Trapezio (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Trapezio
Trapeze (1956) trailer 1.jpg
Tony Curtis, Gina Lollobrigida e Burt Lancaster
Titolo originale Trapeze
Lingua originale inglese / italiano
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1956
Durata 105 min (11 bobine)
Colore colore De Luxe
Audio sonoro Mono (Western Electric Recording) (optical prints)
Rapporto 2,35 : 1 CinemaScope
Genere drammatico
Regia Carol Reed
Soggetto dal romanzo The Killing Frost (1950) di Max Catto
Sceneggiatura James R. Webb e (non accreditati) Ben Hecht e Wolf Mankowitz

Liam O'Brien (adattamento)

Produttore James Hill

Harold Hecht e Burt Lancaster (non accreditati)

Casa di produzione Hill-Hecht-Lancaster Productions (con il nome Joanna A.G.) (con il nome Hechler Productions), Joanna Productions e Susan Productions
Fotografia Robert Krasker
Montaggio Bert Bates (supervisore)
Effetti speciali R.J. Lannan
Musiche Malcolm Arnold

Muir Mathieson (direttore d'orchestra)

Scenografia Rino Mondellini
Costumi Veniero Colasanti (con il nome Colasanti)
Trucco Louis Bonnemaison
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Trapezio (Trapeze) è un film del 1956 diretto da Carol Reed, il primo dell'esperienza americana della Lollobrigida.

Ambientato nel mondo del circo, fu prodotto da Burt Lancaster. L'attore, che era stato trapezista prima di intraprendere la carriera cinematografica, girò personalmente molte delle scene acrobatiche.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Mark Ribble era una volta uno dei migliori trapezisti del mondo, il sesto ad essere riuscito nel triplo salto mortale, ma un errore nell'esecuzione dell'esercizio lo ha reso claudicante e quindi l'uomo ha smesso di esibirsi. Tino Orsini, un giovane ed ambizioso trapezista, cerca Ribble per farsi insegnare la tecnica del triplo salto mortale e chiedergli di eseguirlo con lui. Ribble e Orsini grazie al loro salto diventano la principale attrazione del circo, ma la presenza di Lola, anche lei trapezista decisa ad avere un posto al sole, si insinua fra i due, finendo col creare un triangolo amoroso che mette a dura prova il rapporto fra i due uomini.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Il film fu prodotto dalla Hill-Hecht-Lancaster Productions (con il nome Joanna A.G.) (con il nome Hechler Productions), Joanna Productions e Susan Productions. Le riprese durarono dal 1º agosto al 18 novembre 1955. Il film fu girato ai Billancourt Studios di Parigi[1].

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Distribuito dall'United Artists, uscì nelle sale cinematografiche USA il 30 maggio 1956, dopo esser stato presentato in prima mondiale a Los Angeles il 29 maggio 1956[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b AFI

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Ronald Bergan, The United Artists Story , Octopus Book Limited, 1986 ISBN 0-517-56100-X

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema