaneamente. Barendos abbandona allora il robot immobile per tornare sulla sua nave, dando così ad Alcor (ovvero Koji Kabuto, pilota di Mazinga Z) la possibilità di prendere il suo posto ai comandi del Grande Mazinga e di contrattaccare insieme a Goldrake per la vittoria finale, dopo aver distrutto anche un terzo disco-mostro. Si tratta dell'unico caso nella produzione di Go Nagai in cui Koji Kabuto guida il Grande Mazinga.

Edizione italiana[modifica | modifica sorgente]

In Italia ne uscì una prima versione come secondo episodio del film di montaggio Mazinga contro gli Ufo Robot,[1] e con un doppiaggio in cui i nomi dei personaggi erano stati inventati per l'occasione. Nel 1998 la Dynamic Italia lo ha pubblicato in VHS nella sua forma originaria con due diversi doppiaggi, uno con i nomi già utilizzati nell'edizione televisiva italiana della serie UFO Robot Goldrake, e l'altro con i nomi originali dell'edizione giapponese.
Il primo doppiaggio italiano (a cura di Enrico Bomba) fu molto approssimativo, oltre che per l'incongruenza dei nomi dei personaggi, del tutto inventati, anche per l'imprecisa sincronizzazione e per la coesistenza sulla medesima traccia audio sia delle voci italiane che di quelle giapponesi.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ v. Mazinga contro gli Ufo Robot in Goldrake.info. URL consultato l'8 dicembre 2008.
  2. ^ Bombe in Goldrake.info. URL consultato il 19 luglio 2009.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga