Trenta (Plezzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trenta
insediamento
Trenta – Veduta
Localizzazione
Stato Slovenia Slovenia
Regione statistica Goriziano
Comune Plezzo
Territorio
Coordinate 46°22′53.27″N 13°45′13.16″E / 46.381464°N 13.753656°E46.381464; 13.753656 (Trenta)Coordinate: 46°22′53.27″N 13°45′13.16″E / 46.381464°N 13.753656°E46.381464; 13.753656 (Trenta)
Altitudine 624.2 m s.l.m.
Superficie 92,87 km²
Abitanti 119 (31-12-2009)
Densità 1,28 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 5232
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Slovenia
Trenta

Trenta (già Trenta d’Isonzo[1][2], in sloveno Trenta[3]) è un paese della Slovenia, frazione del comune di Plezzo, nell’alta valle del fiume Isonzo e alle pendici delle Alpi Giulie.

La località è situata a 20,4 km a nord-est del capoluogo comunale, nell'alta valle dell'Isonzo, detta anche Val Trenta. L'insediamento comprende gli abitati di Nalogu (Na Logu), Santa Maria di Trenta (Devica Marija Lavrentanska Pri Cerkvi), Sapotna (Zapodnem), Tona e Zadnizza (Zadnjica).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fece parte per secoli della Contea di Gorizia e Gradisca[4].
Con il trattato di Schönbrunn (1809), la parte dell’insediamento (naselje) sulla sponda destra del fiume Isonzo passò al Regno d’Italia napoleonico nel Dipartimento di Passariano[2] trovandosene al confine (il quale dal Monte Traunig[5] passava attraverso la sorgente dell’Isonzo[6] e scorreva fino alla sua foce), mentre la parte sulla sponda sinistra del fiume entrò a far parte delle Province Illiriche

Trenta 01.jpg

Col Congresso di Vienna nel 1815 entrambe le parti rientrarono in mano austriaca; passarono in seguito sotto il profilo amministrativo al Litorale austriaco nel 1849 ma sempre come due entità amministrative distinte.[7][8].

Dal 1920 al 1947 fece parte del Regno d'Italia, inquadrato nella Provincia di Gorizia[1][9] e fu comune autonomo fino al 1928 quando fu soppresso e aggregato a Sonzia[10]; passò poi alla Jugoslavia e quindi alla Slovenia.

Alture, passi e rifugi principali[modifica | modifica wikitesto]

Monte Tricorno (Triglav), 2864 m; Monte Gialuz (Jalovec), 2645 m; Monte Solcato/Rasuro (Razor), 2601 m; Cima degli Agnelli (Kanjavec), 2569 m; Monte Prisani (Prisojnik), 2547 m; Monte Croce (Križ), 2409 m; Veliko Špičje, 2396 m; Bovški Gamsovec, 2391 m; Monte Traunich, o Traunig, (Travnik), 2378 m; Grande Moistrocca (Velika Mojstrovka), 2366 m; Šmarjetna glava, 2355 m; Monte Vogel (Plaski Vogel), 2349 m; Monte Grinta di Plezzo (Bavški Grintavec), 2347 m; Piccola Moistrocca (Mala Mojstrovka), 2333 m; Malo Špičje, 2312 m; Jalovška Škrbina, 2305 m; Dovška vrata, 2176 m; Moncervaro (Skutnik), 2172 m; Rifugio Napoleone Cozzi (Tržaška koča na Doliču), 2120 m; Monte San Michele (Šmihelovec), 2118 m; Rifugio De Simon (Zavetišče pod Špičkom), 2010 m; Grande Ticerza (Velika Tičarica), 1893 m; Piccolo Ticerza (Mala Tičarica), 1798 m; Passo del Forame (Luknja), 1756 m; Passo della Moistrocca (Preval Vršič), 1611 m.

Corsi e specchi d’acqua[modifica | modifica wikitesto]

fiume Isonzo; torrente Zadnizza (Zadnjica); Laghetto di S. Croce, - superiore, - di mezzo e - inferiore (- Zgornje, - Srednje in Spodnje Kriško jezero); Sorgenti dell’Isonzo (Izvir Soče)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Regio Decreto 29 marzo 1923, G.U. 27 aprile 1923, n.99
  2. ^ a b Mappa Originale di Trenta, frazione del Comune di Pletz, Cantone di Caporetto, Distretto del Natisone, Dipartimento di Passariano
  3. ^ Flitsch (1912) - K.u.K. Militärgeographisches Institut - 1:75 000 - ZONE 20 – KOL IX
  4. ^ rielaborazione G.I.S. con i confini attuali e quelli del Josephinische Landesaufnahme (1763-1787), in Isonzo-Soča n.79/80 – Ottobre/Novembre 2008, pg. 18-22, “La Contea di Gorizia tra vecchi e nuovi confini”, Michele Di Bartolomeo
  5. ^ Il Monte Traunig al confine tra Regno d’Italia Napoleonico e Province illiriche in: “Mappa Originale di Trenta, frazione del Comune di Pletz, Cantone di Caporetto, Distretto del Natisone, Dipartimento di Passariano”
  6. ^ La sorgente dell’Isonzo, mappa periodo napoleonico
  7. ^ La parte sulla sponda sinistra dell’Isonzo di Trenta – catasto austriaco franceschino
  8. ^ La parte sulla sponda destra dell’Isonzo di Trenta – catasto austriaco franceschino
  9. ^ Archivio di Stato di Gorizia
  10. ^ R.D. 15 gennaio 1928, n. 86

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]