Tribunale costituzionale della Repubblica di Polonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polonia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Polonia









Altri stati · Atlante

Il Tribunale costituzionale (in polacco: Trybunał Konstytucyjny) della Repubblica di Polonia è un giudice costituzionale (simile alla Corte costituzionale italiana) istituito per risolvere le dispute sulla costituzionalità delle attività delle istituzioni statali; il suo principale compito è supervisionare la fedeltà delle leggi con la Costituzione.

Il Tribunale costituzionale giudica sull'aderenza della legislazione e degli accordi internazionali con la Costituzione, sui conflitti tra poteri degli organi costituzionali centrali e sull'aderenza costituzionale delle attività dei partiti politici. Dà anche direttive su argomenti costituzionali.

Il Tribunale costituzionale è composto da 15 giudici scelti dal Sejm (Camera dei deputati polacca) per un mandato di nove anni, e sono completamente indipendenti. Il Tribunale costituzionale costituisce una delle garanzie formali di uno stato di diritto.

Tre giudici, nominati dal presidente del Tribunale, ricoprono la carica di membri della Commissione elettorale nazionale (legge del 12 aprile 2001 sulle elezioni al Sejm della Repubblica di Polonia e al Senato della Repubblica di Polonia).

Sede del Tribunale costituzionale a Varsavia

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]