Traute Lafrenz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Traute Lafrenz (Amburgo, 3 maggio 1919) è un medico tedesca. Attivista antinazista del gruppo della "Rosa Bianca", riuscì a sopravvivere alle indagini della Gestapo a differenza di altri membri del gruppo come Hans Scholl e Sophie Scholl.

Vita[modifica | modifica wikitesto]

Studiò assieme a Heinz Kucharski al Lichtwark-Gymnasium, una scuola d'arte di Amburgo. Nel 1937 si trasferì in una scuola religiosa dove si diplomò nel 1938 assieme alla sua amica Margaretha Rothe che poi diventerà assieme a lei membro della Rosa Bianca ad Amburgo. Iniziò quindi con Margaretha a studiare medicina all'Università di Amburgo nel semestre estivo del 1939. Concluso il semestre fu costretta a svolgere il Reichsarbeitsdienst in Pomerelia. Qui ebbe modo di conoscere Alexander Schmorell[1].

Nel Maggio 1941 Lafrenz si trasferì a Monaco di Baviera dove conobbe Hans Scholl e Christoph Probst[1]. In questo periodo, nella sua convinta opposizione al governo nazista di Adolf Hitler trovò ispirazione dagli scritti del filosofo austriaco Rudolf Steiner. Frequentò molti incontri del gruppo della Rosa bianca inclusi quelli con Kurt Huber. Alla fine del 1942 fu lei a portare il terzo volantino del gruppo ad Amburgo facendosi aiutare nella distribuzione dal suo già compagno di scuola Heinz Kucharski.

Quando il 18 febbraio 1943 Hans Scholl e Sophie Scholl furono arrestati, anche Traute fu messa sotto inchiesta dalla Gestapo[1]. Fu arrestata il 15 marzo e messa a processo assieme a Alexander Schmorell e Kurt Huber. Fu condannata il 19 aprile 1943 a un anno di prigione per "complicità". Dopo il suo rilascio fu arrestata nuovamente dalla Gestapo nel corso delle indagini sulla filiale di Amburgo della Rosa bianca e fu liberata soltanto nel 1945 dalle truppe americane[1].

Nel 1947 si trasferì negli Stati Uniti d'America dove tuttora vive a Meggett in South Carolina. Negli Stati Uniti è divenuta una grande esperta e sostenitrice dell'antroposofia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 221629932 LCCN: nb2012006728

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie