Twilight (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twilight
Autore Stephenie Meyer
1ª ed. originale 2005
1ª ed. italiana 2006
Genere Romanzo
Sottogenere Paranormal romance
Lingua originale inglese
Ambientazione Penisola di Washington, Stati Uniti
Protagonisti Isabella Swan, Edward Cullen
Antagonisti James, Laurent e Victoria
Altri personaggi Famiglia Cullen, Famiglia Swan, Compagni di classe
Serie Saga di Twilight
Seguito da New Moon

Twilight è il primo libro della Saga di Twilight di Stephenie Meyer, pubblicato il 5 ottobre 2005 negli Stati Uniti e a giugno 2006 in italiano.

È un romanzo dedicato ad un pubblico giovane che ha riscosso molto successo negli Stati Uniti ed è sbarcato in Italia ottenendo il medesimo risultato.

Il 21 novembre 2008 è uscito il film Twilight tratto dal libro.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Isabella Swan decide di trasferirsi dalla soleggiata Phoenix alla piovosa cittadina di Forks nello stato di Washington per vivere con il padre Charlie e lasciare libera la madre, Renée, di viaggiare con il nuovo marito Phil Dwyer, un giocatore di baseball di serie B.

Nella nuova scuola, Bella viene presto accettata dai compagni e molti ragazzi le dedicano attenzioni, ma lei continua a pensare che Forks sia una città noiosa, finché non incontra lo sguardo di Edward Cullen durante la pausa pranzo scolastica. Osservandolo attentamente durante la lezione di biologia, Bella capisce che Edward nasconde qualcosa, ma nessuna delle sue ipotesi la porta a comprendere la reale natura soprannaturale del ragazzo.

Bella è convinta che lui la odi dal primo momento in cui l'ha incontrata, ma il comportamento di Edward sembra cambiare gradualmente, fino a indurlo a salvarla da un furgoncino che sta per investirla. Ma anche dopo il salvataggio Edward continua a sostenere di essere pericoloso ed esorta Bella a stargli lontano. Successivamente, Jacob Black, figlio di Billy, caro amico del padre di Bella, appartenente alla tribù dei Quileute, racconta alla ragazza una leggenda della sua tribù secondo la quale i Cullen sarebbero stati banditi dalla riserva indiana in quanto sarebbero un clan nemico, i cosiddetti freddi, leggenda alla quale lui ancora non crede. Bella capisce così che Edward è un vampiro. Dopo il secondo salvataggio di Bella ad opera di Edward, quest'ultimo ammette davanti alla ragazza la sua natura e le spiega che lui e la sua famiglia, pur essendo vampiri, si considerano "vegetariani" in quanto si sono imposti di nutrirsi solo di sangue animale e mai di sangue umano.

Sebbene la natura di Edward e della sua famiglia crei non pochi problemi, lui e Bella s'innamorano. La loro preoccupazione principale è data dal fatto che Edward è irresistibilmente attratto dall'odore del sangue della ragazza e deve fare uno sforzo enorme per trattenersi dal morderla.

La sera in cui Bella viene invitata ad una partita di baseball giocata da Edward e famiglia, tre vampiri, James, Victoria e Laurent, fanno la loro apparizione dal bosco e sentono l'odore di Bella. James, un segugio implacabile, reso euforico dalla reazione di Edward a difesa di Bella, inizia a darle la caccia e Bella, aiutata dai Cullen, è costretta a scappare a Phoenix. Fingendo telefonicamente di aver rapito sua madre Renée, James riesce ad attirare Bella nella sua vecchia scuola di ballo per ucciderla in cambio della vita della donna. Bella viene morsa da James e solo l'intervento provvidenziale di Edward, che resiste alla tentazione del suo sangue grazie all'amore che prova per lei, la salverà dalla trasformazione. Il giorno del ballo di fine anno, Bella chiede nuovamente ad Edward di trasformarla in vampiro, ma lui si oppone.

Copertina[modifica | modifica wikitesto]

La copertina di Twilight, come tutte nella serie, ha una simbologia ben precisa. La Meyer dichiara nelle FAQ del suo sito che la mela è simbolo del cosiddetto "frutto proibito" del libro della Genesi, che è rappresentato da Isabella stessa; inoltre, può essere interpretato come l'amore fra Bella e Edward, proibito come la mela dell'Albero della conoscenza del Bene e del Male, significato rinforzato dalla citazione dalla Genesi (2, 17)[1], inserita all'inizio del libro. Rappresenta inoltre la capacità di Bella di distinguere qual è il bene e quale il male, e il suo bivio sul consumare il "frutto proibito", raffigurato da Edward, o scegliere di non frequentarlo.[2][3] Una copertina alternativa distribuita per lo più nei paesi anglofoni riprende la locandina dell'adattamento cinematografico.

Versioni cinematografiche[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Twilight (film 2008).

Dal romanzo è stato tratto il film diretto da Catherine Hardwicke e interpretato dalla giovane coppia di attori Kristen Stewart (Bella) e Robert Pattinson (Edward).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Sacra Bibbia - Gen2,17. URL consultato il 01-10-09.
  2. ^ Twilight FAQ. URL consultato il 01-10-09.
  3. ^ Twilight Around the World. URL consultato il 01-10-09.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura