Trasporti nella Città del Vaticano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Trasporti in Vaticano)
Mussolini fece demolire la "Spina di borgo", che collegava il lungotevere alla piazza San Pietro, trasformandola in un'ampia strada rettilinea, via della Conciliazione.

Questa voce raccoglie le principali tipologie di trasporti nella Città del Vaticano.

Generalità[modifica | modifica sorgente]

Date le ridotte dimensioni territoriali della Città del Vaticano, anche la sua rete di trasporti non è particolarmente sviluppata e non contiene alcun aeroporto o autostrada. Esiste invece un eliporto, utilizzato dai capi di stato e dagli ambasciatori durante le visite ufficiali alla Santa Sede. Per i viaggiatori che per qualsiasi motivo intendono recarsi nella piccola città-stato vaticana sono ovviamente disponibili sia la rete autostradale italiana sia gli aeroporti di Roma.

Trasporti su rotaia[modifica | modifica sorgente]

Ferrovia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stazione di Città del Vaticano e Ferrovia Vaticana.

All'interno dello stato vaticano esistono 852 metri di ferrovia a scartamento standard (1435 mm), che si collegano alla rete ferroviaria italiana alla stazione di Roma San Pietro. L'edificio della stazione vaticana, in stile ottocentesco, è stato progettato e realizzato fra il 1929 e il 1933 dall'architetto piemontese Giuseppe Momo, durante il pontificato di papa Pio XI, dopo la stipula dei Patti Lateranensi. La ferrovia, in origine, doveva servire al trasporto dei pellegrini, ma è stata utilizzata molto raramente per questo scopo. Papa Giovanni XXIII è stato il primo a utilizzarla direttamente, mentre papa Giovanni Paolo II se ne è servito assai di rado. Attualmente vi circolano solo treni per il trasporto di merci.

Tranvia e metropolitana[modifica | modifica sorgente]

Nel piccolo Stato non esiste una rete tranviaria né metropolitana propria, trovandosi quelle di Roma, rispettivamente a 5 minuti (piazza del Risorgimento, capolinea linea 19) ed a 10 minuti (stazione metro linea A Ottaviano - San Pietro - Musei Vaticani) dal colonnato di San Pietro. È in costruzione la linea C della metropolitana di Roma che avrà un'altra stazione denominata San Pietro, molto vicina a via della Conciliazione.

Trasporti aerei[modifica | modifica sorgente]

Aeroporti[modifica | modifica sorgente]

Come già accennato, i visitatori ed i pellegrini che arrivano in Vaticano si servono degli aeroporti di Roma; per gli spostamenti a lungo raggio del pontefice e degli alti prelati, la Santa Sede si serve prevalentemente dell'Aeroporto di Roma-Ciampino.

Eliporti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Eliporto di Città del Vaticano.

La Città del Vaticano possiede un eliporto, situato sulla sommità dei Giardini vaticani presso l'estremità occidentale delle mura, usato dal pontefice e dai Capi di Stato in visita ufficiale alla Santa Sede.

Trasporti stradali[modifica | modifica sorgente]

La rete viaria è costituita esclusivamente da strade urbane: vie, viali, compresa la celeberrima piazza San Pietro.

Vista l'esiguità del territorio non esistono mezzi di trasporto pubblico di linea, anche se esiste un piccolo autoparco costituito non solo da automobili, ma anche da pochi esemplari di camion, furgoni, autobus, veicoli speciali tra i quali la famosa papamobile.

Le automobili dei residenti, immatricolate nella Città del Vaticano, hanno particolari targhe automobilistiche.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti