Treno di panna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Treno di panna
Titolo originale Treno di panna
Autore Andrea De Carlo
1ª ed. originale 1981
Genere romanzo
Lingua originale italiano

Treno di panna è il romanzo di esordio di Andrea De Carlo, pubblicato in Italia da Einaudi nel 1981. Da esso è stato tratto il film omonimo, diretto dallo stesso autore nel 1988.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il ventenne Giovanni Maimeri, fotografo dilettante, va a Los Angeles, senza soldi né idee precise su cosa fare. Ospitato da una coppia di amici, trova lavoro come cameriere in un ristorante italiano. Qui conosce la bella Jill, e va a vivere con lei. Dominato dall'insoddisfazione, nel tempo libero Giovanni vaga per l'immensa città californiana, scattando foto di persone famose davanti alle loro splendide case, affascinato dalla superficie attraente della società dello spettacolo. Riesce a farsi assumere come insegnante di italiano in una scuola di lingue a Beverly Hills, e lì conosce Marsha Mellows, famosissima attrice, della quale si innamora perdutamente.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Italo Calvino nella quarta di copertina dell'edizione originale di Treno di panna scrisse tra l'altro "L'insaziabilità degli occhi che vedono lo spettacolo del mondo multicolore ingigantito come attraverso la lente di ingrandimento. È questa la giovinezza che De Carlo racconta."

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura