Trappola diabolica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trappola diabolica
Titolo originale Trappola diabolica
Paese di produzione Italia
Anno 1988
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere Azione, guerra
Regia Bruno Mattei, Claudio Fragasso
Sceneggiatura Rossella Drudi, Claudio Fragasso
Produttore Franco Gaudenzi
Fotografia Richard Grassetti
Montaggio Bruno Mattei
Musiche Stefano Mainetti
Interpreti e personaggi
« Michael, non c'è tempo per dormire, ho una sconvolgente sorpresa per voi... »
(Kramet mentre tortura Michael Ransom)

Trappola diabolica è un film d'azione del 1988 diretto da Bruno Mattei e Claudio Fragasso, sequel di Strike Commando (1987).

È uscito in videocassetta con il titolo Strike Commando 2 - Trappola diabolica.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Michael Ransom, che aveva combattuto in Vietnam, si reca a Manila per cercare Vic Jenkins, suo ex comandante, rapito dai terroristi comandati da un certo Kramet. Michael ha un debito di riconoscenza nei conforti dell'ufficiale, che durante la guerra gli salvò la vita. Giunto a Manila, Michael non trovando aiuto nella persona dell'ambasciatore (che gli confessa che Vic e un pezzo grosso della CIA rinchiuso in campo di concentramento vietnamita) decide di agire da solo. Incontrata una donna, Rosanna, prosegue con lei fino al campo, dove apprende con sconcerto che il rapimento fu organizzato dallo stesso Vic, oggi agente del KGB russo. Michael viene catturato e brutalmente torturato (ma tenuto in vita per ottenere un riscatto). Liberatosi riesce a far saltare in aria il campo, risparmia la vita a Vic ed elimina il capo dei terroristi.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Creato da Claudio Fragasso e Rossella Drudi e diretto da Bruno Mattei, Strike Commando 2 è stato interamente girato nelle Filippine per ammortizzare i costi di produzione.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]