Treno di panna (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Treno di panna
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1988
Durata 114 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Andrea De Carlo
Soggetto Andrea De Carlo
Sceneggiatura Andrea De Carlo
Produttore Luciano Luna, Claudia Mori
Fotografia Alfio Contini
Montaggio Ugo De Rossi
Musiche Ludovico Einaudi
Costumi Stefania Sordillo (abiti di Carol Alt, Stefan Janson)
Trucco Pierantonio Mecacci
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Treno di panna è un film del 1988 scritto e diretto da Andrea De Carlo, ispirato liberamente al suo romanzo d'esordio.

Venne presentato alla mostra cinematografica di Venezia del 1988, nella sezione Nuovi Orizzonti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Giovanni Maimeri, giovane chitarrista, arriva a New York dove viene ospitato dal suo amico Ron, pure lui musicista, e dalla sua ragazza. La convivenza tra i tre diventa però subito difficile, e quando Giovanni commenta in modo sfavorevole una canzone che Ron gli fa ascoltare, senza sapere che ne è lui il compositore, i due lo cacciano. Dopo avere vagabondato per la città, trova alloggio in un miserabile hotel della Bowery. Il giorno dopo viene derubato dei suoi pochi soldi e della chitarra. Trova lavoro come cameriere in un ristorante, dove conosce la giovane cassiera Jill: tra i due nasce subito una simpatia. Un giorno Giovanni si licenzia e inizia un altro lavoro: l'insegnante di italiano in una scuola. Tra i suoi studenti c'è anche Marsha Mellows, una famosa attrice per cui il ragazzo inizia a provare dei forti sentimenti, suscitando ovviamente la gelosia di Jill...

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Alcuni degli attori utilizzati da Andrea De Carlo erano non professionisti: tra loro spiccano Ludovico Einaudi (musicista) e Pietro Spica (pittore).
  • Le musiche originali sono di Ludovico Einaudi. Due canzoni, Honey Date e I Just Can't Get Through sono scritte da Ludovico Einaudi e Andrea De Carlo. La prima è cantata dal musicista torinese, la seconda dal romanziere milanese.
  • La versione di "I Just Can't Get Through" cantata in una delle scene finali da Carol Alt è stata registrata dalla stessa attrice, sotto la direzione musicale di Einaudi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema