Trattato del Bardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Traité du Bardo.jpg
Luogo Il Bardo (Tunisi)

Il trattato del Bardo (in arabo: معاهدة باردو, Muʿāhada Bārdū), chiamato anche "Trattato di Ksar Sa'id" (Qasr Saʿīd), fu un accordo internazionale bilaterale firmato il 12 maggio 1881 tra la Francia e la Tunisia.

Esso instaurò il protettorato della Francia sulla Tunisia. In base ad esso, il Bey fu costretto ad affidare ogni potere nel settore degli affari esteri, della difesa e dell'amministrazione al Residente Generale di Francia.

Le Convenzioni della Marsa, concluse l'8 giugno del 1883, svuotarono del tutto del suo contenuto il Trattato del bardo e spogliarono il Bey di quanto restava della sua originaria autorità, instaurando l'amministrazione diretta francese[1]. Il Trattato e le Convenzioni saranno revocate solo il 20 marzo del 1956, quando la Repubblica di Tunisia conquisterà la sua indipendenza.[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Moncef Guen, Les défis de la Tunisie : une analyse économique, éd. L'Harmattan, Paris, 1988, p. 23
  2. ^ (FR) Samya El Mechat, Tunisie. Les chemins vers l'indépendance (1945-1956), éd. L'Harmattan, Paris, 1992, p. 252

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]