Torre Calzolari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torre Calzolari
frazione
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Comune Gubbio-Stemma.png Gubbio
Territorio
Coordinate 43°17′42″N 12°39′55″E / 43.295°N 12.665278°E43.295; 12.665278 (Torre Calzolari)Coordinate: 43°17′42″N 12°39′55″E / 43.295°N 12.665278°E43.295; 12.665278 (Torre Calzolari)
Altitudine 522 m s.l.m.
Abitanti 106
Altre informazioni
Cod. postale 06024
Prefisso 075
Fuso orario UTC+1
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Torre Calzolari

Torre Calzolari è una frazione del comune di Gubbio (PG).

Il paese si trova lungo la strada provinciale che conduce da Gubbio a Fossato di Vico, 8 km a sud del capoluogo. In posizione rialzata rispetto alla pianura sottostante (522 m s.l.m.), è occupato da 106 abitanti[1].

Storia[2][modifica | modifica sorgente]

La storia del paese si incrocia in gran parte con quella del castello medievale che ospita. Già nell'XI secolo, Castrum Turris Calzolarium svolgeva il suo compito di tutela della strada sottostante; esso era posseduto dall'Arte dei Calzolai di Gubbio. Gli imperatori Federico Barbarossa, Enrico VI e Ottone IV confermarono a più riprese questo possesso nel corso del XII secolo. Al suo interno permaneva una piccola guarnigione militare.

Nel XVI secolo passò alla famiglia Billi, inserito più in generale all'interno dei domini dei duchi di Urbino. Esso poi tornò nel 1631 sotto il dominio dello Stato della Chiesa, assieme a tutto il territorio eugubino.

Innocenzo X la inserì nella comunità di Scheggia e Clemente XI, dietro pressioni di Gubbio, la riassegnò al capoluogo.

Nel XIX secolo castello e villa vennero acquistate dal musicista vercellese Giuseppe Bossola, organista rinomato in tutto il mondo. Infine, nel XX secolo passò ai conti Bosca di Roveto.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Il Castello (XI secolo), ora trasformato in albergo, con una volta a botte nella sala d'ingresso, è sormontato da una torre merlata e adornata da trifore ed è collocato in un parco secolare.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dati ISTAT, 2001 [1]
  2. ^ Informazioni storiche