Trombosi della vena retinica centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trombosi della vena retinica centrale
Eye-diagram no circles border 1.svg
Diagramma dell'occhio; la vena retinica centrale è indicata con il numero 21.
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 362.35
ICD-10 (EN) H34.8

In medicina, per trombosi della vena retinica centrale si intende la formazione di coaguli o trombi nella vena retinica centrale. La vena retinica centrale è l'equivalente venoso dell'arteria retinica centrale e ha la funzione di drenare il sangue dalla retina dell'occhio.[1] Il risultato della condizione è simile a quello osservato nella sindrome ischemica oculare, che però ha origine arteriosa. Dal momento che l'arteria e la vena centrale della retina sono l'unica fonte di approvvigionamento e di drenaggio del sangue per la retina, l'occlusione può portare a gravi danni e alla cecità, ciò per via dell'ischemia (apporto di sangue diminuito) ed edema (gonfiore).[2]

La patologia può essere anche causa di glaucoma.

La trombosi non ischemica è la forma più lieve della malattia. Essa può, tuttavia, avanzare al tipo ischemico più grave.[3]

Trattamento[modifica | modifica sorgente]

Il trattamento consiste nella somministrazione di farmaci anti-VEGF, come il ranibizumab o l'impianto intravitreale di steroidi (Ozurdex) e la fotocoagulazione panretinica. Anche le condizioni di base che hanno portato alla condizione (come la presenza di un stato di trombofilia) richiedono un trattamento. La condizione non ischemica ha una prognosi migliore visuale rispetto a quella di origine non ischemica.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ophthalmology at a Glance, Jane Olver & Lorraine Cassidy, Blackwell Science 2005.
  2. ^ Hayreh SS, Zimmerman MB, Podhajsky P. "Incidence of various types of vein occlusion and their recurrent demographic characteristics." Am J Ophthalmol. 1994; 117:429-441.
  3. ^ Central Retinal Vein Occlusion

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina