Tsamarella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tsamarella
Tsamarella
Origini
Altri nomi mushiska mescísceke
Luogo d'origine Cipro Cipro
Dettagli
Categoria piatto unico
Ingredienti principali carne di capra
 

La tsamarella è un preparato tradizionale di Cipro a base di carne di capra (razza machaeras) essiccata al sole e coperta di sale e origano.

È una ricetta che provienne essenzialmente da usanze contadine e pastorali, quasi identica ai preparati pugliesi come la mescíscekeo la mushiska[1].

La sua preparazione è di un'estrema simplicità: è niente altro che coscia di capra immersa in sale e origano secco e lasciata essiccare al sole per 7-10 settimane.

Si presenta tagliata a striscioline sottili con un colore tendente al rosso scuro. Ha un sapore forte, speziato, con un sentore di selvatico

Recentemente, è stato costituito un presidio slow food[2]per salvaguardare questa popolazione caprina autoctona (la machaeras) che rischia di scomparire.

La tsamarella si abbina bene con lo Zivania, la grappa cipriota.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) Accademia italiana della cucina - Civiltà della tavola n°247, marzo 2013, p. 9
  2. ^ (IT) (EN) Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus - I Presìdi Slow Food internazionali: Tsamarella

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina