Tutte le donne del re

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tutte le donne del re
Titolo originale Henry VIII and His Six Wives
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1972
Durata 98 min
Colore Colore
Audio sonoro
Genere storico
Regia Waris Hussein
Soggetto Ian Thorne
Sceneggiatura Ian Thorne
Produttore Roy Baird e Mark Shivas
Casa di produzione Anglo-EMI e BBC
Fotografia Peter Suschitzky
Montaggio John Bloom
Musiche David Munrow
Scenografia Roy Stannard
Costumi John Bloomfield
Interpreti e personaggi

Tutte le donne del re (Henry VIII and His Six Wives) è un film del 1972, diretto dal regista Waris Hussein.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La storia ripercorre la vita del re d'Inghilterra Enrico VIII, che prima di morire ricorda i suoi amori passati.

Dalla prima moglie Caterina d'Aragona non riesce ad avere un figlio maschio dopo la morte del piccolo erede e la lascia per la dama di corte Anna Bolena, ma non riesce a divorziare dalla prima, per l'opposizione del Papa. Sceglie dunque di autoproclamarsi capo della Chiesa d'Inghilterra, e quindi stabilisce egli stesso il divorzio e il nuovo matrimonio con Anna.

Dalla nuova moglie ha una figlia, Elisabetta, e un figlio nato morto. La donna, grazie anche alle macchinazioni di Thomas Cromwell, primo ministro del re, viene accusata di adulterio, processata e decapitata.

Si sposa con Jane Seymour, ragazza conosciuta tempo prima ad una festa; fra una rivolta dominata con la forza e il perdono dimostrato a sua figlia Maria, nasce Edoardo, ma Jane muore poco dopo. Dopo un breve matrimonio con la tedesca Anna di Cleves, conosce grazie al Duca di Norfolk sua nipote Caterina Howard, la nuova regina.

Sposata Caterina, scopre dopo poco i suoi tradimenti con Thomas Culpepper e finisce con il condannarla a morte. La sua ultima moglie sarà la vedova Caterina Parr. Terminati i ricordi delle sue donne, il re muore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

(EN) Tutte le donne del re in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.