Trabant

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo gruppo musicale italiano, vedi Trabant (gruppo musicale).
Trabant
Der Trabi.jpg
Trabant 601
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Automobilwerk Zwickau
Tipo principale Berlina
Altre versioni Station wagon
Produzione dal 1957 al 1991
Esemplari prodotti oltre 3.100.000
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza da 3.361 a 3.600 mm
Larghezza 1.493 mm
Altezza 1.460 mm
Massa 620 kg
Altro
Auto simili Citroen 2CV
Fiat 500
Volkswagen Maggiolino
Note Dati della P50
Trabant P50 heck.jpg
Vista posteriore di una P50

La Trabant fu un'automobile prodotta dalla casa automobilistica VEB Sachsenring Automobilwerke Zwickau. La Trabant fu progettata e messa in produzione negli anni cinquanta nella Repubblica Democratica Tedesca, e continuò ad essere prodotta fino alla riunificazione (1991), e per un solo anno nella Germania unita.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Nata come l'auto del popolo tedesco dell'Est (un po' come la Volkswagen per il popolo del Terzo Reich), la Trabant fu di fatto l'unica scelta possibile per il trasporto privato; nella DDR esisteva un'altra casa automobilistica, la Wartburg, che produceva automobili per qualità e tecnologia superiori alla Trabant della Sachsenring. Tuttavia i costi proibitivi delle automobili Wartburg di fatto relegavano il ruolo della Trabant ad auto del popolo, mentre le Wartburg erano usate dalle persone che facevano parte della nomenklatura della Germania Est.

Il logo della Trabant

Inizialmente la sua denominazione era quella di AWZ (Automobilwerk Zwickau). Il nome Trabant venne utilizzato per la prima volta nel 1957 per il modello definitivo P50 e significa compagno di viaggio, così come il termine russo sputnik, usato per il satellite lanciato nello stesso anno dall'Unione sovietica. Agli inizi questo modello doveva essere un motoveicolo che solo alla fine del progetto venne convertito in una automobile. La P50 era dotata di un motore a due tempi di 500 cm³.

Le Trabant hanno una struttura base a telaio in acciaio, ma la carrozzeria applicata su questo è realizzata in materiali plastici; furono le prime auto tedesche con la carrozzeria realizzate in materiali plastici. Per realizzare la carrozzeria veniva utilizzato il Duroplast, un materiale pressato di notevole spessore, contenente lana o cotone impregnato di resine. Questo materiale era economico da produrre, robusto e molto leggero, termicamente molto isolante, assolutamente non ossidabile o degradabile, non si deformava plasticamente agli urti, come avviene con l'acciaio, ma fortemente sollecitato subiva fratture (si spaccava), rendendo non banale la riparazione, (che comunque poteva avvenire con applicazione di resine), quindi proteggeva efficacemente dagli urti soprattutto a velocità congruenti con il tipo di mezzo.

Il materiale in resine e fibre organiche, tuttavia, è risultato anche assolutamente non degradabile o trasformabile in modo economico, quindi l'unica possibilità di smaltirlo è stato quello di utilizzarlo, macinato, come componente delle pavimentazioni stradali.

La fabbrica produceva tre modelli d'auto: la berlina, la cabriolet e la giardinetta; tutte le "601" (dagli anni '60 agli anni ottanta) montavano motori a due tempi di 595 cm³ per 25 cavalli che in seguito venne sostituito con quello da 1043 cm³ della Volkswagen Polo, (come era consuetudine nei paesi dell'est i motori venivano sostituiti; molti proprietari della vettura avevano anche montato sulle loro auto il motore della Fiat 128). Le prestazioni con motore a due tempi erano modeste e l'auto impiegava 29 secondi per raggiungere i 100 km/h con partenza da fermo, mentre la velocità massima era di 112 km/h. Il motore originale a due tempi produceva inoltre un notevole fumo dallo scarico.

Con la riunificazione, la produzione di modelli di automobili come la Trabant fu resa anacronistica e superata da quelli delle case automobilistiche occidentali, e dalle rigide misure anti-inquinamento della Germania riunificata, per cui la produzione cessò. Oggi la Sachsenring AG produce solo dei componenti di ricambio per motori a scoppio.

Nei primi anni novanta era possibile acquistare una di queste vetture per una cifra irrisoria, e per un certo periodo vi fu un vivace mercato. Con l'andare del tempo però si sono fatte più rare ed il loro prezzo è salito, pur rimanendo sempre economiche. Mentre la carrozzeria è virtualmente eterna, lo stesso non si può dire del telaio.

Oggi si può vedere il modello ancora circolare in alcuni paesi dell'Europa orientale come Ungheria, Romania, Bulgaria, Moldavia, ma talvolta anche in Islanda, dove le auto "datate" (moltissime americane anni sessanta-settanta, ma anche automobili dell'est Europa quali la Trabant) sono apprezzate per la loro robustezza, quindi adatte al clima freddo, alle velocità moderate, ed alle strade non asfaltate dell'isola.

In effetti la Trabant salì agli onori della cronaca anche alla fine degli anni novanta quando si venne a sapere che era riuscita a superare il test dell'alce[senza fonte], mentre vetture molto più moderne (come la Mercedes-Benz Classe A), in un primo momento, non ce l'avevano fatta (questo test è una prova di stabilità condotta effettuando, con la vettura in movimento, una sterzata brusca come se si dovesse evitare un animale che attraversasse la strada improvvisamente, un test molto importante nei paesi dell'Europa Settentrionale). La Trabant, che il test l'aveva superato addirittura nel 1990, ricevette un inaspettato riconoscimento per le sue doti di stabilità.[senza fonte]

D'altra parte, mediamente, i giudizi su questa particolare auto sono per lo più negativi: ad esempio, un sondaggio del settimanale TIME l'ha inserita tra le 50 auto peggiori della storia[1], le critiche derivano soprattutto dalla rumorosità, dalla fumosità allo scarico, e dalle modeste prestazioni.

Modelli prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Versione Anni di produzione Esemplari
AWZ P70 dal 1954 al 1959 36.151
Trabant P50/500 dal 1957 al 1962 131.440
Trabant P60/600 dal 1962 al 1965 106.628
Trabant 601 dal 1964 al 1990 2.818.547
Trabant 1,1 dal 1989 al 1991 39.474
Totale
N.B.:Dati calcolati non ufficiali
3.132.240


La Trabant nei media[modifica | modifica wikitesto]

Graffito della Trabant sul Muro di Berlino
  • Le Trabant furono utilizzate come scenografia nei concerti dello Zoo Tv Tour (1992-1993) del gruppo rock irlandese U2.
  • Nel film Good Bye Lenin, per cercare di chiedere alla madre i soldi da cambiare durante la riunificazione, Alex le dice che è arrivata la Trabant che avevano ordinato, e lei si stupisce dei soli tre anni di attesa, e per rendere più credibile la cosa lui e Ariane la portano alla dacia di famiglia con tale mezzo. Inoltre Ariane accenna che Rainer ne aveva acquistata una.
  • Nel film Ogni cosa è illuminata, i protagonisti attraversano l'Ucraina a bordo di una Trabant.
  • Nei fumetti disney la macchina del personaggio Paperoga è una "Traballant" parodia della Trabant; in un censimento condotto da Paperino e Paperoga per conto di zio Paperone, la Traballant viene ritenuta l'auto preferita dai paperopolesi.
  • In diverse scene del film Gatto nero, gatto bianco del regista Emir Kusturica, appare un maiale, che lentamente divora la carcassa di una Trabant.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo di Time

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili