Trasmutazione umana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il tentativo di trasmutazione umana da parte dei fratelli Elric nell'anime del 2009

La trasmutazione umana è un rito presente nell'opera di fantasia Fullmetal Alchemist. Si tratta di trasmutazioni alchemiche particolari, dove si trasmuta non un oggetto bensì un corpo o un'anima umana. Si tratta di pratiche molto pericolose ed assolutamente vietate. Vi sono numerose differenze fra la versione raccontata nel manga e nell'anime del 2009 e quella presente nell'anime del 2003.

Solitamente con questo termine viene fatto riferimento ai tentativi di resurrezione, ma le "trasmutazioni umane" non riguardano solo il resuscitare qualcuno. I fratelli Elric cercano la pietra filosofale, nel corso della serie, non allo scopo di riportare in vita la madre, ma per riuscire a riottenere i loro corpi originali: anche questa operazione è una trasmutazione umana, pericolosa e vietata.

Chi esegue una trasmutazione umana si trova di fronte al Portale dell'Alchimia, dove gli viene concesso di acquisire grandi conoscenze in pochi secondi (fra cui la capacità di eseguire trasmutazioni senza cerchio alchemico). Il prezzo da pagare per una trasmutazione umana è molto alto: perdere parti del proprio corpo o addirittura tutto. Tale prezzo è inteso anche come "pedaggio" per accedere alla conoscenza che si trova all'interno del Portale.

Trasmutazione umana nell'anime del 2003[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima serie animata, riportare in vita qualcuno è una trasmutazione praticamente impossibile e assolutamente vietata. È possibile creare un corpo, a partire dagli elementi costituenti (ma anche il solo ottenere un corpo umano corretto sotto tutti gli aspetti è praticamente impossibile senza una pietra filosofale), ma nessuno dei personaggi -se non nell'ultimo episodio- è mai riuscito ad ancorare l'anima al suddetto corpo: inoltre il principio dello scambio equivalente non permette di scambiare la vita delle persone, in quanto nessuna vita è mai perfettamente equivalente a un'altra. Se, nonostante tutto, un alchimista intende tentare, perderà parte o totalità del suo corpo; l'energia così ottenuta darà vita al risultato della trasmutazione, un homunculus. Questa creatura inizialmente non ha aspetto umano, solo col passare del tempo (si può accelerare lo sviluppo nutrendolo con le Pietre Rosse) matura e assume l'aspetto di colui che doveva essere resuscitato. Queste creature non hanno i ricordi della loro "vita precedente", ma verso la fine della serie ad alcuni di essi tornano dei vaghi ricordi appartenenti alle persone che avrebbero dovuto far tornare in vita, confondendoli. Teoricamente la vera Pietra Filosofale renderebbe possibile il riportare in vita qualcuno. Shou Tucker esegue un tentativo in tal senso: riuscirà a riportare in vita la figlia, ma non avendo la capacità di darle un'anima. Alphonse Elric invece, sacrificando tutta la pietra ed il suo corpo, riesce a riportare in vita il fratello, da poco ucciso da Envy. Un altro tipo di trasmutazione umana è quello effettuato da Hohenheim e Dante che, grazie alla Pietra Filosofale, hanno vissuto per quattrocento anni trasferendo la propria anima nei corpi di altre persone. Chi esegue una trasmutazione umana e sopravvive dopo aver visto il Portale, diventa in grado di eseguire trasmutazioni senza bisogno di tracciare un cerchio alchemico.

Trasmutazione umana del manga e dell'anime 2009[modifica | modifica wikitesto]

Anche nel manga cercando di riportare in vita qualcuno, si perdono parti del proprio corpo, ma non si ottiene il risultato sperato. Però quando si compie una trasmutazione umana non nasce un homunculus, ma semplicemente un corpo deforme del tutto diverso da quello del defunto che si cercava di riportare in vita. Nel capitolo 43, osservando i resti di ciò che avevano creato, come il colore dei capelli, Edward capisce che non si trattava affatto della loro madre: questo gli fa pensare che sia del tutto impossibile riportare in vita un morto, ma che forse il corpo di Alphonse possa essere ancora vivo da qualche parte (forse addirittura sostenuto dal cibo e dal sonno di Ed stesso, il che spiegherebbe anche perché egli cresca lentamente), e per questo gli sia stato possibile eseguire una trasmutazione sull'anima del fratello. In pratica, ipotizza che sia possibile portare fuori dal Portale soltanto qualcosa che vi si trova all'interno (come Alphonse, che è stato "portato via" -non "ucciso"- come "pedaggio" per entrare nel portale), e chi è veramente morto non vi si trovi (altra decisa differenza rispetto a quanto sembra essere nella prima serie animata). Chi esegue una trasmutazione umana e riesce a sopravvivere dopo aver visto il Portale, acquisisce l'abilità di eseguire trasmutazioni senza tracciare il cerchio alchemico e diventa un "sacrificio" utile al Padre per mettere in atto il suo piano.

Testo della trasmutazione[modifica | modifica wikitesto]

Ecco di seguito le parole che sono scritte intorno al cerchio disegnato dai fratelli Elric:

In inglese: "Pale white and black with false citrine imperfect white and red. The peacock's feather in bright colours, the rainbow in the sky above. The spotted panther, the green lion, the crow's beak blue as lead. These shall appear before you in perfect white, with many others. After the perfect white follows the grey and false citrine also."[1]

In italiano: "Recinti bianchi e neri con falso citrino imperfetto bianco e rosso. La piuma di pavone in luminosi colori, al di sopra l'arcobaleno nel cielo. La pantera macchiata, il leone verde, il becco blu del corvo come il piombo. Questi devono apparire prima in un bianco perfetto, insieme a molti altri. Dopo il bianco perfetto segue il grigio ed anche il falso citrino."

Trasmutazioni umane effettuate nell'anime del 2003[modifica | modifica wikitesto]

Tentativi di resurrezione mostrati[modifica | modifica wikitesto]

Tributo: Edward perde la gamba sinistra, Alphonse tutto il corpo.
Risultato: Creano Sloth.
Tributo: Parte degli organi interni.
Risultato: Crea Wrath.
Tributo: Parte dell'armatura di Al, che in quel momento è una pietra filosofale completa.
Risultato: Riesce a creare un corpo completo, identico a Nina, ma l'anima della bambina non rientra nel corpo, che rimane quindi in una sorta di stato vegetativo.
  • Il fratello di Scar per riportare in vita la fidanzata: Fallita
Tributo: Probabilmente gli organi riproduttivi.
Risultato: Crea Lust.
  • Alphonse Elric per riportare in vita Edward: Riuscita
Tributo: Tutta la pietra filosofale completa, di conseguenza la sua armatura e sé stesso.
Risultato: Edward si risveglia con entrambe le braccia e le gambe di carne ed ossa.
  • Edward Elric per riportare in vita Alphonse: Riuscita
Tributo: Sé stesso, ma invece di sparire per sempre all'interno del portale, lo attraversa con tutto il proprio corpo, sopravvivendo. Al perde il ricordo dei quattro anni passati nell'armatura. Hohenheim ipotizza che proprio tutto ciò che hanno passato i due fratelli in quel periodo possa essere il prezzo che hanno pagato per la trasmutazione.
Risultato: Alphonse ritorna in vita con il proprio corpo di carne ed ossa, che è rimasto con l'aspetto che aveva quattro anni prima.
  • Ne Il conquistatore di Shamballa, Huskisson tenta di trasmutare i cadaveri degli uomini morti nelle ricerche sull'uranio, per fonderli con le macchine e farli combattere contro i fratelli Elric: Fallita
L'unico risultato che ottiene è quello di sparire nel nulla, trascinato nel Portale assieme alla sua bomba (quest'ultima riappare sulla Terra, dopo averlo attraversato).

Per quanto riguarda gli unici due tentativi riusciti, esistono ulteriori particolari che possono essere stati importanti per la loro riuscita: nel caso di quella tentata da Alphonse, il ragazzo sottolinea il fatto che il corpo del fratello sia ancora caldo; in quella tentata da Edward, il fratello non è semplicemente morto, ma è stato "portato via" come tributo (differenza che nel manga risulta sostanziale). Quindi, anche prendendo in considerazione entrambe le serie animate, l'unico tentativo riuscito di riportare in vita qualcuno tecnicamente deceduto è quello effettuato da Al su Ed, il cui corpo era ancora caldo.

Tentativi di resurrezione non mostrati[modifica | modifica wikitesto]

  • Hohenheim per riportare in vita il figlio, di cui non viene rivelato il nome: Fallita
Risultato: Crea Envy.
  • Dante, non viene specificato in quali occasioni, crea Greed e Pride (l'homunculus in grado di invecchiare come un essere umano). Con tutta probabilità ha dato vita anche a Gluttony, poiché afferma che si tratta di un homunculus generato per creare la pietra filosofale. Nello speciale Fullmetal Alchemist: Reflections viene detto che Greed è nato da un esperimento fatto da Dante su un suo innamorato che era morto; la voce di Greed afferma di non averne ricordo.

Altre trasmutazioni umane o similari[modifica | modifica wikitesto]

  • Quella di Edward per legare l'anima di Alphonse all'armatura (pagando con il proprio braccio destro).
  • Quelle effettuate da Dante ed Hohenheim per trasferire le proprie anime in altri corpi (utilizzando vere Pietre filosofali come pagamento).
  • Qualcuno ha legato le anime dei Fratelli Slicer e di Barry lo squartatore a delle armature. Anche loro, come Alphonse, sono legati alle armature finché è integro il loro sigillo di sangue.
  • Non è chiaro se le creazioni delle chimere umano-animali richiedano la pietra filosofale o in mancanza di essa il sacrificio dei propri organi: sicuramente nel laboratorio numero 5 era disponibile molta pietra filosofale incompleta, ma non è dato sapere se Shou Tucker ne possedesse anche a casa sua quando aveva creato delle chimere utilizzando prima la moglie e poi la figlia.
  • Nell'episodio 4, un uomo di nome Majihal, constatando che la trasmutazione umana per riportare in vita la donna che amava e che crede morta è al di sopra delle sue capacità, infonde la vita a delle bambole (come dei manichini) con le sue fattezze sacrificando delle ragazze del villaggio, che venivano ritrovate inspiegabilmente morte. Nonostante il bracciale che utilizza per usare l'alchimia abbia degli elementi rossi e la presenza di Lust sul luogo, non vi è alcun riferimento al fatto che egli possa o meno avere una pietra rossa, o se questi suoi esperimenti siano o meno da considerare "trasmutazioni umane". La tecnica appare comunque diversa da quella che lega l'anima di Alphonse alla sua armatura: non viene nominato alcun sigillo di sangue. Le bambole viventi non rispondono ai voleri di Majihal, e per il poco che è dato di vedere (l'unica mostrata in vita viene distrutta poco dopo la sua apparizione sullo schermo) non sembrano nemmeno poter parlare né mostrare la personalità della persona sacrificata, limitandosi a vagare (venendo scambiate per zombie) in caso riescano ad allontanarsi dal controllo del loro creatore: anche se la frequentazione del cimitero potrebbe indicare che "sappiano" che la loro vita proviene dalle donne sacrificate, non vengono fornite indicazioni al riguardo.
  • Le trasmutazioni eseguite da Kimblee (che trasforma esseri umani in bombe), secondo quanto affermato da Ed nell'episodio 47, non sono "trasmutazioni umane" in quanto agiscono soltanto sui singoli elementi chimici presenti nel corpo umano utili a diventare esplosivi, non sul corpo nel suo insieme.
  • Wrath, l'unico homunculus che può utilizzare l'alchimia (grazie al braccio ed alla gamba di Edward che possiede), può usarla per fondere a piacere il suo corpo con gli oggetti circostanti proprio perché, in quanto homunculus, lui non è umano. I poteri speciali peculiari degli altri homunculus (alcuni dei quali possono anche deformare i propri corpi, in modi diversi) e le enormi capacità rigenerative di tutti loro non sono neanche trasmutazioni alchemiche.

Trasmutazioni umane effettuate nel manga e nella seconda serie animata[modifica | modifica wikitesto]

Tentativi di resurrezione[modifica | modifica wikitesto]

  • Edward ed Alphonse Elric per riportare in vita la madre
  • Izumi Curtis per riportare in vita il figlio

Altre trasmutazioni umane o similari[modifica | modifica wikitesto]

  • Edward per legare l'anima di Alphonse all'armatura
  • Gli scienziati del laboratorio numero 5 per legare l'anima di Barry all'armatura (probabilmente sono stati loro anche per i fratelli Slicer)
  • Non è chiaro se la creazione delle chimere sia una trasmutazione umana che porta al Portale, con quel che ne consegue, ma probabilmente no grazie all'uso delle pietre filosofali.
  • Roy Mustang, partendo da carni animali, crea un finto corpo umano, per poi bruciarlo pesantemente e far credere che si trattasse di Maria Ross. Come egli stesso spiega, non è una vera trasmutazione umana perché non pretende di creare un corpo umano completo e funzionante, ma solo un cadavere che gli somigli.
  • Quando Ed viene mangiato per sbaglio da Gluttony, assieme a Ling ed Envy, finisce in un "falso" portale della verità. L'unico modo che trova per uscirne è passare attraverso quello vero, ed esegue così una sorta di trasmutazione umana (come trasmutare "sé stesso" in "sé stesso") per arrivarci, utilizzando come sacrificio parte dell'energia della pietra filosofale di Envy (anime di abitanti di Xerxes)
  • Quando Ed rimane mortalmente ferito in uno scontro con Kimbly, esegue su sé stesso una trasmutazione medica, e per andare oltre i propri limiti (non essendo un esperto nel campo), utilizza parte della propria energia vitale come se fosse una piccola pietra filosofale.
  • Quando fatto dal Padre -all'epoca chiamato semplicemente "Homunculus"- a Xerxes è una trasmutazione umana in quanto, oltre a concentrare tutte le anime degli abitanti del regno, interviene anche sul corpo di Hohenheim, che è umano, rendendolo la forma umana della pietra filosofale.
  • Uno scienziato con un dente d'oro attiva un grande cerchio alchemico che ha come vertici i cinque laboratori dell'esercito a Central City, che ha l'effetto di far apparire l'occhio ed i tentacoli che accompagnano solitamente una trasmutazione umana sotto i piedi di coloro che erano già dei "sacrifici": Edward, Alphonse ed Izumi vengono così come teletrasportati al cospetto del Padre.
  • Nel capitolo 102 del manga, Pride esegue una trasmutazione umana: dopo aver trafitto il ricercatore con il dente d'oro ed aver acquisito le sue conoscenze, traccia ed attiva un cerchio alchemico tenendo Roy Mustang immobilizzato. Il corpo dello scienziato diventa un ammasso deforme, ma lo scopo di Pride non è quello di riportare in vita colui che ha appena ucciso: Mustang si ritrova al Portale, e quando ne esce (seguito da Pride) ha perso l'uso della vista ed è diventato l'ultimo "sacrificio" necessario al Padre per portare a termine il suo piano. Così facendo, Pride perde la capacità di rigenerare il corpo di Selim.
  • Il Padre attiva un cerchio alchemico che fa aprire i portali dei cinque sacrifici (occhi e tentacoli appaiono sui loro ventri): grazie all'energia che sprigionano, attiva il cerchio alchemico lungo tutta Amestris, con i tentacoli che appaiono per tutto lo Stato. Il Padre assorbe così l'energia di tutti gli abitanti, diventando di dimensioni titaniche ed assorbendo dentro di sé la Verità.
  • Durante il combattimento finale, Alphonse aiuta il fratello, che ha il proprio braccio artificiale distrutto, facendosi aiutare da Mei Chang per eseguire una trasmutazione umana a distanza. Alphonse "restituisce" al Portale la propria anima (che si congiunge con il corpo, rimanendo al Portale) per annullare la trasmutazione con cui il fratello lo aveva legato all'armatura anni prima: così facendo, il "prezzo" che Ed aveva pagato all'epoca, il proprio braccio destro, gli viene restituito.[2]
  • Dopo aver sconfitto il Padre (che, una volta esaurite le energie, viene risucchiato dal proprio stesso Portale), Edward esegue l'ultima trasmutazione umana su sé stesso per raggiungere il proprio Portale, che offre come pagamento alla Verità, in cambio del fratello, perdendo così la capacità di utilizzare l'alchimia. I due fratelli tornano indietro attraversando il Portale di Alphonse.[3]

Trasmutazioni umane effettuate in altri media[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'OAV L'alchimista cieco (il primo rilasciato dopo l'inizio della seconda serie animata), Judau, servitore di una ricca famiglia, ha tentato la trasmutazione umana per riportare in vita la figlia dei suoi padroni, Rosalie. L'uomo ha perso gli occhi, ed il suo padrone, per non fargli sapere che il suo sacrificio è stato inutile, gli ha detto che la trasmutazione è riuscita. Adesso in quella casa c'è una vivace bambina che viene chiamata Rosalie, ma in realtà il suo nome è Amy ed è stata adottata, mentre in una stanza c'è il risultato della trasmutazione umana: un corpo come mummificato, ma che talvolta appare muoversi leggermente.
  • Verso la fine del lungometraggio Fullmetal Alchemist - La sacra stella di Milos, Julia Crichton, nonostante Ed e Al cerchino di fermarla, decide di salvare la vita al fratello morente (che lei stessa aveva ferito durante uno scontro); nonostante entrambi abbiano dei poteri derivanti dall'aver ingoiato delle pietre filosofali, la situazione di Ashley è così grave che Julia arriva ad aprire il Portale della Verità pur di riuscire nell'intento. La ragazza riesce così a salvare il fratello, ed a ricostruire il suo viso, che era stato sfigurato anni prima, ma perde una gamba come tributo (la ferita le viene cauterizzata da Mustang). Le pietre filosfoali che fratello e sorella avevano in corpo vengono vomitate e si dissolvono. Successivamente, Edward specifica che comunque Ashley, per quanto in fin di vita, non era ancora morto, e solo per questo motivo era stato possibile salvarlo.

Il Portale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Portale della Verità.

Chi tenta una trasmutazione umana viene afferrato da una serie di tentacoli che terminano con delle piccole mani, e si ritrova al Portale della Verità. L'aspetto del Portale, nella prima serie animata, è dato da una cornice esterna con scolpite delle figure umanoidi, e dalla porta vera e propria con inciso un grande occhio stilizzato. Nel manga e nella seconda serie animata, invece, il Portale appare privo di cornice esterna, sollevato dal suolo e con un'incisione (che varia da persona a persona) di una sorte di radice stilizzata, che forse richiama l'albero della vita.

Il Portale nella prima serie animata (a sinistra) e nel manga e nella seconda serie (a destra) Il Portale nella prima serie animata (a sinistra) e nel manga e nella seconda serie (a destra)
Il Portale nella prima serie animata (a sinistra) e nel manga e nella seconda serie (a destra)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il testo
  2. ^ Capitolo 107 del manga.
  3. ^ Cap 108 del manga.
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga