Tridacna gigas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tridacna gigante
Giant clam or Tridacna gigas.jpg
Stato di conservazione
Status iucn2.3 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Mollusca
Classe Bivalvia
Sottoclasse Heterodonta
Ordine Veneroida
Famiglia Tridacnidae
Genere Tridacna
Specie T. gigas
Nomenclatura binomiale
Tridacna gigas
(Linnaeus, 1758)
Sinonimi

Chama gigas
Linnaeus, 1758

La tridacna gigante (Tridacna gigas (Linnaeus, 1758)) è un mollusco bivalve della famiglia Tridacnidae.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È il più grande mollusco bivalve esistente, le cui valve, percorse da larghe costolature longitudinali, possono raggiungere il metro e mezzo di lunghezza,[3] mentre la conchiglia può arrivare ai 300 kg di peso[senza fonte].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

All'interno del mantello della tridacna si trovano alghe Zooxantelle in gran numero. Queste alghe oltre a essere responsabili della grande varietà e vivacità dei colori, vivono in simbiosi con l'animale. Per favorire la presenza delle Zooxantelle il mantello si estroflette al di fuori delle valve e possiede particolari organi a forma di lente al fine di concentrare meglio la luce solare. Infatti durante il giorno la conchiglia è aperta e la tridacna vive nell'acqua poco profonda per far penetrare più luce. Di queste alghe, moltissime sono trasportate nella zona viscerale e assimilate. Tramite il sifone la tridacna gigante filtra l'acqua nutrendosi così di plancton.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Le tridacne giganti nascono maschi, all'età di 8 anni diventano ermafrodite e poi femmine. Questo animale produce fino a 500 milioni di uova a riproduzione che si schiudono entro 24-48 ore. Le larve vivono nel plancton per 1 settimana.[3]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'habitat di questo mollusco è limitato all'Oceano Pacifico occidentale, nelle aree della Malesia, dell'Indonesia e dell'Australia (Grande barriera corallina). Vive nelle scogliere fino a 15 m di profondità.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Wells, S. 1996, Tridacna gigas in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) Tridacna gigas in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b c David Alderton, Animali, Rusconi Libri, 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • David Alderton, Animali, Rusconi Libri, 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di molluschi