Trombidium holosericeum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Trombidium holosericeum
Trombidium.spec.1706.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Acarina
Sottordine Oribatida
Famiglia Trombidiidae
Sottofamiglia Trombidiinae
Genere Trombidium
Specie T. holosericeum
Nomenclatura binomiale
Trombidium holosericeum
Linnaeus, 1758

Trombidium holosericeum Linnaeus, 1758 è un acaro appartenente alla famiglia Trombidiidae.

Questi aracnidi non costituiscono un pericolo sanitario per gli esseri umani o in generale per i vertebrati, in quanto le loro larve parassitano gli insetti.

È una specie molto comune, in Europa e nell'emisfero settentrionale, viene chiamato anche ragnetto rosso per il colore del corpo, in primavera infesta muri e tetti delle aree urbane e cittadine. Vive alimentandosi degli escrementi degli uccelli.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La specie raggiunge una lunghezza massima di 5 millimetri, solitamente è lungo 1-2 millimetri. Il corpo è scarlatto e di aspetto vellutato a causa della fitta peluria. Gli occhi sono piccoli e distinti. Il cheliceri sono a forma di forbice, mentre i pedipalpi sono organi tattili. Il colore è rosso a causa dei carotenoidi ed avverte i predatori della propria tossicità (aposematismo). Sono assolutamente innocui sia per le piante, sia per gli animali, sia per gli uomini; l'unico problema è che se vengono schiacciati involontariamente il loro colore rosso è quasi indelebile e difficile da togliere soprattutto su pantaloni o maglie molto chiare.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]