UFC 155

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UFC 155: Dos Santos vs. Velasquez II
Promosso da Ultimate Fighting Championship
Brand UFC
Data 29 dicembre 2012
Sede MGM Grand Garden Arena
Città Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti
Spettatori 13.561
Cronologia pay-per-view
The Ultimate Fighter: Team Carwin vs. Team Nelson Finale UFC 155: Dos Santos vs. Velasquez II UFC on FX: Belfort vs. Bisping
Progetto Wrestling

UFC 155: Dos Santos vs. Velasquez II è stato un evento di arti marziali miste organizzato dalla Ultimate Fighting Championship che si è tenuto il 29 dicembre 2012 all'MGM Grand Garden Arena di Las Vegas, Stati Uniti.

Retroscena[modifica | modifica sorgente]

L'evento doveva ospitare la sfida tra Chael Sonnen e Forrest Griffin, ma Sonnen venne rimosso dall'evento perché scelto come allenatore per il reality show The Ultimate Fighter; Phil Davis venne indicato come suo sostituito, ma successivamente Griffin s'infortunò e il match saltò.

Erik Koch e Ricardo Lamas avrebbero dovuto affrontarsi in questo evento, ma l'incontro venne posticipato all'evento UFC on Fox: Johnson vs. Dodson.

Joe Lauzon avrebbe dovuto affrontare Gray Maynard, ma quest'ultimo s'infortunò e venne sostituito con Jim Miller.

Phil De Fries affrontò Todd Duffee, al suo ritorno in UFC, il quale rimpiazzava Matt Mitrione che venne scelto per sostituire l'indisponibile Shane Carwin nel match contro Roy Nelson all'evento The Ultimate Fighter: Team Carwin vs. Team Nelson Finale.

Tim Boetsch doveva vedersela con Chris Weidman in un match per un sicuro posto come contendente al titolo dei pesi medi, ma Weidman ebbe un acciacco alla spalla e dovette dare forfait, venendo quindi sostituito con il compagno di squadra Costa Philippou.

Per il suo ritorno nell'ottagono dopo la squalifica di un anno Chris Leben avrebbe dovuto affrontare Karlos Vemola, ma quest'ultimo diede forfait per infortunio e venne sostituito con l'esordiente Derek Brunson, che quindi fu il primo veterano della Strikeforce a lottare in UFC in tal periodo di fusione tra le due compagnie.

L'avversario di Leonard Garcia doveva essere Cody McKenzie, ma quest'ultimo risultò indisponibile e venne rimpiazzato con Max Holloway.

L'incontro tra Melvin Guillard e Jamie Varner avrebbe dovuto svolgersi due settimane prima con l'evento The Ultimate Fighter: Team Carwin vs. Team Nelson Finale, ma Varner si ammalò proprio la notte dell'evento.

Risultati[modifica | modifica sorgente]

Card preliminare[modifica | modifica sorgente]

Moraga sconfisse Cariaso per sottomissione (strangolamento a ghigliottina) a 1:11 del terzo round.
Holloway sconfisse Garcia per decisione divisa (29-28, 28-29, 29-28).
Duffee sconfisse De Fries per KO Tecnico (pugni) a 2:04 del primo round.
Jury sconfisse Johnson per decisione unanime (30-27, 30-27, 30-27).
Varner sconfisse Guillard per decisione divisa (30-27, 27-30, 30-27).
Perez sconfisse Bloodworth per KO Tecnico (pugni) a 3:50 del primo round.
Wineland sconfisse Pickett per decisione divisa (30-27, 28-29, 30-27).

Card principale[modifica | modifica sorgente]

Brunson sconfisse Leben per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28).
Okami sconfisse Belcher per decisione unanime (30-27, 30-27, 29-28).
Philippou sconfisse Boetsch per KO Tecnico (pugni) a 2:11 del terzo round.
Miller sconfisse Lauzon per decisione unanime (29-28, 29-28, 29-28).
Velasquez sconfisse dos Santos per decisione unanime (50-45, 50-43, 50-44) divenendo il nuovo campione dei pesi massimi UFC.

Premi[modifica | modifica sorgente]

I seguenti lottatori sono stati premiati con un bonus di 65.000 dollari[1]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "UFC 155 Bonuses: Miller, Lauzon, Duffee, Moraga Earn $65,000 Awards".