Tour della Nazionale di rugby a 15 dell'Australia 1927-1928

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tra giugno 1927 e marzo 1928, la squadra dei New South Wales Waratahs, la rappresentativa top del rugby a 15 australiano del tempo, svolse un tour che comprendeva, Ceylon, la Gran Bretagna, la Francia, l'Irlanda e il Canada, nel quale disputarono cinque test-match e ventisei incontri minori.

Ufficialità del tour[modifica | modifica wikitesto]

Esso viene annoverato tra i tour della nazionale di rugby a 15 dell'Australia in quanto all'epoca il rugby a 15 era di fatto giocato solo nel Nuovo Galles del Sud dopo che la federazione del Queensland si era sciolta nel 1919 e non sarebbe rinata sino al 1929. Dunque la "New South Wales Rugby Union" era rimasta la sola federazione ad amministrare il gioco e a rappresentare il paese in questo sport. Proprio pochi mesi prima infatti l'International Rugby Board aveva richiesto a tale federazione una squadra che affrontasse in modo ufficiale le nazionali britanniche.

Le federazioni europee a differenza di quella neozelandese, riconobbero come ufficiali i match disputati dalle loro nazionali nel periodo tra le due guerre contro i Waratahs. Per quanto riguarda l'Australia esse vennero annoverate tra i match della rappresentativa dello stato di Sydney e solo nel 1986 l'Australian Rugby Union riconobbe tali match come incontri ufficiali della nazionale Australiana.

Va detto che l'International Board aiutò notevolmente la federazione di Sydney a far sopravvivere il gioco a 15 in Australia, nel momento in cui, come avvenuto a Brisbane, il rugby League a 13 stava prendendo il sopravvento in Australia.

La squadra[modifica | modifica wikitesto]

Un team di ventinove uomini venne selezionato: comprendeva ventotto giocatori del Nuovo Galles del Sud e un solo giocatore del Queensland: la grande ala Tom Lawton Sr., che si sera trasferito a Sydney per continuare la sua carriera, dopo che il rugby union aveva "collassato" a Brisbane.

Capitano era Johnnie Wallace che, studente dell'Università di Sydney, si era trasferito a Oxford, grazie ad una borsa di studio ed aveva rappresentato la Scozia in nove test tra il 1921 e il 1926 prima di tornare in patria.

La scelta di Wallace come capitano fu scelta obbligata, essendo egli ben conosciuto in Gran Bretagna, era un grande giocatore e molto esperto, un ottimo organizzatore di gioco e aveva un grande ascendente sui giovani.

Nel tour di nove mesi gli australiani vinsero 24 match, ne pareggiarono 5 e subirono due sole sconfitte, riconquistando una credibilità internazionale persa nel dopoguerra.

Il tour[modifica | modifica wikitesto]

Il viaggio di andata e la preparazione[modifica | modifica wikitesto]

La squadra lasciò Sidney in treno il 22 luglio per Melbourne. Essi giocarono un match nel pomeriggio contro una squadra locale (Victorian invitation XV) vincendo 19.-9 Salirono a bordo della Ormonde da Melbourne il 26 luglio per Adelaide, dove si fermarono un giorno.

Il 10 agosto, la Ormonde arrivò a Colombo, dove furono ospiti della Colombo Rugby Union e giocarono contro una selezione di Ceylon di fronte a 5.000 spettatori. Ripartirono il giorno dopo alla volta del canale di Suez che attraversarono diretti a Napoli (visitarono Pompei). Altre soste avvennero a Tolone e Gibilterra. Arrivarono a Plymouth il 31 agosto.

La squadra si preparò per due settimane a Teignmouth nel Devon prima del primo match contro Devon and Cornwall il 17 settembre. Disputarono alcuni match di esibizione, che non vennero conteggiati come match del tour dalla Rugby Union, ma solo come "esibizioni"





La prima parte del tour[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 settembre il tour iniziò ufficialmente con il match contro Devon and Cornwall, due contee britanniche molto quotate che unirono le forze. Quindi gli australiani, si trasferirono in Galles, per giocare a Newport, Swansea e Cardiff.

Contro University of Oxford subirono la loro prima sconfitta per 3-0 e si rifecero contro Cambridge.

Altri match furono disputati a Liverpool, Newcastle e Coventry prima di imbarcarsi per Dublino.
















In Irlanda[modifica | modifica wikitesto]

In Irlanda, i Waharatahs disputarono il loro primo test match battendo 5-3 l'Irlandain Lansdowne Road il 12 novembre.

Seguì un solo altro match contro Ulster.



In Galles[modifica | modifica wikitesto]

Sulla strada del Galles, i Waratahs disputarono un match a Gosforth, prima di trionfare al Cardiff Arms Park travolgendo il Galles per 18-8, seguirono alcuni importanti match contro squadre gallesi e inglesi, prima di recarsi in Scazia.







Il test con la Scozia[modifica | modifica wikitesto]


In Inghilterra per il Test[modifica | modifica wikitesto]

Quindi nell'anno nuovo, si recarono a Londra dove furono accompagnati in parlamento da Richard Hely-Hutchinson, sesto duca di Donoughmore, segretario della Camera dei Lord e da Sir James Whitley, Speaker della Camera dei Comuni. Essi furono presentati a Edoardo, principe di Galles al St James's Palace e a Re Giorgio V e alla regina Mary.

Vennero anche invitati ad incontrare il Duca e la Duchessa di York ossia il futuro Re Giorgio VI e consorte..

Quindi finalmente scesero in campo contro Twickenham prima di ripartire verso la Francia.




In Francia[modifica | modifica wikitesto]

Arrivati in Francia a Parigi, partirono per Bordeaux dove, anche a causa della stanchezza del viaggio, subirono una sorprendente sconfitta contro una selezione della Francia Meridionale a Bordeaux, riscattata da una vittoria a Tolosa, contro un'altra selezione.

Quindi tornarono a Parigi dove affrontarono la Francia a Colombes, nel test finale del tour di fronte a 40 000 spettatori (con 2000 poliziotti a trattenere la folla esultante)




La parte finale del tour e il ritorno a casa.[modifica | modifica wikitesto]

La chiusura ufficiale del tour avvenen a Londra, dove i Waratahs impattarono per la seconda volta contro la selezione di Londra. Dopo una tappa a Liverpool si recarono in Canada dove dopo alcune tappe, giocarono a Vancouver tre match esibizione., contro club e squadre universitarie, prima di tornare a casa.





la squadra[modifica | modifica wikitesto]

  • Manager: E.G. Shaw
  • Captain: A.C. Wallace
  • Vice-Captain: C.L. Fox

Squad[modifica | modifica wikitesto]

Nome Club Giocate (test) Giocate (tot) Ruolo
Alex Ross Sydney University 5 29 estremo
A.J.A. Bowers Eastern Suburbs RUFC, Randwick 1 9 tre quarti
J.B. Egan Eastern Suburbs 0 7 tre quarti
E.E. Ford Glebe-Balmain 5 21 tre quarti
G.C.Gordon Western Suburbs
Newcastle YMCA
0 8 tre quarti
S.C. King Western Suburbs 4 19 tre quarti
W.H. Mann Sydney University 0 7 tre quarti
William B.J.Sheehan Sydney University 2 12 tre quarti
Cyril Towers Randwick 3 29 tre quarti
Johnnie Wallace Sydney University 5 22 tre quarti
J.L. Duncan Randwick 0 8 mediano
Syd Malcolm Cook's Hill Surf Club
Newcastle YMCA
Manly
3 11 mediano
F.W. Meagher Randwick 2 12 mediano
Tom Lawton, Sr. Sydney University
Western Suburbs
5 27[1] mediano
J.G. Blackwood Eastern Suburbs 5 23 avanti
G.V. Bland Manly 0 4 avanti
M.R. Blair Western Suburbs 1 7 avanti
J.W.P. Breckenridge Glebe-Balmain 5 26 avanti
A. N. Finlay Sydney University 5 24 avanti
J.A. Ford Glebe-Balmain 4 25 avanti
Charlie Fox Northern Suburbs 1 12[2] avanti
E. N. Greatorex Newcastle YMCA 2 14 avanti
P.B. Judd Western Suburbs 4 24 avanti
G.P. Storey Western Suburbs 5 20 avanti
A. N. Tancred Glebe-Balmain 3 16 avanti
J.L. Tancred Glebe-Balmain 2 16 avanti
K. Tarleton Newcastle YMCA 0 9 avanti
E.J. Thorn Manly 0 13 avanti
H.F. Woods Newcastle YMCA 4 19 avanti

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 3 come capitano contro Swansea, Yorkshire and Cumberland e Leicestershire
  2. ^ 6 come capitano contro Neath and Aberavon, East Midlands, Glasgow, South of Scotland, London e Oxford University

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Collection (1995) Gordon Bray presents The Spirit of Rugby, Harper Collins Publishers Sydney
  • Howell, Max (2005) Born to Lead - Wallaby Test Captains, Celebrity Books, Auckland NZ
  • Spiro Zavos (2000) The Golden Wallabies, Penguin, Victoria