Trois-Frères

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Sito archeologico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

La Grotta di Trois-Frères è una delle più famose grotte del sudovest della Francia, conosciuta per le sue pitture rupestri. Si trova a Montesquieu-Avantès, nel dipartimento di Ariège.

La grotta fa parte di un complesso ipogeo formato dal fiume Volp.

Le pitture sembrano risalire a circa il 13.000 a.C.

La grotta prende il nome dai tre figli del conte Bégouen che la scoprì nel 1910 (in francese trois frères significa "tre fratelli"). I disegni della grotta vennero resi famosi con le pubblicazioni dell'Abate Henri Breuil.

Graffiti[modifica | modifica sorgente]

Più che dal punto di vista artistico, le raffigurazioni di questa grotta sono eccezionalmente significative per la conoscenza delle credenze e dei riti magico-religiosi di quelle genti. Le figure rappresentano con estremo naturalismo animali (cavalli, buoi, bisonti, renne, mammut, ecc.) eseguiti con una incisione profonda ma sottilissima, e sovrapposti l'uno all'altro in un groviglio di linee a prima vista indecifrabile.

Lo scopo prevalentemente magico di queste figure è attestato dalla presenza di esseri fantastici, fra i quali molto noto è il cosiddetto stregone. Questa figura, collocata più in alto delle altre, è in parte graffita e in parte dipinta: ha il corpo di un cavallo, e la testa, con occhi rotondi e becco quasi di uccello, è incorniciata da una fluente barba e sormontata da corna di cervo. È incerto se si tratti di un uomo mascherato, intento a qualche pratica magico-propiziatoria, o di una immagine divina.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia