Turkistanische Legion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lo scudetto per uniforme

La Legione Turchestana o Turkestana (in tedesco: Turkistanische Legion) era un'unità militare composta di popoli turchi che hanno combattuto nella Wehrmacht durante la seconda guerra mondiale. La maggior parte di queste truppe erano disertori o ex-prigionieri dell'Armata Rossa che scelsero di lottare con la Germania nella speranza di costituire uno Stato indipendente nell'Asia centrale (Grande Turchestan) dopo la guerra. Ad essi si aggiunsero volontari giunti dal Turchestan cinese.

La prima formazione della Legione Turchestana è stata mobilitata nel maggio del 1942, originariamente costituita da un solo battaglione, ma che è stato ampliato a 16 battaglioni e 16.000 soldati dal 1943. Su indicazione del comando della Wehrmacht, queste unità furono impiegate esclusivamente sul fronte occidentale, Francia e nord Italia, nella consapevolezza della fine che avrebbero fatto se catturati dall'Armata Rossa.

Area di provenienza dei volontari

Difatti una volta finita la guerra, gran parte della Legione Turchestana catturata da forze britanniche, fu riconsegnata all'U.R.S.S., dove la miglior sorte fu la detenzione in gulag o campi di concentramento.

Uno dei componenti che riuscì a salvarsi fu l'usbeco Baymirza Hayit che, sfuggito ai britannici, dopo la guerra si stabilì in Germania, e divenne un importante storico dell'Asia centrale e della Legione Turchestana. Anche il leader nazionalista Mustafa Šokaj (in lingua cazaca Мұстафа Шоқай) fece parte della Legione.


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Flagmaster Nr. 105, Estate 2002, pubblicazione del "The Flag Institute", Mayfair, Londra, W1J5NS, Regno Unito