Tricholoma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tricholoma
Tricholoma sulphureum 031123w.jpg
Tricholoma sulphureum
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Divisione Basidiomycota
Classe Basidiomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Tricholomataceae
Genere Tricholoma

Tricholoma (Fr.) Staude, 1857[1] è un genere di funghi basidiomiceti. Vi appartengono specie prevalentemente di taglia media o grande ed alcune di taglia relativamente piccola.

Caratteristiche del genere Tricholoma[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

Carnoso di taglia medio o grande e portamento tozzo.

Lamelle[modifica | modifica wikitesto]

Si uniscono al gambo con un dente di colore bianco o chiaro.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

Fibroso, robusto, non ben separabile dal cappello.

Spore[modifica | modifica wikitesto]

Bianche in massa.

  • Basidi: non provvisti di granuli che si colorano di rosso se posti in soluzione bollente di carminio acetico (non carminiofili).

Commestibilità delle specie[modifica | modifica wikitesto]

Non significativa.
Qui di seguito si riporta la commestibilità di alcune specie del genere.

  • T. portentosum: ottima
  • T. terreum e T. scalpturatum: buona.
  • T. imbricatum e T.acerbum: discreta.
  • T. saponaceum: non commestibile.
  • T. sulphureum: sospetto
  • T. pardinum: velenoso
  • T. equestre: velenoso, potenzialmente mortale

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal greco thrìx, trikhós = pelo e lôma = orlo, con l'orlo peloso.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La specie tipo è Tricholoma equestre (L.) P. Kumm. 1871; altre specie incluse sono:

Galleria immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E. M. Fries, F. Staude, Die Schwämme Mitteldeutschlands, xxviii, 125 (1857)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

(EN) Tricholoma in Index Fungorum, CABI Bioscience.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia