Tram VBZ Be 4/6 (1976)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
VBZ Be 4/6
Vettura tranviaria articolata
Vettura n. 2034 in servizio sulla linea 15
Vettura n. 2034 in servizio sulla linea 15
Anni di costruzione 1976-1978 (I serie)
1985-1987 (II serie)
1992-1993 (III serie)
Anni di esercizio 1976-...
Quantità prodotta 121 con cabina
15 senza cabina
35 Be 2/4 "Pony"
Costruttore Parte meccanica:
Schlieren, Schindler, SIG
Parte elettrica:
BBC, ABB
Lunghezza 21.400 mm
(Be 2/4: 15.400 mm)
Larghezza 2.200 mm
Altezza 3.600 mm
Capacità Posti a sedere:
50 (Be 2/4: 35)
Posti in piedi:
54 (unità con cabina)
57 (unità senza cabina)
41 (Be 2/4)
Scartamento 1.000 mm
Massa a vuoto 26,5 t
(Be 2/4: 18,5 t)
Rodiggio B'2'B'
(Be 2/4: 2'B')
Potenza continuativa 278 kW (I serie)
308 kW (II serie)
314 kW (III serie)
154 kW (Be 2/4 II serie)
157 kW (Be 2/4 III serie)
Alimentazione elettrica da linea aerea
600 V cc

I tram tipo Be 4/6 della Verkehrsbetriebe Zürich, detti "Tram 2000", sono una serie di elettromotrici tranviarie articolate monodirezionali, costruite a partire dal 1976 per l'esercizio sulla rete tranviaria cittadina.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I "Tram 2000" vennero progettati negli anni settanta del XX secolo come successori dei tram tipo "Mirage", ma a differenza di quelli fu scelta una configurazione a due casse collegate da un'articolazione centrale sorretta da un carrello Jakobs.

Inizialmente vennero costruite 45 vetture con cabina (numerate da 2001 a 2045) e 15 vetture senza cabina (numerate da 2301 a 2315), che venivano accoppiate in comando multiplo per formare convogli di maggiore capacità. Questa prima serie di vetture fu consegnata dal 1976 al 1978.

Visti i risultati soddisfacenti, si decise di ordinare una seconda serie, composta di 53 vetture con cabina (numerate da 2046 a 2098), potenziate rispetto alle precedenti; le vetture senza cabina invece vennero costruite in versione ridotta a cassa unica su due carrelli (e pertanto classificate Be 2/4), numerate da 2401 a 2420 e soprannominate "Pony". La seconda serie fu consegnata dal 1985 al 1987.

Dal 1992 al 1993 venne costruita una terza serie, composta di 23 vetture con cabina (numerate da 2099 a 2121) e di 15 "Pony" (numerate da 2421 a 2435).

Le vetture allungate (Sänfte)[modifica | modifica wikitesto]

Per adeguare le vetture alle richieste di maggiore capacità e migliore accessibilità, fra il 2004 e il 2005 le 23 vetture della terza serie vennero allungate con l'aggiunta di una sezione centrale a pianale ribassato e l'aggiunta di un nuovo carrello, così che il rodiggio è diventato B'2'2'B'. Le vetture così modificate hanno ottenuto il soprannome di Sänfte ("lettiga"), a causa della conformazione della cassa centrale, sospesa fra due carrelli.

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Vetture derivate[modifica | modifica wikitesto]

In seguito ai buoni risultati ottenuti a Zurigo, vennero realizzate vetture derivate per la Regionalverkehr Bern-Solothurn (RBS), per la Forchbahn (FB), e per la rete tranviaria di Neuchâtel. In Italia l'Officina Meccanica della Stanga rielaborò profondamente il progetto per adattarlo alle esigenze della metropolitana di Genova, ottenendone la serie AMT 01 ÷ 06[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanni Klaus Koenig, Tram d'avanguardia, in "I Treni Oggi" n. 100 (gennaio 1990), p. 66

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gerhard Dölling, Strassenbahnatlas Schweiz 1993, Arbeitsgemeinschaft Blickpunkt Straßenbahn e. V., Berlino, 1993, pp. 98-102. ISBN 3-926524-13-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

trasporti Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti