Tre Martelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tre Martelli
Paese d'origine Italia Italia
Genere Folk
Periodo di attività 1977in attività
Etichetta Felmay
Album pubblicati 10
Raccolte 17
Sito web

Il gruppo musicale Tre Martelli, emanazione dell’associazione culturale Trata Birata, dal 1977 è impegnato nella riproposta della musica della tradizione popolare piemontese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La storia dei Tre Martelli ebbe inizio ad Alessandria (Italia) nella primavera del 1977, quando tre elementi (Lorenzo Boioli, Renzo Ceroni ed Enzo Conti)[1] del gruppo rock-jazz Angostura decisero di sperimentare nuove sonorità acustiche miscelando suggestioni etniche con la musica medioevale e rinascimentale. A tal scopo, oltre alla strumentazione degli Angostura, il trio prese ad utilizzare strumenti acustici creando le basi per quello che sarà il “suono” futuro del gruppo. I primi mesi di prove si concretizzarono in un breve spettacolo allorquando fu loro chiesto di sonorizzare un racconto, destinato agli alunni delle scuole alessandrine, intitolato “La leggenda dei tre martelli”. Insieme a quel concerto nacque dunque anche il nome del gruppo.

Per una di quelle strane coincidenze che alcuni amano definire destino, il “progetto” Tre Martelli divenne una realtà stabile qualche settimana dopo, quando gli Angostura subirono il furto di tutti gli strumenti e dell’impianto d’amplificazione; il che decretò la fine dell’esperienza del gruppo rock-jazz e l’inizio della lunga avventura del gruppo di musica etnica, trasformatosi nel frattempo in un sestetto. Ben presto i Tre Martelli presero a stilare il proprio repertorio basandosi prevalentemente sulla ricerca etnomusicologica intrapresa in Piemonte dall’Associazione Culturale Trata Birata sotto la cui egida il gruppo cominciò da allora ad operare.

Nel 1978 il gruppo incise il primo lavoro: un demo-tape intitolato Danza di Luglio ed iniziò una lunga stagione di concerti in Piemonte e dintorni, ma fu solo dopo l’incisione del primo lavoro ufficiale Trata Birata del 1982, ottimamente recensito in Italia e in Gran Bretagna, che i Tre Martelli valicarono le Alpi iniziando una serie di tournée che li portò a suonare nei folk-club, teatri, piazze e folk-festival di gran parte d’Europa. Con qualche progressivo aggiustamento della formazione incisero nel frattempo altri cinque album: Giacu Trus, La Tempesta, Bruzè Carvè, Omi e Paiz e Car der Steili.

Passati indenni attraverso le varie tendenze e ”mode” del folk-revival italiano ed europeo i Tre Martelli vollero festeggiare i primi venticinque anni d’attività incidendo il CD antologico Semper Viv (2002). Questo lavoro fu inteso soprattutto come un omaggio a tutte le persone che con le loro testimonianze resero possibili la conoscenza e la documentazione della musica piemontese di tradizione orale e di quella “memoria collettiva” un tempo ben più ricca ed articolata che, però, ancor oggi forma il substrato (talvolta inconscio) su cui poggia gran parte della nostra cultura.

Nel 2003 il gruppo rinnova ancora parzialmente la formazione e nel 2005 incide Tra Cel e Tèra, in continuità con le scelte del gruppo di mantenere sempre un suono assolutamente acustico, usando comunemente solo strumenti filologicamente corretti ed uno stile esecutivo che, pur arricchitosi d’energia e filtrato da arrangiamenti creativi, resta profondamente e tenacemente radicato nell’humus della cultura popolare piemontese.
Nel 2010 è stato assegnato ai Tre Martelli il Premio Regionale per la Cultura e le Tradizioni del Piemonte denominato "Pavone d'Oro".
Nel 2012 è stato pubblicato il loro decimo album "Cantè 'r paròli" (omaggio a Giovanni Rapetti).
Il gruppo, che nel 2012 ha festeggiato i 35 anni d’attività, attualmente ha all’attivo un migliaio di concerti in tutta Europa, dieci album ufficiali e compare inoltre in una ventina di compilation di musica etnica (vedi discografia), ha partecipato in diretta a trasmissioni televisive e radiofoniche per la RAI, la BBC ed emittenti nazionali tedesche, francesi, spagnole, svizzere, belghe.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1978 Danza di luglio - autoproduzione, demotape
  • 1982 Trata Birata - autoproduzione, CL001
  • 1985 Giacu Trus - Pentagramma, LPPG 218
  • 1987 La Tempesta - autoproduzione, TM 003
  • 1991 Brüze Carvè - autoproduzione, TM 005
  • 1995 Omi e Paiz - Robi Droli, rdc 5024
  • 2000 Car der Steili - Felmay, 8023
  • 2002 Semper Viv (antologia) - Felmay, 8048
  • 2005 Tra Cel e Tèra - Felmay, 8097
  • 2012 Cantè 'r paròli - omaggio a Giovanni Rapetti - Felmay, 8193

Compilation[modifica | modifica sorgente]

  • 1989 Folkautore - Madau dischi
  • 1995 Roots Music Atlas - Robi Droli
  • 1996 Gente del Piemonte - De Agostini
  • 1997 Roots Music Atlas – Italia 2 - Robi Droli
  • 1997 Musica popolare in Piemonte (1957-1997) - Regione Piemonte
  • 1998 Tradizione popolare e linguaggio colto nell’Ottocento e Novecento piemontese - Ass. Cult. Trata Birata
  • 2001 Isolafolk-Decennale - Isolafolk
  • 2002 Feestival Gooik 1996-2001 - DKdisc
  • 2002 Capodanno celtico “Samonios” in musica - Divo 00006
  • 2002 Omaggio al Piemonte vol.2 - Regione Piemonte
  • 2002 Tribù Italiche “Piemonte” - WorldMusic 028
  • 2003 Italie:instruments de la musique populaire - Buda Records
  • 2003 Tradicionarius 2003 XVI ediciò Discmedi - Barcelona
  • 2004 Piemonte. Antologia della musica antica e moderna - Dejavu Retro
  • 2004 Italia 3 – Atlante di musica tradizionale - Dunya records
  • 2005 Piemonte World - The stars look very different today - Regione Piemonte
  • 2005 Gong – Tradizioni in movimento - Gong

Cronistoria concerti principali[modifica | modifica sorgente]

Canté ieuv – Brà (CN) - Italia - 1985
Broadstairs Folk Week – Gran Bretagna – 1986
Pontardawe International Folk Festival – Gran Bretagna – 1986
Biella Estate Folk - Italia – 1986
12° Canté Magg – Bergolo (CN) - Italia – 1987
Cantavalli ’88 (TO) - Italia – 1988
Pontardawe International Music Festival – Gran Bretagna – 1989
Towersey Village Festival – Gran Bretagna – 1989
Folk Music World – Londra, Gran Bretagna – 1989
Laboratorium – Stoccarda, Germania – 1991
Cantavalli ’91 (TO)- Italia – 1991
Tre giorni di musica popolare – Svizzera – 1992
Pontardawe Music Festival – Gran Bretagna – 1992
Towersey Village Festival – Gran Bretagna – 1992
Cornwall Folk Festival – Gran Bretagna – 1992
European Celebration – Lincoln, Gran Bretagna – 1992
Folkarea – Alessandria - Italia – 1992
Itinerari Folk Estate – Trento - Italia – 1993
Folk Arts Festival – Sidmouth, Gran Bretagna – 1993
Harlekinade Folk Festival – Ludwigshafen, Germania – 1994
Isola Folk – Suisio (BG) - Italia – 1994
Musik Alpes – Faverges, Francia – 1994
Festival de la Vieille Ville – Annecy, Francia – 1994
5° Rencontres Méditérranéennes – Francia – 1995
Estivalpes 95 – Francia – 1995
Rencontres internationales de luthiers et maîtres sonneurs de Saint-Chartier – Francia – 1995
Cantavalli ’95 (TO)- Italia – 1995
Musique et dances du mond – Romans, Francia – 1995
Festival Burgruine – Leofels, Germania – 1995
Cornwall Folk Festival – Gran Bretagna – 1996
Towersey Village Festival – Gran Bretagna – 1996
Folkermesse - Italia – 1996
Fleadh – Milano - Italia – 1996
Les temps chauds – Francia – 1996
Mercé 96 – Barcellona, Spagna – 1996
Folknuit, 1º Salone della Musica – Torino - Italia – 1996
Dranouter Folk Festival ’97 – Belgio – 1997
Les Alpes en Musique – Valle d’Aosta - Italia – 1997
Musik Alpes – Faverges, Francia – 1997
IX Mostra nacional de musica popular – Valls, Spagna – 1997
Folkermesse - Italie – 1997
Feestival Gooik - Belgio – 1998
Folkermesse – Italia – 1998
L’isola in collina – Ricaldone (AL)- Italia – 1999
E ben vena Magg – Alessandria - Italia – 2000
Folkest – Friuli - Italia – 2000
18ª festa della ghironda – Pragelato (TO)- Italia – 2000
Tacabanda - Bobbio Pellice (TO)- Italia - 2001
Jazz e altrove - Alessandria - Italia – 2001
Andar per Musica - Italia – 2001
Musiques du mond – Opèra national de Lyon, Francia – 2001
Feestival Gooik, Belgio – 2002
Tradicionàrius, Festival folk internacional – Barcellona, Spagna – 2003
Concertone, Suoni e balli sotto le stelle – Roccagrimalda (AL) - Italia – 2003
Folkermesse –Italia – 2004
Mediterrània – Manresa, Catalogna – 2004
Folkermesse - Italia – 2005
Towersey Village Festival – Gran Bretagna – 2005
Bridgnorth Folk Festival – Gran Bretagna – 2005
Cantè Bergera – Asti - Italia – 2005
Corsi d’Acqua e Percorsi – Alessandria - Italia – 2006
Concerto dei 30 anni – Alessandria - Italia – 2007
Musica all’Inverso - Val Chisone (TO) - Italia - 2007
Appennino Folk Festival – Bobbio (PC) - Italia - 2008
Piemonte in Musica - Italia - 2008
27° Cantamaggio – Morro d’Alba (AN) - Italia - 2009
13° EtéTrad Festival – Fénis (AO) - Italia - 2009
Teatro Araldo - Torino - Italia - 2010
Masca in Langa - Monastero Bormida (AT) - Italia - 2010
Teatro del Castello di Rivoli (TO) - Italia - 2011
Folkermesse - Italia – 2012

EtéTrad 2013 – Avise (AO) - Italia - 2013

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ TRE MARTELLI - Semper Viv | Felmay

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • tesi di Laurea in Pedagogia di Livio Tesio, La riproposta della canzone tradizionale in Piemonte 1987
  • Giovanni Sisto Alessandria una provincia diversa 1990
  • Franco Castelli La danza contro il tiranno 1995
  • AAVV The rough guide to world music 1996
  • Franco Lucà e Maurizio Martinotti Musica popolare in Piemonte 1997
  • Michele L. Straniero Antologia della canzone popolare piemontese tra settecento e novecento 1998
  • Ivo Franchi e Ezio Guaitamacchi 100 dischi ideali per capire la world music 2002
  • Luca Ferrari Folk geneticamente modificato 2003
  • Ugo Boccassi e Franco Rangone (IO) lui, gli altri e la musica 2003
  • AAVV, a cura di Alberto Ballerino, 80 anni di storia alessandrina 2005
  • Isabella Maria Zoppi (con contributi di Franco Castelli e Alessio Lega), Dalla città, le montagne 2009
  • Giovanni Rapetti Er len-ni an Tani, a cura di Franco Castelli e Piero Milanese, Alessandria, ISRAL-Joker, 2012

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica