UEFA European Futsal Championship 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
UEFA European Futsal Championship 2012
Campionato europeo di calcio a 5 2012
Logo della competizione
Competizione UEFA European Futsal Championship
Sport Futsal pictogram.svg Calcio a 5
Edizione
Date 31 gennaio - 11 febbraio
Luogo Croazia Croazia
(2 città)
Partecipanti 12 (42 alle qualificazioni)
Impianto/i 2 stadi
Risultati
Vincitore Spagna Spagna
(6° titolo)
Secondo Russia Russia
Terzo Italia Italia
Quarto Croazia Croazia
Statistiche
Miglior marcatore Spagna Torras
Croazia Marinović (5)
Incontri disputati 20
Gol segnati 109 (5,45 per incontro)
Pubblico 95 726
(4 786 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg ed. precedente ed. successiva Right arrow.svg

L'UEFA European Futsal Championship 2012 è stato l' 8º campionato europeo per le nazioni di calcio a 5, e si è disputato a Zagabria e Spalato, in Croazia, dal 31 gennaio all'11 febbraio 2012. La Spagna ha conquistato il titolo per la sesta volta, la quarta consecutiva, battendo in finale la Russia per 3-1 dopo i tempi supplementari.

Come l'ultima edizione il torneo è stato disputato da 12 squadre divise in 4 gironi da 3 squadre, le prime due di ogni girone si sono qualificate per i quarti di finale dove è iniziata la fase a eliminazione diretta.

Qualificazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Qualificazioni all'UEFA European Futsal Championship 2012.

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Scelta della sede[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alla Croazia erano in lista per l'organizzazione del torneo il Belgio, che ci aveva già provato per l'europeo del 2010, con Anversa e Charleroi, e la Macedonia con la città di Skopje. La decisione di affidare alla Croazia l'organizzazione dell'evento è stata presa il 24 marzo 2010, alla riunione del Comitato Esecutivo UEFA a Tel Aviv in Israele.[1]

Mappa di localizzazione: Croazia
Mappa delle città ospitanti

Impianti[modifica | modifica wikitesto]

I due impianti utilizzati sono stati la Zagreb Arena a Zagabria e la Spaladium Arena di Spalato. Le semifinali, la finale e la finale per il terzo posto si sono disputate all'Arena Zagreb, mentre i quarti di finale e le 12 partite della fase a gironi sono state equamente ripartite tra Zagabria e la Spaladium Arena.

Impianto Arena Zagreb Spaladium Arena
Foto
Arena Zagreb 2009.jpg Arena zagreb indoor.jpg
Esterno Interno
Spaladium Arena 1.JPG Spaladium arena int.jpg
Esterno Interno
Città Zagabria Spalato
Capacità 15.200 10.931

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Così dalle qualificazioni Precedenti apparizioni al torneo *
Croazia Croazia 00Ospitante 2 (1999, 2001)
Spagna Spagna 01Vincitrice gruppo 1 7 (1996, 1999, 2001, 2003, 2005, 2007, 2010)
Russia Russia 02Vincitrice gruppo 2 7 (1996, 1999, 2001, 2003, 2005, 2007, 2010)
Portogallo Portogallo 03Vincitrice gruppo 3 5 (1999, 2003, 2005, 2007, 2010)
Rep. Ceca Rep. Ceca 04Vincitrice gruppo 4 5 (2001, 2003, 2005, 2007, 2010)
Ucraina Ucraina 05Vincitrice gruppo 5 6 (1996, 2001, 2003, 2005, 2007, 2010)
Italia Italia 06Vincitrice gruppo 6 7 (1996, 1999, 2001, 2003, 2005, 2007, 2010)
Azerbaigian Azerbaigian 07Seconda gruppo 1 1 (2010)
Serbia Serbia 08Seconda gruppo 2 3 (1999, 2007, 2010)
Romania Romania 09Seconda gruppo 4 1 (2007)
Turchia Turchia 10Seconda gruppo 5 0 (debutto)
Slovenia Slovenia 11Seconda gruppo 6 2 (2003, 2010)
* In grassetto la vincitrice di quell'edizione.

Convocazioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Convocazioni per il campionato europeo di calcio a 5 2012.


Sorteggio dei gruppi[modifica | modifica wikitesto]

Il sorteggio si è tenuto il 9 settembre 2011 a Zagabria presso il centro conferenze Hypo Expo XXI[2]. Alla cerimonia del sorteggio hanno partecipato:

Urna 1 Urna 2 Urna 3

Croazia Croazia (ospitante, assegnata al gruppo A)
Spagna Spagna (detentrice titolo)
Italia Italia
Portogallo Portogallo

Russia Russia
Rep. Ceca Rep. Ceca
Ucraina Ucraina
Serbia Serbia

Azerbaigian Azerbaigian
Romania Romania
Slovenia Slovenia
Turchia Turchia

Copertura televisiva[modifica | modifica wikitesto]

Tutti gli incontri sono stati trasmessi da Eurosport.

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pti G V N P GF GS
Croazia Croazia 6 2 2 0 0 7 5
Romania Romania 3 2 1 0 1 4 3
Rep. Ceca Rep. Ceca 0 2 0 0 2 5 8
Spalato
31 gennaio 2012, ore 21:00 UTC+1
Croazia Croazia 2 – 1
(0-0)
referto
Romania Romania Spaladium Arena (8.000 spett.)
Arbitri Belgio Pascal Lemal
Inghilterra Marc Birkett
Ungheria Gábor Kovács

Spalato
2 febbraio 2012, ore 18:30 UTC+1
Romania Romania 3 – 1
(1-1)
referto
Rep. Ceca Rep. Ceca Spaladium Arena (2.000 spett.)
Arbitri Finlandia Timo Onatsu
Germania Stephan Kammerer
Spagna Fernando Lumbreras

Spalato
4 febbraio 2012, ore 20:30 UTC+1
Rep. Ceca Rep. Ceca 4 – 5
(0-1)
referto
Croazia Croazia Spaladium Arena (6.000 spett.)
Arbitri Portogallo Eduardo Fernandes Coelho
Belgio Pascal Lemal
Inghilterra Marc Birkett

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pti G V N P GF GS
Spagna Spagna 6 2 2 0 0 8 3
Ucraina Ucraina 3 2 1 0 1 7 7
Slovenia Slovenia 0 2 0 0 2 5 10
Zagabria
31 gennaio 2012, ore 19:00 UTC+1
Spagna Spagna 4 – 2
(1-1)
referto
Slovenia Slovenia Arena Zagreb (5.308 spett.)
Arbitri Romania Bogdan Sorescu
Austria Gerald Bauernfeind
Rep. Ceca Karel Henych

Zagabria
2 febbraio 2012, ore 20:30 UTC+1
Slovenia Slovenia 3 – 6
(0-4)
referto
Ucraina Ucraina Arena Zagreb (2.200 spett.)
Arbitri Austria Gerald Bauernfeind
Romania Bogdan Sorescu
Croazia Danijel Janošević

Zagabria
4 febbraio 2012, ore 14:00 UTC+1
Ucraina Ucraina 1 – 4
(0-4)
referto
Spagna Spagna Arena Zagreb (3.500 spett.)
Arbitri Cipro Petros Panayides
Croazia Danijel Janošević
Polonia Sebastian Stawicki

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pti G V N P GF GS
Russia Russia 4 2 1 1 0 7 2
Italia Italia 4 2 1 1 0 5 3
Turchia Turchia 0 2 0 0 2 1 8
Spalato
1º febbraio 2012, ore 17:15 UTC+1
Italia Italia 3 – 1
(1-1)
referto
Turchia Turchia Spaladium Arena (1.000 spett.)
Arbitri Germania Stephan Kammerer
Finlandia Timo Onatsu
Slovenia Borut Šivic

Spalato
3 febbraio 2012, ore 18:30 UTC+1
Turchia Turchia 0 – 5
(0-2)
referto
Russia Russia Spaladium Arena (500 spett.)
Arbitri Inghilterra Marc Birkett
Ungheria Gábor Kovács
Portogallo Eduardo Fernandes Coelho

Spalato
5 febbraio 2012, ore 20:30 UTC+1
Russia Russia 2 – 2
(2-0)
referto
Italia Italia Spaladium Arena (1.000[3] spett.)
Arbitri Spagna Fernando Lumbreras
Slovenia Borut Šivic
Finlandia Timo Onatsu

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Pti G V N P GF GS
Portogallo Portogallo 6 2 2 0 0 6 2
Serbia Serbia 3 2 1 0 1 10 10
Azerbaigian Azerbaigian 0 2 0 0 2 9 13
Zagabria
1º febbraio 2012, ore 21:00 UTC+1
Portogallo Portogallo 4 – 1
(2-1)
referto
Azerbaigian Azerbaigian Arena Zagreb (2.200 spett.)
Arbitri Russia Ivan Šabanov
Polonia Sebastian Stawicki
Italia Francesco Massini

Zagabria
3 febbraio 2012, ore 20:30 UTC+1
Azerbaigian Azerbaigian 8 – 9
(4-3)
referto
Serbia Serbia Arena Zagreb (2.300 spett.)
Arbitri Polonia Sebastian Stawicki
Italia Francesco Massini
Cipro Petros Panayides

Zagabria
5 febbraio 2012, ore 14:00 UTC+1
Serbia Serbia 1 – 2
(0-0)
referto
Portogallo Portogallo Arena Zagreb (2.300 spett.)
Arbitri Rep. Ceca Karel Henych
Russia Ivan Šabanov
Austria Gerald Bauernfeind

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Quarti di finale Semifinali Finale
6 febbraio- Spalato
 Croazia Croazia  1 (3)
9 febbraio- Zagabria
 Ucraina Ucraina  1 (1)  
 Croazia Croazia  2
7 febbraio- Spalato
   Russia Russia  4  
 Russia Russia  2
11 febbraio- Zagabria
 Serbia Serbia  1  
 Russia Russia  1
6 febbraio- Zagabria
   Spagna Spagna  3
 Romania Romania  3
9 febbraio- Zagabria
 Spagna Spagna  8  
 Spagna Spagna  1 Finale 3º posto
7 febbraio- Zagabria
   Italia Italia  0  
 Italia Italia  3  Croazia Croazia  1
 Portogallo Portogallo  1    Italia Italia  3
11 febbraio- Zagabria

Quarti[modifica | modifica wikitesto]

Zagabria
6 febbraio 2012, ore 18:30 UTC+1
Romania Romania 3 – 8
(2-4)
referto
Spagna Spagna Arena Zagreb (1.500 spett.)
Arbitri Ungheria Gábor Kovács
Portogallo Eduardo Fernandes Coelho
Russia Ivan Shabanov

Spalato
6 febbraio 2012, ore 21:00 UTC+1
Croazia Croazia 4 – 2
(d.t.s.)
(1-0,1-1,1-1)
referto
Ucraina Ucraina Spaladium Arena (9.500 spett.)
Arbitri Italia Francesco Massini
Cipro Petros Panayides
Belgio Pascal Lemal

Spalato
7 febbraio 2012, ore 18:30 UTC+1
Russia Russia 2 – 1
(0-0)
referto
Serbia Serbia Spaladium Arena
Arbitri Croazia Danijel Janošević
Rep. Ceca Karel Henych
Romania Bogdan Sorescu

Zagabria
7 febbraio 2012, ore 21:00 UTC+1
Italia Italia 3 – 1
(0-0)
referto
Portogallo Portogallo Arena Zagreb (2.200 spett.)
Arbitri Slovenia Borut Šivic
Spagna Fernando Lumbreras
Germania Stephan Kammerer

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Zagabria
9 febbraio 2012, ore 18:30 UTC+1
Croazia Croazia 2 – 4
(0-3)
referto
Russia Russia Arena Zagreb (14.300 spett.)
Arbitri Slovenia Borut Šivic
Romania Bogdan Sorescu
Spagna Fernando Lumbreras

Zagabria
9 febbraio 2012, ore 21:00 UTC+1
Spagna Spagna 1 – 0
(1-0)
referto
Italia Italia Arena Zagreb
Arbitri Ungheria Gábor Kovács
Portogallo Eduardo Fernandes Coelho
Croazia Danijel Janošević

Finale 3º-4º posto[modifica | modifica wikitesto]

Zagabria
11 febbraio 2012, ore 18:30 UTC+1
Croazia Croazia 1 – 3
(0-1)
referto
Italia Italia Arena Zagreb (10.017 spett.)
Arbitri Spagna Fernando Lumbreras
Russia Ivan Shabanov
Romania Bogdan Sorescu

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Zagabria
11 febbraio 2012, ore 21:00 UTC+1
Russia Russia 1 – 3
(d.t.s.)
(0-0, 1-1)
referto
Spagna Spagna Arena Zagreb (10.000 spett.)
Arbitri Croazia Danijel Janošević
Italia Francesco Massini
Portogallo Eduardo Fernandes Coelho

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Russia
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Spagna

Campione[modifica | modifica wikitesto]

Campione d'Europa 2012

Flag of Spain.svg

SPAGNA
(6º titolo)


Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra
Gold medal icon.svg Spagna Spagna
Silver medal icon.svg Russia Russia
Bronze medal icon.svg Italia Italia
4 Croazia Croazia
5 Portogallo Portogallo
5 Serbia Serbia
5 Ucraina Ucraina
5 Romania Romania
9 Rep. Ceca Rep. Ceca
9 Azerbaigian Azerbaigian
9 Slovenia Slovenia
9 Turchia Turchia

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Nazione Gol
Dario Marinović Croazia Croazia 5
Jordi Torras Spagna Spagna
Vidan Bojović Serbia Serbia 4
Aicardo Spagna Spagna
Jadder Dantas Azerbaigian Azerbaigian 3
Jakov Grcić Croazia Croazia
Aleksandr Fukin Russia Russia
Pula Russia Russia
Konstantin Maevski Russia Russia
Rafael Usín Spagna Spagna
Valeriy Legchanov Ucraina Ucraina
Felipe Azerbaigian Azerbaigian 2
Luca Ippoliti Italia Italia
Gabriel Lima Italia Italia
Saad Assis Italia Italia
Ricardinho Portogallo Portogallo
Michal Belej Rep. Ceca Rep. Ceca
Cosmin Gherman Romania Romania
Florin Matei Romania Romania
Cirilo Russia Russia
Mladen Kocić Serbia Serbia
Miguelin Spagna Spagna
Sergio Lozano Spagna Spagna

Autoreti

Giocatore Nazione AutoGol
Felipe Azerbaigian Azerbaigian 1
Tihomir Novak Croazia Croazia
Ricardinho Portogallo Portogallo
Arnaldo Pereira Portogallo Portogallo
Vidan Bojović Serbia Serbia
Kike Spagna Spagna
Denys Osvyannikov Ucraina Ucraina
Valeriy Legchanov Ucraina Ucraina

Assist[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Nazione Assist
Alemao Spagna Spagna 5
Tihomin Novak Croazia Croazia 3
Kike Spagna Spagna
Carlos Ortiz Jiménez Spagna Spagna
Felipe Azerbaigian Azerbaigian 2
Thiago Azerbaigian Azerbaigian
Josip Šuton Croazia Croazia
João Matos Portogallo Portogallo
Ricardinho Portogallo Portogallo
Lukáš Rešetár Rep. Ceca Rep. Ceca
Cosmin Gherman Romania Romania
Cirilo Russia Russia
Konstantin Maevski Russia Russia
Pula Russia Russia
Sergei Sergeev Russia Russia
Slobodan Rajčević Serbia Serbia
Maxym Pavlenko Ucraina Ucraina

Cartellini[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Ammonizione Yellow card.svgYellow card.svgRed card.svg Red card.svg
Rep. Ceca Rep. Ceca 2 0 1
Azerbaigian Azerbaigian 5 1 0
Turchia Turchia 5 0 0
Russia Russia 2 1 0
Slovenia Slovenia 4 0 0
Romania Romania 3 0 0
Serbia Serbia 3 0 0
Spagna Spagna 2 0 0
Ucraina Ucraina 2 0 0
Croazia Croazia 1 0 0
Italia Italia 1 0 0
Portogallo Portogallo 0 0 0

Arbitri[modifica | modifica wikitesto]

Nazione Arbitro
Austria Austria Gerald Bauernfeind
Inghilterra Inghilterra Marc Birkett
Portogallo Portogallo Eduardo Fernandes Coelho
Rep. Ceca Rep. Ceca Karel Henych
Croazia Croazia Danijel Janošević
Germania Germania Stephan Kammerer
Spagna Spagna Fernando Lumbreras
Ungheria Ungheria Gábor Kovács
Belgio Belgio Pascal Lemal
Italia Italia Francesco Massini
Finlandia Finlandia Timo Onatsu
Cipro Cipro Petros Panayides
Russia Russia Ivan Shabanov
Slovenia Slovenia Borut Šivic
Romania Romania Bogdan Sorescu
Polonia Polonia Sebastian Stawicki

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Torneo finale 2012
  2. ^ L'Italia conosce il suo destino
  3. ^ futsaleuro2012
  4. ^ Torras vince la Scarpa d'Oro adidas – UEFA.com

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio