Turgesius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Turgesius (scritto anche Turgeis o Thorgest) (... – 845) fu un capo vichingo attivo in Irlanda che si dice abbia conquistato Dublino.

Non è chiaro se i nomi negli Annali irlandesi rappresentino l'antico norreno Thurgestr o Thorgísl.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

L'unico dato affidabile su Turgesius è la sua morte riportata negli Annali dell'Ulster. Nell'845 fu catturato da Máel Sechnaill mac Máele Ruanaid del clan Cholmáin ed annegato nel Lough Owel.[2] In modo più dubbioso, gli Annali dei Quattro Maestri associano Turgesius con gli attacchi a Connacht, Mide ed al Monastero di Clonmacnoise nell'anno che ne precedette la morte.[3] L'isola principale del Lough Lene prende il nome da lui. È stato ipotizzato che Yahya bn-Hakam el Bekri al Djayani sia stato ambasciatore presso questo re norreno.[4]

Mito[modifica | modifica sorgente]

Nel XII secolo, quando la guerra tra irlandesi e stranieri (Cogad Gaedel re Gaillaib) fu composta per magnificare gli obbiettivi raggiunti da Brian Boru, Turgesius era diventato una figura importante.[5] Giraldus Cambrensis, che potrebbe aver avuto accesso ad una versione di quest'opera, include racconti simili nel suo Topographia Hibernica. Questi racconti non vengono ritenuti veritieri.[6]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ The Vikings In Scotland And Ireland In The Ninth Century (Donnchadh Ó Corráin. 1998)
  2. ^ Annals of Ulster, AU 845.8; Crawford, Scandinavian Scotland, p. 49, lo descrive come "l'unico fatto storico cui si può credere".
  3. ^ Annals of the Four Masters, AFM 843.13.
  4. ^ The Poet and the Spae-Wife (W. E. D. Allen:Saga-Book XV:3, 1960)
  5. ^ Per le origini del Cogad, vedi Ó Corráin, "Ireland, Wales, Man and the Hebrides", pp. 105–106.
  6. ^ Sawyer, Kings and Vikings, p. 22, cita Ó Corráin, il quale li dscrive come un 'farrago'; Crawford, Scandinavian Scotland, p. 49; Byrne, Irish Kings and High Kings, p. 267. Ó Cróinín, Early Medieval Ireland, p. 262, segue Liam De Paor nel descrivere il Cogad come "fonte di informazione sui Vichinghi buona quanto 'Star Trek' per i programmi spaziali". I racconti di Seathrún Céitinn derivano da Gerald; Ó Cróinín, Early Medieval Ireland, p. 247.