Tur Abdin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Coordinate: 37°24′18″N 41°29′43″E / 37.405°N 41.495278°E37.405; 41.495278

Monastero Mor Hananio o Dayr al-Zafaran
Portale di Mor Gabriel
Le torri di Mor Gabriel
Mor Gabriel

Tur Abdin è una regione montagnosa del sud-est della Turchia che comprende la metà orientale della provincia di Mardin e la parte ad ovest del Tigri della provincia di Şırnak, confinante con la Siria.

Il nome «Tur Abdin» deriva dal siriaco (ܛܘܪ ܥܒܕܝܢ) e significa «montagna dei servi di Dio», nome spiegabile dal gran numero di monasteri (più di ottanta) presenti nella regione. La gente originaria del Tur Abdin, gli Assiri e Aramaici, altrimenti noti come «Suryoye» o «Siriaci», è di religione cristiana siro ortodossa e parla un dialetto della lingua aramaica chiamato turoyo.

Monasteri[modifica | modifica sorgente]

Il più importante centro siro ortodosso in Tur Abdin è il monastero di Dayro d-Mor Hananyo, 6 km a sud-est di Mardin, nella parte occidentale della regione. Il monastero è conosciuto come Dayro d-Kurkmo in siriaco, Dayr al-Zafaran in arabo o Deyrülzafaran in turco. Fondato nell'anno 493, il monastero fu la residenza del Patriarca siro ortodosso dal 1160 al 1932. Nonostante il Patriarca viva attualmente a Damasco, il monastero contiene ancora il trono patriarcale e le tombe di sette Patriarchi e vescovi. Oggi il monastero è sostenuto e curato da un vescovo e da alcuni monaci.

Nel centro di Tur Abdin, a metà strada fra Midyat e Cizre, si trova il monastero Dayro d-Mor Gabriel. Costruito nel 397 d.C., il monastero di Mor Gabriel, è il più antico monastero Siro Ortodosso ancora attivo. È la sede del vescovo di Tur Abdin, che vi dimora con quattro monaci, sette suore e una schiera di ospiti, assistenti e studenti.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La città di Midyat e i villaggi di Hah, Bequsyone, Dayro da-Slibo, Salah (con l'antico monastero di Mor Yaqub), `Aynwardo (Ayinvert), Anhel, Kafro, Arkah (Harabale, con Dayro Mor Malke), Beth Sbirino, Middo (Miden) e Azagh sono tutti importanti luoghi Siro Ortodossi. Ad Hah si trova l'antica chiesa `Hito d'Yoldath-Aloho, la Chiesa della Madre di Dio.

Durante la Prima guerra mondiale molti Cristiani Siriaci, circa 500.000 (secondo i registri Siro Ortodossi, circa 90.000 di questi appartenevano alla loro comunità) sono stati uccisi nei genocidi Armeno e Assiro (in Siriaco Sayfo, che significa «spada») e morirono insieme ad altri con la stessa fede. Negli ultimi decenni a causa dei Curdi e dei Turchi molti Siro Ortodossi lasciarono la regione o furono uccisi. Oggi vivono solo 2.500 Cristiani in Tur Abdin, un quarto di quelli di trent'anni fa. Molti emigrarono in Siria, Europa (specialmente in Svezia dove oggi vivono circa 18.000 famiglie, e in Germania 15.000), Australia e Stati Uniti. Nonostante ciò, negli ultimi anni, alcune famiglie hanno iniziato a tornare in Tur Abdin.

Eventi recenti[modifica | modifica sorgente]

Il 6 giugno 2005 tre Siro Ortodossi che stavano tornando a casa hanno subito un attentato in Tur Abdin. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Le tre persone colpite un prete Siro Ortodosso, un imprenditore proveniente dalla Germania e il sindaco di Harabale stavano viaggiando in auto da Harabale a Kafro quando ad un certo punto è esplosa davanti a loro una bomba telecomandata. Tutti sono usciti illesi dalla macchina.

Il 10 febbraio 2006 e i giorni seguenti, grandi dimostrazioni hanno avuto luogo nella città di Midyat in Tur Abdin. Musulmani infuriati per la pubblicazione delle caricature sul profeta Maometto si radunarono ad Estel, la nuova parte della città, e iniziarono a marciare verso la vecchia parte di Midyat (a 6 chilometri di distanza), dove vivono i Cristiani. La polizia è riuscita a fermare la marcia prima che potesse raggiungere i Cristiani.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Turchia Portale Turchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Turchia