Turntablism

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giradischi e mixer: gli strumenti del turntablist

Con turntablism si intende l'arte di suonare con il giradischi.

Il genere[modifica | modifica wikitesto]

Il termine fu creato da DJ Babu dei Beat Junkies nel 1994 e differenzia il Dj, che seleziona e mixa brani musicali, dal "turntablist" che invece è un vero manipolatore di suoni del disco. È una disciplina che deriva dalla cultura hip hop: Kool Herc fu il creatore dei cosiddetti (break) musicali che caratterizzarono il background musicale dell'hip hop anni settanta, mentre dobbiamo a Grand Wizard Theodore l'invenzione della celebre tecnica di scratch.

Il turntablism si può dividere in due sottodiscipline che sono lo scratch e il beat juggling. Ognuna di queste è composta da svariate tecniche più o meno avanzate che si possono ammirare nei contest nazionali e internazionali come quelle organizzate dalla DMC o dall'ITF.

Nella storia del turntablism si può considerare una "vecchia scuola" e una "nuova scuola" dati i molti progressi nell'ambito tecnologico con l'invenzione di nuovi giradischi con forze di trazione superiori e mixer più avanzati soprattutto per quanto riguarda la scorrevolezza dei fader e gli effetti.

Dagli anni 2000 si utilizza anche il sistema CDJ che sostituisce i cd ai dischi in vinile, ma la vera rivoluzione arriva nel 2004 quando viene lanciato il Serato scratch live, un sistema per integrare l'uso del giradischi con tracce audio digitali, che permette a molti dj e turntabler di appendere al chiodo i vecchi dischi in vinile a favore di un sistema efficiente e fisicamente meno ingombrante.[1]

Tra i più noti turntablist possiamo ricordare: Grandmaster Flash, DJ Grand Mixer DXT, Roc Raida, DJ Qbert, Gunkhole, A-Trak, Noisy Stylus, D-Styles, Jam Master Jay, Birdy Nam Nam and Kid Koala, DJ Kool Herc, Grand Wizard Theodore, Afrika Bambaataa, DJ Shadow, Birdy Nam Nam.

In Italia ricordiamo le storiche crew Alien Army con DJ Gruff e Men In Skratch con DJ Myke e DJ Aladyn. Altri capostipiti del turntablist in Italia sono DJ Jad, Dj cordella, DJ Tayone e Giorgio Prezioso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Spunto tratto dal sito ufficiale Serato Scratch Live

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Webber, Stephen. DJ Skills: The essential guide to Mixing and Scratching. USA, Elsevier,Ltd, 2008. ISBN 978-0-240-52069-8
  • Chang, Jeff. Can't Stop Won't Stop: a history of hip hop generation. New York, St. Martin's Press, 2005. ISBN 978-0-312-30143-9
  • Toop, David. Rap. Storia di una musica nera. Torino, EDT, 1992. ISBN 88-7063-130-3.
  • Bazin, Hugues. La cultura Hip Hop. Nardo, Besa, 1999. ISBN 88-86730-97-7.
  • Cooper, Martha. Hip Hop Files - photographs 1979-1984, Berlino, From Here to Fame, 2004. ISBN 3-937946-02-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica