Tropico 4

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tropico 4
Tropico 4 logo.jpg
Sviluppo Haemimont Games
Pubblicazione Kalypso Media
Serie Tropico
Data di pubblicazione Flags of Canada and the United States.svg 30 agosto 2011
Germania 25 agosto 2011
Regno Unito 26 agosto 2011
Italia 5 settembre 2011
Genere Gestionale
Tema Mondo reale
Modalità di gioco giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, Xbox 360
Requisiti di sistema Minimi:
  • Processore: 2 GHz dual core
  • RAM: 1 GB
  • GPU: Shader Model 3.0 (Geforce 6600 o successive, Radeon X1600-Series), 256 MB o superiore
  • Sistema operativo: Windows XP SP3 (32-bit) / Vista / 7 (32 o 64-bit)
  • Scheda video: compatibile con DirectX 9.0c
  • Disco rigido: 5 GB liberi

Raccomandati:

  • Processore: 2 GHz Quad core
  • RAM: 2 GB
  • GPU: Shader Model 3.0 (Geforce 8800 o successuve, Radeon HD4000-Series), 512 MB o superiore
  • Sistema operativo: Vista / 7 (32 or 64-bit)
Periferiche di input (PC) Mouse, Tastiera
Preceduto da Tropico 3
Seguito da Tropico 5

Tropico 4 è un videogioco gestionale, sviluppato da Haemimont Games e pubblicato da Kalypso Media.

Si tratta di una simulazione di costruzione e gestione di una repubblica delle banane al tempo della Guerra Fredda. Come nelle passate edizioni del gioco il tutto è incentrato sul personaggio principale personalizzabile con il titolo di "El Presidente", che gestisce la repubblica (in realtà una dittatura) della piccola isola. È necessario quindi coordinarsi tra economia, società e diplomazia, schierandosi con una delle due superpotenze o cercando di restare neutrale, stando attenti ad espandere l'isola in modo vantaggioso e a trattare in modo equo la popolazione per evitare che si crei il malcontento.

Campagna[modifica | modifica sorgente]

La campagna di Tropico 4 consiste in 20 missioni ambientate su varie isole,ognuna con le proprie caratteristiche, in cui si dovrà realizzare il sogno di El Presidente (il protagonista nonché giocatore), il sogno di trasformare la nazione di Tropico da piccolo stato caraibico ad una grande potenza. Ecco l'elenco di tutte le missioni:

  • 1 - Ascesa al potere:
    • 1950 - El Presidente dovrà soddisfare le principali esigenze della popolazione, garantire un'economia di base ed avviare un conto bancario svizzero, con l'aiuto del vice presidente Penultimo (caricatura di Sadat), del leader capitalista aristocratico Antonio Lopez, del Generalissimo Santana (caricatura di Fidel Castro) e di Nick Richards (caricatura di Richard Nixon e Lyndon B. Johnson).
  • 2 - È tutto mio:
    • 1951 - Su Isla de Hierro, ricca di minerali, si dovrà con l'aiuto di Keith Preston, losco magnate della finanza e dell'industria americana incredibilmente somigliante a Boss Hogg di Hazzard, creare una forte industria mineraria così da finanziare le opere tropicane.
  • 3 - Sotto i riflettori:
    • 1952 - Si dovrà trasformare Cara Libro da una desolata ex-colonia inglese annessa a Tropico alla mecca del turismo nei Caraibi, con il sostegno dell'ONU di Brunhilde Van Hoof (caricatura a Margaret Tatcher). Inoltre si dovrà raccogliere oltre un milione di seguaci nel Mondo, anche con metodi poco ortodossi.
  • 4 - Affari IMPORTanti:
    • 1953 - Sempre con Keith Preston, ci troveremo sull'arida Yermo Incarnado, che si trova nelle immediata vicinanza delle principali rotte mercantili nei Caraibi. Si dovrà sviluppare una potente economia industriale, che sia in grado di sostituire Isla de Hierro, abbattuta economicamente e devastata da un potente terremoto nella precedente missione.
  • 5 - Tropico sopra ogni cosa:
    • 1954 - El Presidente, per rendere Tropico una nazione di primo piano a livello mondiale, cercherà di realizzare, non senza problemi, i record realizzati nella classifica dell'ONU.
  • 6 - Battibecchi tra le fazioni:
    • 1955 - Su Santa Teresa i governanti vengono deposti in poco tempo, con rivolte, guerriglie, invasioni straniere, golpe militari o semplici elezioni. El Presidente avrà a che fare con le fazioni dell'isola e dovrà cerchare di risolvere i conflitti tra di loro, schierandosi ogni volta o con una o con un'altra. Si dovrà anche tenere sotto controllo i ribelli di Marco Moreno (caricatura di Che Guevara, ambiguo rivoluzionario ultracomunista).
  • 7 - Crisi:
    • 1959 - Dopo la Rivoluzione cubana di Fidel Castro, gli USA e l'URSS si preparano a scatenare una guerra con un vasto arsenale nucleare. Nonostante i tentativi del Presidente di creare un esercito tropicano in grado di garantire l'indipendenza, si verrà accussati dell'assassinio del presidente americano e si dovrà fuggire per scampare ai rivali.
  • 8 - Sopravvivenza:
    • 1959 - Privo di denaro, rispetto e della sua identità, El Presidente viene dichiarato latitante dall'ONU, costringendolo a nascondersi su Isla Oscura. Qui, oltre che contattare i vecchi alleati inutilmente, si dovrà cercare di indebolire le gang di strada, i contrabbandieri ma soprattutto la Mafia tropicana, in stretti contatti con le famiglie italiane.
  • 9 - Che nessuno si tiri indietro:
    • 1960 - Essendo Tropico ora in mano al Generalissimo Santana, El Presidente si stabilisce su Nueva Speranza, meta degli emigrati che userà per assicurarsi un patrimonio di 1.000.000 di pesos, atto a finanziare la riscossa del Presidente.
  • 10 - Il giorno dell'Indipendenza:
    • 1961 - Per riacquisire notorietà internazionale (e vendicarsi velatamente contro l'aristocratico lord inglese Chuffney), El Presidente si reca a Isla Desconcida, "la più inutile colonia che l'Impero Britannico abbia mai avuto", per renderla nuovamente colonia inglese e poi, con l'appoggio dell'URSS organizzare una rivoluzione ed ottenere l'indipendenza e il riconoscimento nazionale.
  • 11 - Affari fruttuosi:
    • 1962 - Per vendicarsi su Keith Preston, reo di non averlo aiutato nel momento del bisogno, El Presidente creerà una potenza agricola e industriale su Puerto Angelico, così da rilevare il 51% della Fruitas SRL, la società multinazionale di Preston.
  • 12 - Rapina olimpica:
    • 1963 - Nonostante il duro colpo, Preston ha finanziato i principali atleti delle prossime Olimpiadi, un imvestimento che potrebbe quadruplicare il suo capitale. Per mandarlo in rovina, El Presidente sfrutta il suo nipote demente ma super atletico, Jorge Oliveira, per vincere le Olimpiadi.
  • 13 - Rivoluzione cieca:
    • 1964 - Il coraggioso ma ingenuo Marco Moreno rapisce El Tucano, portafortuna e l'animale da compagnia del Presidente, che dovrà scegliere se sconfiggere Moreno con la forza di un poderoso esercito, o accordarsi con lui, convincendolo a convertirsi alla ideologia del Presidente. In ogni caso, Marco Moreno finirà per allerasi con El Presidente, deciso ad utilizzare lui e i suoi ribelli per spodestare il Generalissimo Santana.
  • 14 - Esca per i pesci:
    • 1965 - Scoperta l'identità segreta del Presidente, Santana prende in ostaggio il fantomatico fratello gemello del Presidente. El Presidente dovrà ubbidire a Santana per evitare che lo venda all'ONU, ma al tempo stesso rifornire i ribelli di Marco Moreno, inviati dal Presidente alla nuova capitale, Puerto Gato, per rovescire Santana con una rivoluzione-golpe.
  • 15 - Meglio servito freddo:
    • 1966 - Entrato vittoriosamente a Puerto Gato con l'appoggio della popolazione, El Presidente instaura un governo provvisorio, deciso a ridare libertà e prosperità al popolo di Tropico, ma allo stesso tempo cercando di annientare definitivamente Santana ed i sui lealisti.
  • 16 - Operazione Fine dei giochi:
    • 1967 - Ormai svelata la sua identità, El Presidente decide di chiudere la faccenda una volta per tutte. L'ONU ha preso ufficialmente in consegna Tropico, lasciandola in mano a cinque ispettori corrotti ed esuberanti. El Presidente dovrà trovare il modo per cacciarli dall'isola, e svicolarsi dalla morsa della corrotta Brunhilde Van Hoof, cercando anche di non farla rieleggere come presidente dell'ONU.
  • 17 - Perdono:
    • 1968 - Nonostante abbia di nuovo la sua identità e la sua fama, El Presidente capisce che per ricostruire Tropico e renderla una potenza caraibica deve anche perdonare i suoi ex-oppositori. Inoltre verrà a scoprire chi è la vera mente dietro la sua rovina.
  • 18 - La guerra clandestina:
    • 1969 - Scoperto che la mente dietro alla suo rovina è Nick Richards, El Presidente si accorda con il KGB, in possesso di nastri che incastrerebbero Richards per l'omicidio del presidente americano ed altri misfatti. Per avere i nastri deve tuttavia attirare e uccidere a Tropico diversi agenti della CIA.
  • 19 - Perestroika:
    • 1970 - Pur avendo eliminato gli agenti della CIA, il KGB non più consegnare i nastri a El Presidente a causa delle recenti proteste della popolazione russa, in richiesta della libertà negata dal regime del PCUS. L'agente "Sasha" del KGB fa quindi un accordo con il Presidente, che prevede di creare una mecca del turismo esclusivamente russa a Tropico e sperimentare la Perestrojka, un processo che porterebbe una lenta ma decisa democratizzazione dell'URSS, in cambio dei nastri su Richards. Il piano riesce, e il Presidente trasmette a livello mondiale le registrazioni dei nastri su Richards, che viene ucciso dalla CIA prima di venire arrestato, probabilmente poiché assieme alla Mafia americana e Richards era coinvolta nell'omicidio del vecchio presidente.
  • 20 - Utopia Tropicana:
    • 1971 - Compiuta la vendetta e con la strada spianata, El Presidente riesce a rendere Tropico da arcipelago di isole povere e sconosciute a potente nazione caraibica, guadagnandosi la stima ed il rispetto dei tropicani anche per le generazioni future.

Innovazioni[modifica | modifica sorgente]

Rispetto al gioco precedente, Tropico 4 ha una grafica e un'interfaccia migliorate; in politica estera sono state introdotte le relazioni con l'UE, la Cina e gli stati del Medio Oriente. Essere loro amici porterà cospicui benefici, ma inimicarsele significherebbe un embargo commerciale (l'invasione militare è un'esclusiva minaccia di U.S.A. e U.R.S.S.) Inoltre, grazie all'opzione "costruzione rapida", sarà possibile terminare all'istante la costruzione di ogni edificio, pagando nuovamente il costo di costruzione. Sarà possibile costruire centri commerciali, musei, navi di lusso e un mausoleo dedicato allo stesso Presidente.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Alleati[modifica | modifica sorgente]

  • Penultimo: Leader della fazione lealista e fedelissimo vice del Presidente, lo segue in ogni idea ed impresa, dimostrando più volte il suo servilismo. Pur essendo stato fidanzato da giovane con una certa "Marina", stravede per la leader del partito verde di Tropico, Sunny Flowers, nonostante le, seppur piccole, divisioni ideologiche.
  • Generale Rodriguez: Capo dell'Esercito tropicano e leader della destra militarista, il generale Rodriguez dimostra più volte di essere un guerrafondaio e autoritario, dichiarando che la legge marziale è indispensabile se "si vuole preservare il Paese dall'anarchia e garantire l'ordine". Anche se El Presidente avrà un'ideologia comunista, Rodriguez gli rimarrà comunque accanto per motivi di "lealtà militare". Non potrà partecipare ai combattimenti anti-guerriglia poiché ferito in battaglia.
  • Marco Moreno: Rivoluzionario sudamericano, Moreno è inizialmente un nemico del Presidente, con cui finisce per allearsi o a cui si sottomette, venendo utilizzato per annientare la dittatura del Generalissimo Santana. Una volta conclusosi il governo provvisorio del Presidente e ripristinata la democrazia a Tropico, Moreno parte probabilmente per nuove rivoluzioni nei paesi del Terzo Mondo.
  • Agente Sasha: Attraente agente femminile del KGB, risulta anche essere un'amante occasionale de El Presidente. Gli passerà, non senza complicazioni, i nastri compromettenti su Nick Richards e lo aiuterà non poche volte nei suoi progetti per Tropico.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

  • Nick Richards: Politico americano invischiato con la mafia e la CIA, uccide il presidente americano per incolpare El Presidente. Specifica sempre di non essere un criminale, sfoggiando la sua ipocrisia in diverse occasioni, nonostante fosse inizialmente allineato con il Presidente. Viene ucciso dalla CIA per evitare che, dopo il suo arresto nella penultima missione, sveli dettagli circa l'omicidio del vecchio presidente.
  • Generalissimo Santana: Corrotto dittatore in pensione di Tropico, funge inizialmente da mentore per El Presidente, insegnandogli l'arte del governare. Tradirà il Presidente poiché, spinto dalla cupidigia e dall'invidia, vuole riprendere il potere a Tropico. Viene deposto per l'ultima volta dal Presidente, che lo spoglia degli averi e dei titoli precedenti, condannandolo all'esilio. Ritornerà a Tropico in Perdono, chiedendo il permesso di riprendere a vivere la pensione a Tropico oltre che una grossa somma sul suo conto svizzero che faccia appunto da pensione, in cambio delle informazioni sulla vera mente dietro la rovina del Presidente.
  • Brunhilde Van Hoof: Presidente dell'ONU corrotto ed estremamente burocratico, Brunhilde cerca di danneggiare Tropico ed El Presidente per motivi personali. Ha una voce stridula quasi maschile e ha l'antipatia di molte nazioni.
  • Keith Preston: Avido capitalista americano e chairman della Fruitas SRL, multinazionale che tratta ogni cosa, dalle armi alla frutta. Benché inizialmente aiuti il Presidente nella creazione dell'industria di Tropico in cambio dell'acquisto totale di tutti i suoi prodotti, in seguito non aiuterà il Presidente quando spodestato dal potere, scatenando le sue ire. Anche se per mano proprio del Presidente finirà in bancarotta, in seguito apparirà in Perdono, assicurando che lui sarà sempre in grado di rialzarsi e chiedendo di tornare a fare affari col Presidente.

Repubblica di Tropico[modifica | modifica sorgente]

  • Nome completo: Repubblica di Tropico
  • Nome Ufficiale: Repùblica de Tropico
  • Lingua Ufficiale: spagnolo
  • Indipendenza da: Spagna e Inghilterra
  • Capitale: Puerto Gato
  • Forma di Governo: Repubblica Presidenziale
  • Capo di Stato: Presidente della Repubblica
  • Ingresso nell'ONU: Gennaio 1950
  • Continente: America
  • Confini: nessuno
  • Fuso Orario: UTC+5
  • Valuta: Dollaro Tropicano
  • Religione di Stato: Cattolica.

Ubicazione e situazione geografica[modifica | modifica sorgente]

Tropico si trova in una posizione favorevole, al centro del Mar dei Caraibi, nelle vicinanze di Cuba, Giamaica e Haiti, da cui provengono anche molti migranti. Si tratta di un arcipelago di piccole isole, alcune rocciose altre più pianeggianti, con un clima di tipo mediterraneo e caldo-umido, con rari casi di siccità. Le isole hanno quasi tutte una fauna spontanea tropicale o appunto mediterranea, con betulle, abeti, palme, querce (anche modificate grazie alla biochimica) e un'ampia vastità di fiori colorati. L'unica isola desertica è Yermo Incarnado, che però si trova nelle immediate vicinanze delle rotte commerciali internazionali.

Forma di stato e di governo[modifica | modifica sorgente]

Benché mai menzionata, si presume che la capitale di Tropico sia Puerto Gato.

Tropico è una repubblica presidenziale confederativa autocratica, in cui i poteri sono accentrati al Presidente. Le varie isole godono di status di regione, con ampia autonomia su modello confederativo e ministeri locali satelliti a quello centrale.

Il ministero è formato da 5 ministri (economia, istruzione, affari esteri, interno, difesa) nominati dal Presidente, che propongono a questi editti da emanare in base al campo di competenza. Non vi è alcun tipo di parlamento (almeno non visibile) e non vi è alcun tipo di democrazia partecipativa, rendendo così facili instaurazioni di dittature. Il Presidente è il Capo di Stato e di Governo, rappresenta l'unità del paese, è il supremo capo delle forze armate e dell'ordine, nomina i ministri, emana le leggi e rappresenta la legge, su modello assolutistico simile a quello di Luigi XIV.

Riconoscimento e status estero[modifica | modifica sorgente]

Alcune isole di Tropico si sono aggiunte questo dopo aver ottenuto l'indipendenza dal Regno Unito, come Cara Libro. Altre, invece, si sono staccate in seguito e non si sa se poi si sono ricongiunte (Isla Desconocida e Santa Clara, rispettivamente divenute prima colonia inglese e poi repubblica socialista e la seconda isolata dopo un golpe sostenuto dal KGB).

Tropico è entrata nell'ONU negli anni '50, nonostante possa subire invasioni da parte di URSS o USA, difendibili solo tramite alleanza con una delle due superpotenze o realizzazione di un sistema difensivo nucleare.

Tropico mantiene stretti rapporti, oltre che con USA e URSS, anche con Unione Europea (specie Regno Unito), Cina e le nazioni mediorientali, con cui gestisce tutto l'import-export.

Si possono anche stringere alleanze con USA o URSS, che costruiranno una loro base sull'isola per presidiarla dalle invasioni straniere e che pagheranno un affitto annuale. Tuttavia questo abbasserà il livello di rispetto dei nazionalisti. Alle due superpotenze possono anche essere affittate le segrete tropicane, per usarle come campi di prigionieri (simili a Guantanamo).

Economia[modifica | modifica sorgente]

Tropico produce caffè, tabacco, ananas, banane, papaia, grano e zucchero, mentre alleva bovini, da cui si ricava anche manzo affumicato, ovini (formaggi e latte) e lama (pelliccia). Attiva è anche la pesca e il taglio del legname. Inoltre si estraggono ferro, bauxite, oro e sale, che viene anche usato a livello locale per migliorare allevamento ed industria conserviera.

Il settore industriale di Tropico è abbastanza ampio, producendo numerosi prodotti: rum (anche speziato), sigari (anche industriali), ananas in scatola, caffè in scatola e solubile, cemento, gioielli (anche pregiati), armi (pistole, fucili d'assalto e mine antiuomo), tronchi di legname e mobili, prodotti elettronici e automobili.

Il settore terziario è soprattutto incentrato sul turismo, con ampie strutture di intrattenimento e di interesse. Alcuni servizi bancari si occupano anche di ospitare conti off-shore dei turisti stranieri benestanti e di addebitare loro una cifra durante il loro soggiorno a Tropico.

Benché la stragrande maggioranza degli edifici sia pubblico (evidenziando una forte politica statalista e dirigista), se è presente una Borsa valori si può aprire l'isola ad imprese straniere, che possono anche sfruttare i beni primari prodotti per lavorarli e poi esportarli per il Paese, incassando un doppio profitto dall'esportazioni e dall'affitto delle attività straniere, che non necessitano ne di manutenzione ne di stipendi.

