Trampolino elastico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Template-info.svg

Il trampolino elastico è una disciplina della ginnastica, riconosciuta sport olimpico dal C.I.O. nel 1998.

L'attrezzo del trampolino elastico è costituito da una rete elastica avente dimensioni di 2,20 m per 4,20 m. La rete è agganciata mediante 116 molle ad un telaio metallico, posto all'altezza di 1,20 m da terra. Ai lati sono presenti delle protezioni (alte 20 cm e lunghe 2 m). Per la sicurezza dell'atleta è necessaria un'area di sicurezza di 65,10 m² e l'altezza del luogo di gara o di allenamento deve essere almeno di 8 m.

Gli esercizi sono principalmente salti doppi e tripli, raggruppati o tesi, spesso anche avvitati.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il trampolino elastico nacque negli Stati Uniti negli anni trenta: con l'aiuto di Larry Griswold, George Nissen ideò un prototipo del trampolino all'interno del suo garage. Nel 1948 si svolse il primo campionato nazionale statunitense. Nel 1958 si è tenuta in Svizzera la prima Nissen Cup, dedicata a questa specialità. Nel 1980 si sono svolti la prima World Cup di trampolino elastico, a Bois-Colombe, in Francia e primo campionato mondiale a Londra. Nel 1983 nacque la FITe (federazione italiana trampolino elastico) che si attiva nell'anno successivo. Nel 1998 il C. I.O accetta la FIT come una federazione.

Il trampolino alle olimpiadi[modifica | modifica sorgente]

I vincitori della categoria individuale maschile:

anno luogo atleta nazionalità
2000 Sydney Aleksander Moskalenko Russia Russia
2004 Atene Yuri Nikitin Ucraina Ucraina
2008 Pechino Lu Chunlong Cina Cina
2012 Londra Dong Dong Cina Cina

I vincitori della categoria individuale femminile:

anno luogo atleta nazionalità
2000 Sydney Irina Karavaeva Russia Russia
2004 Atene Anna Dogonadze Germania Germania
2008 Pechino He Wenna Cina Cina
2012 Londra Rosannagh Maclennan Canada Canada

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]