Tuarangisaurus keyesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tuarangisaurus
Stato di conservazione: Fossile
Tuarangisaurus.jpg
Scheletro di Tuarangisaurus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Classe Reptilia
Superordine Sauropterygia
Ordine Plesiosauria
Famiglia Elasmosauridae
Genere Tuarangisaurus
Specie T. keyesi

Il tuarangisauro (Tuarangisaurus keyesi) è un rettile marino estinto, appartenente ai plesiosauri. Visse nel Cretaceo superiore (Campaniano/Maastrichtiano, circa 72 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Nuova Zelanda.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questo rettile è noto per alcuni fossili comprendenti un cranio, parte di una mandibola e sette vertebre cervicali di un esemplare adulto. Altri fossili ritrovati nelle vicinanze sono stati attribuiti a esemplari giovani. Come tutti i plesiosauri, Tuarangisaurus doveva possedere un corpo schiacciato e quattro arti simili a pinne. Il collo era notevolmente allungato, mentre la testa (lunga circa 37 centimetri) era dotata di lunghi denti aguzzi. La lunghezza totale dell'esemplare adulto doveva aggirarsi sugli 8 - 9 metri.

Classificazione[modifica | modifica sorgente]

Descritto per la prima volta nel 1986, Tuarangisaurus è stato ritrovato a North Island (Mangahouanga Stream), nella zona dei Maori. È considerato un tipico rappresentante degli elasmosauridi, un gruppo di plesiosauri dal collo particolarmente sviluppato, caratteristici dei mari cretacei. Non sono chiare le affinità di Tuarangisaurus con gli altri membri della famiglia, ma i resti fossili indicano che questo animale differiva in alcuni aspetti da Mauisaurus, un altro elasmosauro proveniente dal Cretaceo superiore neozelandese. Il nome Tuarangisaurus deriva dalla parola Maori tuarangi, che significa "antico".

Un'altra specie di Tuarangisaurus, proveniente dall'Australia, è stata descritta nel 2005 (T. australis); questa specie, tuttavia, è stata in seguito attribuita al genere australiano Eromangasaurus.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Wiffen, J., and Moisley, W. L., 1986, Late Cretaceous reptiles (Families Elasmosauridae and Pliosauridae) from the Mangahouanga Stream, North Island, New Zealand: New Zealand Journal of Geology and Geophysicus, v. 29, p.205-252.
  • Sachs, S., 2005, Tuarangisaurus australis sp. nov. (Plesiosauria: Elasmosauridae) from the Lower Cretaceous of northeastern Queensland, with additional notes on the phylogeney of the Elasmosauridae: Memoirs of the Queensland Museum, v. 50, n. 2, p. 425-440.
  • Kear, B. P., 2006, A new elasmosaurid plesiosaur from the Lower Cretaceous of Queensland, Australia: Journal of Vertebrate Paleontology, v. 25, n. 4, p. 792-805.