Religione[modifica | modifica sorgente]

Data l'etnia ispanica dei Tropicani, la religione principale è quella cattolica. Anche il voodoo, se pur a livello minore, è presente nell'isola (forse portato da alcuni rifugiati haitiani o africani nel passato), venendo menzionato varie volte durante il gioco e venendo screditato e non riconosciuto dal clero locale.

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

L'istruzione è poco diffusa a Tropico, e può essere migliorata tramite alfabetizzazione e costruzione di scuole elementari, scuole medie e università. Tuttavia, non c'è l'obbligo di istruzione, e quindi molti tropicani possono andare a lavorare senza avere un'istruzione fondamentale. L'istruzione può anche essere condizionata su base generale (materie generali), clericale (più ore di religione) e militare (più ore di educazione militare), che può generare anche influenza politica sugli studenti, convincendoli a schierarsi con una fazione al termine degli studi.

Le elementari invece, possono basarsi su escursioni, organizzazioni giovanili filo-presidenziali, addestramenti all'obbedienza e corsi di alfabetizzazione.

L'istruzione può aumentare anche grazie alle televisioni (se improntate su "La Lezione di Larry").

Interno[modifica | modifica sorgente]

Le forze dell'ordine si basano su poliziotti e agenti SWAT, che si occupano di mantenere sicura l'isola dai criminali e arrestarli in caso li colgano intenti a delinquere, o su richiesta speciale del Presidente. Questi può talvolta utilizzare la polizia per arrestare anche oppositori politici.

Le carceri si possono occupare di riabilitare i prigionieri con un'educazione politica basata sul rispetto del Presidente o sfruttarli ai lavori forzati, producendo un tot di entrate per mantenere la prigione. I rapporti con gli USA si possono incrinare se si esiliano con la forza i prigionieri dal Tropico verso la Florida (simili all'Esodo di Mariel).

Difesa[modifica | modifica sorgente]

Tropico non ha un vero e proprio stato maggiore, essendo i militari guidati dal Generale Rodriguez, che è anche un leader politico. I soldati presiedono postazioni di guardia, bunker e il palazzo presidenziale, e rispondono ai generali che occupano armerie e basi militari, e rispondono al Generale Rodriguez. Il sindacato delle forze armate è l'Associazione dei Militari di Tropico, presieduto dal leader dei militaristi.

Non esistono promozioni per grado militare, ma le posizioni si basano sull'istruzione ricevuta (generali universitari, soldati scuole medie o senza istruzione).

Le forze armate, come quelle dell'ordine, possono talvolta essere addestrate normalmente o con la creazione di unità speciali, che abbassano la qualità di lavoro ma aumentano la preparazione sul campo.

Festività[modifica | modifica sorgente]

Le festività sono perlopiù il Mardì Gras e la Festa nazionale con fuochi d'artificio. Queste si tengono qualsiasi volta il presidente lo desideri. Si possono finanziare anche promozioni turistiche, spot televisivi, campagne industriali ecc., anche grazie ad eventuali stazioni televisive e radio.

Presidenti della Repubblica[modifica | modifica sorgente]

  • 18??-1??? - Presidente innominato (si nota nel quadro dell'ufficio presidenziale)
  • 19??-1950 - Presidente innominato (viene citato)
  • 1950-1959 - El Presidente
  • 1959-1966 - Generalissimo Santana
  • 1966-1971 - El Presidente (in semi-ritiro)
  • 1971-2008 - Penultimo
  • 2008- in carica - El Presidente

Fazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Comunisti
    • Leader: Variabile
    • Segretario generale: Generalissimo Santana
    • Portavoce: "Compagno" Vasquez
    • Leader paramilitare: Marco Moreno
    • Sostenuti da: URSS
    • Mezzi di informazione: La voce del lavoratore (quotidiano), Nella Russia Sovietica (rivista)
  • Ambientalisti
    • Leader: Variabile
    • Portavoce: "Sunny Flowers"
    • Sostenuti da: UE
    • Mezzi di informazione: Radio T.N.T - Tropico New Today (radio/informale)
  • Intellettuali
    • Leader: Variabile
    • Portavoce: Signorina Ananas
    • Sostenuti da: UE
    • Mezzi di informazione: Daily Rumors e Daily Bugle (quotidiani), Radio Tropico Libera (radio)
  • Religiosi
    • Leader: Variabile
    • Portavoce: Reverendo Esteban
    • Sostenuti da: Vaticano
    • Mezzi di informazione: La Stampa tropicana (quotidiano), La parola di Dio (rivista)
  • Capitalisti
    • Leader: Variabile
    • Portavoce: Antonio Lopèz
    • Sostenuti da: USA
    • Mezzi di informazione: Financial Times (quotidiano), Lo Statarello e Rivista Ieri (riviste)
  • Militaristi
    • Leader: Variabile
    • Portavoce: Generale Rodriguez
    • Sostenuti da: Nessuno
    • Mezzi di informazione: Il Corriere dei Caraibi (quotidiano), Soldato di Ventura (rivista)
  • Nazionalisti
    • Leader: Variabile
    • Portavoce: "El Diablo"
    • Sostenuti da: Nessuno
    • Mezzi di informazione: La Nazione tropicana (quotidiano), Orgoglio Nazionale (rivista)
  • lealisti
    • Leader: Variabile
    • Portavoce: Penultimo
    • Sostenuti da: Presidenza della Repubblica
    • Mezzi di informazione: Hola Presidente (rivista)

Modern Times[modifica | modifica sorgente]

Nel marzo 2012 è stata pubblicata un'espansione del titolo, chiamata Tropico 4 - Modern Times, che introduce una nuova campagna a giocatore singolo e diversi nuovi edifici ed editti. Vi sono nuovi editti come la riforma sanitaria, gli aiuto esteri per lo sviluppo, lo stato di polizia e vari altri. Vi sono nuovi edifici come il teatro, la sede della squadra SWAT e vari altri ancora. [1]

DLC[modifica | modifica sorgente]

  • Giunta: introduce il bunker, varie decorazioni (come il deposito di munizioni mimetizzato e l'APC), il carattere "veterano", il vestito uniforme per gli avatar femminili e la missione "La Nuova Sparta".
  • Plantador: introduce la piantagione, varie decorazioni (come la torre dell'acqua), il carattere "piantatore", il sombrero per l'avatar e la missione "Piantatore".
  • Cemento a presa rapida: terzo DLC, aggiunge il cementificio, varie decorazioni (come il pennone con la bandiera tropicana), il carattere "costruttore", l'elmetto da ingegnere per l'avatar, e la missione "Dei dell'economia".
  • Paradiso pirata: quarto DLC, aggiunge il centro di contrabbando, il carattere "marinaio", il cappello da pirata e il vestito da regina dei pirati per gli avatar femminili, e la missione "Paradiso pirata".
  • Megalopoli: quinto DLC, introduce il conventillo, il carattere "burocrate", la tenuta da sindaco, il cappello da Lincoln, il monocolo e la pipa per gli avatar maschili, e la missione "Megalopolis".
  • Vigilante: sesto DLC, introduce il campo di lavoro, il carattere "alter ego", la tenuta da Zorro per gli avatar maschili, e la missione "Il vendicatore mascherato".
  • Vudù: settimo DLC, introduce il maniero vudù, varie decorazioni, il carattere "stregone", il vestito da stregone per l'avatar, e la missione "La grande mischia vudù".
  • Propaganda: ottavo DLC, introduce la torre di propaganda, il vestito da dirigente di partito per l'avatar, il carattere "specialista in PR", e la missione "Concorso di propaganda comunista".
  • L'Accademia: nono DLC, introduce l'accademia di East Point, il carattere "laureato ad East Point", l'abito da cadetto di East Point per l'avater, e la missione "Pace, amore e comprensione".
  • Apocalisse: decimo ed ultimo DLC, introduce il rifugio nucleare, il carattere "Sopravvissuto", la tuta per materiali radioattivi per l'avatar, e la missione "Come ho imparato ad amare la bomba".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Info su Modern Times su Multiplayer.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi