Trattato di Nimega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trattato di Nimega
Vrede van Nijmegen - De ondertekening van de Vrede tussen Frankrijk en Spanje door Henri Gascard (1635-1701).jpg

Data 10 agosto 1678
Luogo Nimega
Modifiche territoriali la Francia prende il controllo della Franca Contea, di alcune città fiamminghe e della contea di Hainaut
Parti contraenti
voci di trattati presenti su Wikipedia

Il trattato di Nimega è stato il trattato di pace firmato tra le Province Unite ed il Regno di Francia il 10 agosto 1678 presso la città olandese di Nimega.

Mutamenti territoriali[modifica | modifica sorgente]

Retrocessioni francesi[modifica | modifica sorgente]

Luigi XIV cede le exclavi in territori stranieri e cede :

Conquiste francesi[modifica | modifica sorgente]

La Spagna cede alla Francia :

Conseguenze[modifica | modifica sorgente]

Documento del trattato

In totale, la frontiera settentrionale della Francia viene consolidata, con meno enclavi. Inoltre la Franca Contea unisce la Francia all'Alta Alsazia (trattato del 17 settembre 1678).

La pace di Nimega venne completata dal trattato firmato il 5 febbraio 1679 tra Luigi XIV e l'Imperatore. L'Impero dovette cedere Friburgo in Brisgovia e riconoscere le disposizioni della Pace di Vestfalia del 1648.

Il duca di Lorena rifiutò le condizioni umilianti del trattato, il quale prevedeva che potesse recuperare il suo ducato, eccetto Nancy, ma accettando la creazione di quattro strade che lo attraversassero. Di conseguenza Luigi XIV continuò con l'occupazione della Lorena e annetté la piazzaforte di Longwy.

Nel Nord Europa Luigi XIV obbligò la Danimarca ed il Brandeburgo a restituire alla Svezia, alleata della Francia (novembre 1679), tutti i territori conquistati. L'elettore di Brandeburgo accettò in cambio di una rendita annuale di 100.000 lire per dieci anni, a sostenere il candidato della Francia all'elezione imperiale.

Dopo la firma del trattato di Nimega il re di Francia creò le Camere di riunione per estendere il suo dominio sulle dipendenze dei territori ceduti.

Il trattato segnò la fine della Decapoli alsaziana e dell'autonomia della regione.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]