Trichopodus leerii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Trichopodus leerii
Trichogaster Leeri.jpg
Esemplare maschile
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Anabantoidei
Famiglia Osphronemidae
Sottofamiglia Luciocephalinae
Genere Trichopodus
Specie 'T. leerii'
Nomenclatura binomiale
''Trichopodus leerii''
Bleeker, 1852
Sinonimi

Trichogaster leeri

Nomi comuni

Pesce mosaico o gurami perla

Trichopodus leerii, conosciuto comunemente come gurami perla o pesce mosaico, è un pesce d'acqua dolce appartenente alla famiglia Osphronemidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questo pesce è diffuso in Thailandia, Malaysia e Indonesia (a Sumatra e nel Borneo). Abita acque lente o ferme: pianure allagate, paludi, bracci di fiumi e laghi con densa vegetazione acquatica e palustre.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dei giovani esemplari

Il corpo è alto, allungato, molto compresso ai fianchi. La pinna dorsale è alta, la coda è larga e bilobata. Le pinne ventrali sono filiformi, mentre l'anale è alta e lunga, terminante alla radice della caudale. La livrea presenta testa, dorso e fianchi bruno-rosati, con ventre argenteo e gola rossastra, il tutto tempestato di numerosissime macchioline bianco perlaceo. Le ventrali sono bianche e rosse, le altre pinne sono rossastre anche loro macchiettate. Dal muso parte una linea verticale nera che attraversa l'occhio e termina in un ocello sul peduncolo caudale.

Dimorfismo sessuale: il maschio presenta colorazione più vivida (anche rosso fuoco nella gola) e i raggi delle pinne: dorsale, caudale ed anale allungati, che nella parte terminale non sono più uniti tra loro con una membrana ma sono liberi e mostrano un aspetto sfrangiato ai bordi. La pinna dorsale nel maschio è più alta.

Raggiunge una lunghezza massima di 12 cm.

Etologia[modifica | modifica sorgente]

I maschi adulti sono molto aggressivi e territoriali tra loro, per il resto si tratta di una specie tranquilla, calma e pacifica. I giovani si riuniscono in branchi di una decina di esemplari, ma una volta cresciuti i maschi si creano un territorio con all'interno solitamente una o più femmine.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Costruisce un nido di bolle in acqua calma bassa (10-15 cm), inserendo come sostegno anche foglie, piante e detriti galleggianti dove il maschio inserirà le uova fecondate e manterrà la guardia fino alla schiusa.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

T. leerii è uno dei pesci più conosciuti e diffusi negli acquari del genere Trichopodus. È allevato e pescato per la sua vendita in tutto il mondo soprattutto in tutto il Sud-Est asiatico e ne è stata selezionata una varietà albina, peraltro non particolarmente apprezzata. Una vasca con un volume di 60 litri o più può permettere di tenere un paio di pesci, altrimenti presentano segni di stress[1] L'acquario deve essere tenuto a circa 28 °C. Una parete della vasca dovrebbe essere esposta in aria libera, per permettere il corretto funzionamento degli organi di equilibrio. Come tutti gli acquari tropicali provvedete ad una adeguata filtrazione dell'acqua, luce, fondo, vegetazione. È una specie pacifica adattabile alla maggior parte degli acquari. Non deve essere tenuto in compagnia di specie aggressive. Si sentono a casa quando trovano molte piante, decorazioni che creano rifugio in tempi di stress.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

La specie è onnivora. È consigliabile dare mangimi appositi, e cibi surgelati come tubifex, o cibi vivi come Daphnia, crostacei, e Chironomidae.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

La specie si riproduce con nido di bolle, usando piante o altro per creare il nido. Il livello dell'acqua dovrebbe essere ridotto di 20 cm durante il periodo riproduttivo e la temperatura costante a 28 °C con pH attorno a 7. Dopo la fecondazione gli adulti andrebbero rimossi. Le uova si schiudono dopo due giorni e gli avannotti liberi di nuotare tre giorni più tardi (Ter Morshuizen 2007). Gli avannotti devono essere nutriti con crostacei e una settimana più tardi con mangime. La temperatura deve essere alta e senza correnti. La filtrazione non è necessaria. La specie ha una inusuale e bella danza di accoppiamento. Il maschio dopo che ha creato il nido di bolle attende che la femmina si posizioni sotto le bolle e curva il corpo come per prenderla. Mentre la femmina espelle le uova, il maschio la rilascia e tiene le uova in bocca, poi le sputa nel nido di bolle. Tale sequenza è ripetuta fino a che la femmina non ha deposto tutte le uova. Gli avannotti sono tenuti sotto controllo dal maschio che li mette in bocca e li risputa verso il nido, nel caso cadessero fuori. In fase di crescita alcuni avannotti si comportano in modo fratricida, mangiando i più piccoli.

Crystal Clear app babelfish.png Mantenimento in acquario
Nota : Le informazioni qui mostrate sono solamente a titolo indicativo. Leggere attentamente il testo.
Origine Asia sudorientale Acqua dolce
Durezza dell'acqua da 5 a 15 °GH pH da 6,5 a 7,5
Temperatura da 24 a 28 °C Volume min. 60 l
Alimentazione onnivoro Taglia da adulto da 10 a 12 cm
Riproduzione Nido di bolle Zone occupate Superficie
Socialità Coppia, di gruppo Difficoltà Facile

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

(IT) "Trichogaster" in Il mio acquario, dicembre 2005, p. 4.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Herbert R. Axelrod, Exotic Tropical Fishes, T.F.H. Publications, 1996. ISBN 0-87666-543-1.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci