Turrican II: The Final Fight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Turrican II: The Final Fight
Turrican 2.jpg
Sviluppo Factor 5
Pubblicazione Rainbow Arts
Ideazione Manfred Trenz
Serie Turrican
Data di pubblicazione 1991
Genere Piattaforme
Tema Fantascienza
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Amiga, Commodore 64, Amstrad CPC, MS-DOS, Atari ST, Windows, ZX Spectrum, CDTV
Preceduto da Turrican
Seguito da Turrican 3

Turrican II: The Final Fight è il seguito del videogioco a piattaforme Turrican.

Andreas Escher collabora con Trenz alla realizzazione del secondo episodio che viene pubblicato nel 1991 da Rainbow Arts. Come per il primo episodio Factor 5 si occupa della conversione Amiga.

I crediti per Turrican II vanno a:

La grafica è stata migliorata con copperlist, effetti di parallasse e maggior cura negli sprite. È stata inserita inoltre una sezione sparatutto alla guida di un'astronave per tre livelli (omaggio a Katakis).

L'elemento più importante ed impressionante di questo capitolo, a detta di molti il migliore dei tre, è l'atmosfera che si respira giocandoci. Le mappe sono immense e le aree segrete da scoprire numerose. Il tutto, coronato dalle musiche d'atmosfera (peraltro ascoltabili anche come extra) che si abbinano ad una grafica molto bella e che dà quasi l'idea di avere scenari "vivi". Nel livello 3 l'azione cambia e si trasforma in un tipico shoo'em up a scorrimento orizzontale.

La colonna sonora è stato uno degli elementi portanti di questa release, anche grazie alle routine scritte da Jochen Hippel che consentirono di ottenere nei tre brani più importanti (introduzione, credits e high score) 7 voci dai 4 canali audio dell'Amiga. La musica ingame invece utilizza solo 4 canali poiché le 3 voci extra, rese possibili da questa particolare routine di mixing in tempo reale, sono usate per gli effetti sonori.

La storia parla di un'astronave terrestre, la Avalon 1, che cercando di superare il limite delle galassie conosciute viene abbordata dall'enorme nave dell'imperatore conosciuto come "The Machine", dopo un breve scontro tra l'equipaggio di Avalon 1 e gli incursori l'unico terrestre rimasto in vita è Bren Mc Guire, che dirigendosi verso la stanza degli armamenti trova la nuova versione dell'armatura da battaglia Turrican e indossandola giura vendetta.

Livelli[modifica | modifica sorgente]

Il gioco si divide in 6 livelli che a loro volta si dividono in una moltitudine di sezioni. Il primo livello è ambientato in un deserto di rocce(simile a quello nel precedente capitolo), il secondo nelle caverne, il terzo in un'area in cui il giocatore controlla una navicella, il quarto nella fabbrica dei walker, il quinto in una zona con caratteristiche aliene e il sesto in una specie di torre.

Curiosità nei livelli[modifica | modifica sorgente]

Nel livello 2 si incontra un mostro identico ad uno presente in Toki: una specie di pianta che, se distrutta, rilascia tre nemici più piccoli.

Prima di iniziare il livello shoot'em up si vede un Force di R-Type in manutenzione e quindi inutilizzabile.

Nel livello 3-2, verso la fine, colpendo uno strano nemico, si ottiene un bonus che se raccolto fa apparire un nemico che porta uno striscione con scritto Katakis lives. Nella versione PC invece appare T3,I'll be back!. Nella versione Commodore 64 appare nel livello 3-3.

Nel livello 4, attraversando dei muri nascosti, si può raggiungere l'uscita subito, evitando il combattimento con il boss finale.

Nel livello 3-3 (versione C64), nel boss finale si possono leggere le lettere MT, ovvero Manfred Trenz.

La schermata finale è praticamente identica a quella di Psycho-Nics Oscar,ovvero uno dei giochi ispiratori di Turrican di Manfred Trenz.

Armi[modifica | modifica sorgente]

In questo episodio si ha a disposizione una vasta varietà di armi, a cominciare dalle tre principali:

  • Bounce: un'arma davvero potente nei passaggi stretti, in quanto il proiettile di quest'arma si divide in altri proiettili più piccoli al contatto con un nemico o con un muro. I proiettili hanno una forma rotonda.
  • Multiple shot: un'arma utilissima, specialmente ai massimi livelli, per eliminare molti nemici contemporaneamente. I proiettili hanno una forma a goccia.
  • Laser: l'arma più potente. Ha quattro potenziamenti, l'ultimo dei quali arriva a sparare un raggio grande come lo sprite principale.
  • Power Lines: due linee energetiche partono dal centro e si muovono verso i lati, incenerendo tutti i nemici.
  • Laser rotante: tenendo premuto il pulsante di fuoco per un paio di secondi si attiva l'arma. Essa è in grado di "pulire" lo schermo in un raggio di 180°.
  • Smart bomb: un'esplosione che distrugge tutti i nemici presenti nel punto dove si rilascia.
  • Bombe a grappolo: in modalità giroscopio vengono rilasciate per poi esplodere subito dopo.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La colonna sonora della versione Amiga comprende:[1]

  • Introduzione
    • The Final Fight
  • Mondo 1
    • The Desert Rocks
    • Traps
    • Hi Gi Joe!
    • Space Patrol
    • Warhead
  • Mondo 2
    • Secret Dungeons
    • The Great Bath
    • Metal Stars
    • Check the Gripper
    • Rock 'n' Roll Balance
    • Quickdrive to Hell
  • Mondo 3
    • Concerto for Laser and Enemies
    • Unidirectional Fight
    • Powerslide
    • Take a Look
    • Go for the Gunhed
    • Hypercycle Drive
  • Mondo 4
    • The Wall
    • Mr. Walker and His Factory
    • Dragonfight
  • Mondo 5
    • The Final Challenge
    • Go for the Nuke!
    • YEEAAH, Done It!
    • Danger Ahead
    • Look Behind You
    • Alien Squeeze
  • Hi-score
    • The Hero
  • Sequenza finale
    • Freedom

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lista originale presente nell'introduzione della versione Amiga del gioco.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi